Cabine telefoniche addio!

Cabine telefoniche addio! L’AgCom ha varato un provvedimento che autorizza Telecom Italia a smantellarle nel giro di 4 o 5 anni.

L’autorità con questa scelta segna la fine di un’epoca, cominciata con il pagamento a gettoni, poi con le monete e infine con le carte telefoniche.

Lo smantellamento delle cabine telefoniche, attuamente 130.000, avverrà al ritmo di 30.000 all’anno, che calcolando una media di 220 giorni lavorativi corrispondono a circa 136 al giorno.

La procedura prevederà la possibilità di salvataggio della postazione. Infatti Telecom Italia, 60 giorni prima di procedere allo smantellamento, sarà obbligata ad apporre un cartello per avvisare il pubblico. Qualora ci si voglia opporre alla rimozione sarà necessario fare ricorso all’Agcom scrivendo, entro 30 giorni, all’indirizzo: cabinatelefonica@agcom.it


Cabina telefonica


E’ importante segnalare che non verranno smantellate le cabine telefoniche presenti negli ospedali e in tutti quei luoghi pubblici come scuole o luoghi di lavoro ove sia esplicitamente vietato l’utilizzo del telefono cellulare.

Ma all’estero com’è la situazione? Nel Regno Unito stanno procedendo a smantellare le cabine telefoniche non senza pochi oppositori che si sono attivati, talvolta in concerto con le autorità locali, per salvarle o acquistarle e trasformarle in punti di informazione. In Francia invece stanno effettuando un esperimento diverso: a Parigi, nei punti più nevralgici della città, è partita l’installazione delle cabine telefoniche del futuro, con schermo touchscreen e possibilità di navigare in internet. I primi 10 minuti sono addirittura gratuiti, ma naturalmente è possibile navigare solo su determinti siti.

foniche addio! L’AgCom ha varato un provvedimento che autorizza Telecom Italia a smantellarle nel giro di 4 o 5 anni.

L’autorità con questa scelta segna la fine di un’epoca, cominciata con il pagamento a gettoni, poi con le monete e infine con le carte telefoniche.

Lo smantellamento delle cabine telefoniche, attuamente 130.000, avverrà al ritmo di 30.000 all’anno, che calcolando una media di 220 giorni lavorativi corrispondono a circa 136 al giorno.

La procedura prevederà la possibilità di salvataggio della postazione. Infatti Telecom Italia, 60 giorni prima di procedere allo smantellamento, sarà obbligata ad apporre un cartello per avvisare il pubblico. Qualora ci si voglia opporre alla rimozione sarà necessario fare ricorso all’Agcom scrivendo, entro 30 giorni, all’indirizzo: cabinatelefonica@agcom.it


Cabina telefonica


E’ importante segnalare che non verranno smantellate le cabine telefoniche presenti negli ospedali e in tutti quei luoghi pubblici come scuole o luoghi di lavoro ove sia esplicitamente vietato l’utilizzo del telefono cellulare.

Ma all’estero com’è la situazione? Nel Regno Unito stanno procedendo a smantellare le cabine telefoniche non senza pochi oppositori che si sono attivati, talvolta in concerto con le autorità locali, per salvarle o acquistarle e trasformarle in punti di informazione. In Francia invece stanno effettuando un esperimento diverso: a Parigi, nei punti più nevralgici della città, è partita l’installazione delle cabine telefoniche del futuro, con schermo touchscreen e possibilità di navigare in internet. I primi 10 minuti sono addirittura gratuiti, ma naturalmente è possibile navigare solo su determinti siti.

Commenti Facebook: