Bonus Natale 2020 INPS: come fare domanda

Con la fine dell'anno distante poche settimane, sono in arrivo diversi bonus e misure di sostegno economiche da parte dell'INSP in vista delle festività di Natale. In un contesto molto difficile dal punto di vista economico, tali bonus rappresentano un'importante risorsa per le famiglie italiane. Tra le novità in arrivo c'è anche il Bonus Natale 2020 di INPS. Ecco a quanto ammonta tale bonus, quali sono i requisiti per l'accesso a questa misura di sostegno e come fare per richiederne l'erogazione entro le tempistiche previste dalla normativa.

Bonus Natale 2020 INPS: come fare domanda

In un contesto di forte crisi economica, legata alla seconda ondata della pandemia, sono disponibili o in arrivo svariate misure di sostegno economico, in particolare sotto forma di bonus di vario tipo. Per compensare le chiusure e le limitazioni per le attività commerciali, il Governo sta predisponendo diversi aiuti con il decreto Ristori che andrà a sostenere aziende e lavoratori in questo periodo di emergenza.

Tra le novità in arrivo c’è anche il Bonus Natale 2020 di INPS. Si tratta di un ulteriore sostegno che potrà essere richiesto, da un target specifico di famiglie, per ottenere un supporto ulteriore in un momento particolare complicato ed in prossimità del periodo di festività natalizie che, quest’anno, sarà inevitabilmente differente rispetto a quanto registrato negli anni precedenti.

Il nuovo Bonus Natale 2020 di INPS si rivolge, in particolare, alle famiglie con un reddito ISEE basso e con un figlio di età inferiore ai tre anni. Il bonus in questione si affianca al bonus asilo nido, rivolto allo stesso target, e rappresenta quindi una misura integrativa per garantire ulteriore sostegno alle famiglie meno abbienti in un periodo di grande difficoltà come quello che stiamo vivendo.

Ecco, quindi, tutto quello che c’è da sapere in merito al nuovo Bonus Natale 2020 di INPS, il suo importo, il target a cui si rivolge e le modalità di richiesta.

I requisiti per l’accesso al Bonus Natale 2020

Il Bonus Natale 2020 di INPS si configura in modo analogo al Bonus asilo nido. L’agevolazione prevista, infatti, è disponibile per tutte le famiglie italiane che rispettano precisi requisiti. Il primo elemento da considerare per il rispetto dei requisiti per l’ottenimento del bonus è legato al reddito ISEE. In questo caso, l’accesso all’agevolazione è riservato alle famiglie con reddito ISEE inferiore a 40.000 Euro.

C’è però un altro requisito da rispettare per poter ottenere il Bonus Natale 2020 di INPS. Tale bonus, infatti, è riservato alle famiglie che hanno almeno un figlio di età inferiore ai tre anni che risulta iscritto all’asilo nido. Le famiglie che rispettano entrambi i requisiti (reddito ISEE e figlio iscritto all’asilo nido) hanno la possibilità di fare richiesta per l’ottenimento del Bonus Natale 2020 oltre al bonus al già disponibile Bonus asilo nido.

Importo e modalità e tempi di richiesta

Il Bonus INPS di Natale si configura come un’agevolazione una tantum che garantisce un sostegno extra a tutte le famiglie che rientrano nei requisiti previsti dalla normativa. Il bonus in questione presenta un importo i 227,27 euro per tutte le famiglie che ne faranno richiesta e che hanno un ISEE inferiore ai 40.000 euro e un figlio di meno di 3 anni.

Da notare, inoltre, che il nuovo bonus prevede una maggiorazione nel caso in cui il bambino di meno di 3 anni presenti patologie gravi. In questo caso, le famiglie potranno ottenere un bonus extra di 150 euro che andrà a sommarsi ai 272,72 euro previsti dal Bonus Natale 2020. In totale, quindi, quest’agevolazione può garantire alle famiglie con figli affetti da patologie gravi e con meno di 3 anni di età un bonus complessivo di 422,72 euro.

Gli aventi diritto al bonus possono presentare una richiesta direttamente online, tramite il sito INPS ed, in particolare, l’area MyINPS dove richiedere i vari servizi online dell’ente. . L’accesso al sito può avvenire tramite il proprio SPID oppure con Carta di identità elettronica oltre che con il tradizionale PIN di INPS.

E’ importante sottolineare, inoltre, che il Bonus Natale 2020 di INPS va richiesto entro una data specifica. La domanda, infatti, va presentata entro il prossimo 20 dicembre 2020. Per quanto riguarda i tempi di erogazione, invece, è lecito attendersi un accredito del bonus sul conto abbastanza rapido.

Le famiglie che avranno diritto al bonus dovrebbero ricevere l’importo dell’agevolazione in pochi giorni. In ogni caso, è fortemente consigliabile presentare la richiesta di erogazione del bonus nel minor tempo possibile, evitando di attendere gli ultimi giorni utili per inviare la richiesta.

Altri bonus in arrivo a dicembre 2020

Con la parte finale dell’anno sono in arrivo anche diversi nuovi bonus che vanno ad affiancare il Bonus Natale 2020 con l’obiettivo di supportare le categorie più colpite dall’emergenza economica in corso. Grazie a queste agevolazioni sarà possibile ottenere dei sostegni aggiuntivi per affrontare, nel migliore dei modi, l’emergenza economica in corso.

Dall’inizio del mese di dicembre partirà, con un primo periodo sperimentale che si protrarrà per tutto il mese, il programma di cashback che prevede un rimborso del 10% per tutte le transazioni elettroniche effettuate in negozio. In sostanza, rinunciando ai pagamenti in contanti, sarà possibile ottenere un cashback del 10%.

Per il mese di dicembre, è previsto un “maxi cashback” con la possibilità di ottenere un rimborso massimo di 150 Euro per le spese effettuate con carta. Successivamente, da gennaio prenderà il via il programma semestrale di cashback che garantirà la possibilità di ottenere un rimborso di 150 Euro ogni 6 mesi per le transazioni effettuate con carta (almeno 50 transazioni nel periodo considerato).

Da segnalare, inoltre, che nel mese di dicembre è previsto un bonus INPS extra per i pensionati. In questo caso, infatti, l’agevolazione prevede il rilascio di un bonus da 154,94 Euro per chi ha un reddito inferiore a 6.596,46 euro. Se, invece, il reddito  è compreso tra i 6.596,46 euro e i 6.751,49 euro  è prevista l’erogazione di un bonus parziale.

Per accedere al bonus, gli anziani che hanno altri redditi devono rispettare ulteriori limiti. In particolare è previsto un limite massimo per il reddito individuale di 10.003,70 euro. Per il reddito coniugale, invece, il limite è di 20.007,39 euro. Il mancato rispetto dei limiti previsti non consentirà di accedere all’agevolazione prevista.

Commenti Facebook: