Bot al minimo storico 0,09%: con un conto vincolato 2,50%

Il rendimento dei Bot ha raggiunto il minimo storico dello 0,09% a 6 mesi. Vincolando le proprie somme per lo stesso periodo di tempo, con un conto corrente si può ottenere addirittura il 2,50%. Ma bisogna affrettarsi: l’offerta scade la prossima domenica.

investire con un conto o un bot
Con alcuni conti correnti e depositi la differenza di guadagno rispetto ai Bot è scandalosa

Ieri sono stati offerti e assegnati 7 miliardi di titoli a 185 giorni all’asta del Tesoro, con tutto esaurito e un Bot semestrale che raggiunge il minimo storico dello 0,09%. Nell’asta precedente il rendimento era dello 0,16%, mentre ad agosto 2014 il Bot semestrale offriva un rendimento minimo di 0,136%.

E’ già da tempo che i Titoli di Stato offrono rendimenti bassi, soprattutto nel breve periodo. Sebbene sia vero che, dopo le ultime manovre della BCE, il tasso d’interesse degli strumenti di investimento sono calati, alcuni prodotti quali i conti deposito o le linee vincolate dei conti correnti continuano a offrire un maggior guadagno, con il vantaggio aggiuntivo di essere quasi a costo zero.

Conti correnti e deposito più convenienti: ma di quanto?

Un chiaro esempio della maggior convenienza si evince dal confronto tra l’attuale Bot semestrale (0,019%) e il Conto Widiba a 6 mesi (2,50%).

Questo Conto Widiba, che in realtà è un conto corrente e non un conto deposito (con, quindi, il vantaggio aggiuntivo di una maggior operatività), offre un rendimento a 12 mesi dell’1,60% lordo. Tuttavia, grazie all’iniziativa social #alziamoiltasso si è arrivato al tasso di 2,50% a 6 mesi, cioè il miglior rendimento in assoluto del mercato.

La proposta però è valida solo durante il mese di febbraio e perciò scade la prossima domenica.
Scopri Conto Widiba

In ogni caso, sono molti i conti deposito e conti correnti con linee vincolate che offrono un rendimento a 6 mesi superiore a quello dei Bot, come vediamo qui di seguito:

  • Conto Deposito InMediolanum: 1,00% (tasso lordo a 6 mesi);
  • Conto Deposito CheBanca!: 0,70%;
  • ContoInCreval: 0,65%;
  • Conto YouBanking: 0,40%;
  • Conto CashPark Vincolato di Fineco: 0,35%;
  • Conto CashPark Svincolato di Fineco: 0,30%;
  • Conto Deposito Deutsche Bank Easy: 0,25%.

I rendimenti, ovviamente, crescono quanto maggiore sia il vincolo, ovvero il periodo di tempo in cui si decide di immobilizzare il denaro.

Un ulteriore vantaggio del conto deposito è, come menzionavamo prima, l’assenza assoluta di costi fissi, dato che non c’è in nessuno dei casi elencati alcun costo di apertura, gestione o chiusura.

In più, con CheBanca! e YouBanking, l’imposta di bollo proporzionale prevista dalla legge è a carico della banca. Con alcune di queste proposte (CheBanca!, Conto Widiba e CashPark Svincolabile di Fineco), inoltre, è possibile richiedere gli interessi in anticipo.

Utilizzando il comparatore gratuito di SosTariffe.it è possibile mettere a confronto tutti i conti deposito e scegliere quello che meglio si adatta alle proprie esigenze.

Confronta Conti Deposito

Commenti Facebook: