Bonus luce e gas, sono adeguati? L’indagine AEEGSI

Con l’obiettivo di identificare eventuali difficoltà nell’accesso ai bonus luce e gas da parte dei potenziali beneficiari, nonché verificare l‘adeguatezza dello sconto rispetto all’aspettativa, l’Autorità per l’energia ha avviato a fini gennaio un’indagine demoscopica presso i clienti che attualmente percepiscono i bonus luce e gas per disagio economico.

come richiedere il bonus sociale luce e gas
Bonus luce e gas: solo il 30% dei potenziali beneficiari ne fa richiesta

Negli ultimi 5 anni l’Autorità per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico (AEEGSI) ha assegnato più di 3 milioni di bonus sociali per tagliare la spesa per energia e gas alle persone in difficoltà economica, famiglie numerose e malati gravi che necessitano di apparecchiature elettromedicali salvavita.

Tuttavia, solo il 30% dei potenziali beneficiari richiede i bonus, mentre sono oltre 3 milioni di potenziali beneficiari, ovvero persone a rischio povertà o in povertà assoluta.

Per questo motivo, l’Autorità ha avviato a ottobre 2014 una campagna di comunicazione promossa dalla Presidenza del Consiglio–Dipartimento per l’Informazione e l’Editoria, dal Ministero dello Sviluppo economico e dall’AEEGSI, con spot radio e tv che sono andati in onda per più settimane.

In più, il 27 gennaio scorso l’Autorità ha iniziato un’indagine demoscopica presso i clienti che percepiscono il bonus elettrico e/o gas, con l’obiettivo di acquisire maggiori informazioni su:

  • le difficoltà incontrate dai clienti in condizioni di disagio economico nell’accesso al bonus;
  • i canali di accesso e di informazione al bonus utilizzati;
  • una valutazione dell’adeguatezza dello sconto rispetto all’aspettativa.

Lo studio verrà condotto effettuando interviste telefoniche ai consumatori che hanno ottenuto il bonus energia elettrica e/o bonus gas per disagio economico (e che abbiano dato il proprio consenso a partecipare all’indagine).

L’Autorità punta a fornire indicazioni ed elementi utili, attraverso un’adeguata esplorazione delle esigenze e dei bisogni dei clienti, a rafforzare il meccanismo del bonus, migliorare i canali di informazione, attuare campagne informative più mirate rispetto ai soggetti interessati e individuare aree di semplificazione nell’accesso ai benefici.

Per ulteriori informazioni sulle finalità dell’indagine è possibile contattare il numero verde 800.166.654
Confronto Tariffe Energia Elettrica

Bonus energia elettrica: requisiti e importi

Possono fare richiesta del bonus energia elettrica tutti i privati titolari di un contratto di energia elettrica nell’abitazione di residenza con potenza impegnata fino a 3 kW, (per un numero di persone residenti fino a 4) oppure con potenza impegnata fino a 4,5 kW (per un numero di persone residenti superiori a 4), appartenenti a:

  • nuclei familiari con indicatore ISEE sotto i 7.500 euro;
  • nuclei familiari con più di 3 figli a carico e ISEE sotto i 20.000 euro;
  • nuclei familiari dove vive un malato grave che deve usare macchine elettromedicali per il mantenimento in vita (in questo caso senza limitazioni di residenza o potenza impegnata).

Per l’anno 2014 l’importo del bonus elettrico è stato di:

  • 72 euro per una famiglia di 1 o 2 persone;
  • 92 euro per 3 o 4 persone;
  • 156 euro per più di 4 persone;
  • per i soggetti in gravi condizioni di salute il valore del bonus dipende dal numero di apparecchiature medico-terapeutiche salvavita utilizzate e al tempo giornaliero del loro utilizzo.

Per quanto riguarda il bonus gas, la platea di beneficiari è la stessa (i bonus sono cumulabili), mentre il valore del bonus è differenziato secondo:

  • la tipologia di utilizzo del gas (solo cottura cibi e acqua calda; solo riscaldamento; oppure cottura cibi, acqua calda e riscaldamento insieme);
  • il numero di persone residenti nella stessa abitazione;
  • la zona climatica di residenza.

Più risparmio ancora con una tariffa luce e gas adeguata

Per avere un risparmio ancora maggiore, oppure per coloro che non rientrano nei requisiti per ottenere il bonus luce e gas, un’alternativa è quella di passare al mercato libero.

In effetti, con le offerte gas e luce del mercato libero è possibile tagliare la spesa annua fino a 300 euro complessivamente, grazie ai prezzi più bassi.

Per individuare le offerte luce e gas che meglio si adattano alle proprie esigenze, rimandiamo al nostro comparatore di tariffe gratuito ed indipendente.
Confronto Tariffe Gas

Commenti Facebook: