Bonus luce e gas luglio 2022: requisiti e richiesta per avere lo sconto in bolletta

Lo sconto in bolletta è un salvagente a cui le famiglie in difficoltà economica si aggrappano per far fronte alle stangate di luce e gas in questo periodo di crisi energetica. Su SOStariffe.it un quadro dettagliato di chi siano i destinatari del bonus luce e gas a Luglio 2022, a quanto ammonti il suo valore e quali siano le modalità per ottenerlo.

Bonus luce e gas luglio 2022: requisiti e richiesta per avere lo sconto in bolletta

Le famiglie italiane che faticano a pagare le bollette di luce e gas potranno contare su un extra Bonus luce e gas anche a Luglio 2022. Con uno stanziamento aggiuntivo, il Governo ha confermato la proroga di tale misura di sostegno sino alla fine del terzo trimestre (30 Settembre 2022), così da aiutare i titolari di utenze domestiche in difficoltà a far fronte all’incremento dei costi di energia elettrica e metano dovuti alla crisi del mercato energetico.

Continuerà sino alla fine dell’anno anche l’allargamento della platea dei beneficiari dei Bonus luce e gas, grazie a un innalzamento del tetto ISEE per ottenerlo (da 8.265 euro a 12mila euro). Di seguito accendiamo i riflettori su questa agevolazione statale così da offrire una panoramica di chi siano i destinatari, a quanto ammonti il suo valore e quali siano le modalità per ottenerlo. 

Bonus luce e gas: come cambiano con le misure straordinarie del Governo

BONUS PRIMA DEL DECRETO DEL GOVERNO BONUS DOPO IL DECRETO DEL GOVERNO
La normativa nazionale prevede un Bonus Luce e Gas ordinario destinato alle famiglie in condizioni di disagio economico o fisico Al Bonus ordinario se ne aggiunge uno straordinario, rivolto a chi si trova in difficoltà economica o fisica. Questo bonus extra è in vigore fino al 30 settembre 2022
Il tetto ISEE per poter accedere al Bonus luce e gas è fissato a 8.265 euro La platea dei beneficiari si è allargata, con un innalzamento del tetto ISEE fino a 12mila euro. Tale misura è in vigore fino al 31 dicembre 2022

Come illustrato in tabella, i bonus sociali sono agevolazioni introdotte nel corso degli anni dalla normativa nazionale: essi puntano a ridurre la spesa sostenuta per la fornitura di energia elettrica e gas naturale (e anche idrica) delle famiglie in condizioni di disagio economico o fisico. Cosa prevedono? Uno sconto in bolletta che è calcolato sulla base di una serie di parametri, tra cui il numero dei componenti della famiglia (per il Bonus luce) oppure la categoria d’uso associata per la fornitura (per il Bonus gas).

Con le misure urgenti del Governo contro il caro-bolletta (il cosiddetto “decreto Bollette”), il bonus luce e gas “ordinario” è stato “irrobustito” da un extra-bonus (o “straordinario”) che è in vigore fino al 30 settembre 2022. È stata anche allargata la platea dei beneficiari di tale agevolazione, grazie a un innalzamento del tetto ISEE (da 8.265 euro a 12mila euro): questa misura sarà applicata fino al 31 dicembre 2022. Resta, invece, confermato il limite ISEE previsto per le famiglie numerose (con 4 o più figli a carico) che è fissato a 20mila euro.

L’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente fa presente che il potenziamento dei bonus sociali elettricità e gas consentirà alle «famiglie in condizioni di difficoltà economiche di pagare mediamente bollette non superiori a quelle precedenti l’ondata di aumenti», è quanto si legge in un documento ufficiale di ARERA.

Bonus Luce e Gas: chi sono i beneficiari e come ottenere lo sconto

BENEFICIARI PRIMA DEL DECRETO BOLLETTE CHI SONO I BENEFICIARI OGGI
  • Famiglie con ISEE non superiore a 8.265 euro
  • Famiglie con ISEE non superiore a 12mila euro
  • Famiglie numerose (4 figli a carico) con ISEE non superiore a 20.000 euro
  • Famiglie numerose (4 figli a carico) con ISEE non superiore a 20.000 euro
  • Percettori di reddito o pensione di cittadinanza
  • Percettori di reddito o pensione di cittadinanza

Di seguito i requisiti per beneficiare del bonus luce e gas a Luglio 2022:

  • avere un indicatore ISEE non superiore a 12mila euro (il tetto era fissato a 8.265 euro prima del decreto Bollette);
  • avere almeno 4 figli a carico (famiglia numerosa) e un indicatore ISEE non superiore a 20mila euro;
  • essere beneficiario di un reddito di cittadinanza o pensione di cittadinanza;
  • avere nel nucleo familiare un componente in gravi condizioni di salute che utilizzi apparecchiature elettromedicali salvavita. (essendo “energivore”, queste attrezzature comportano costi elevati in bolletta).

I bonus non dovranno essere richiesti: i cittadini o i nuclei familiari che presentano annualmente la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) per l’accesso a una prestazione sociale agevolata (assegno di maternità, bonus bebè o mensa scolastica) e che abbiano un ISEE valido ed entro la soglia dei 12mila euro, sono automaticamente ammessi al procedimento di riconoscimento dei bonus sociali.

Le famiglie che risulteranno in condizione di disagio economico troveranno, dunque, lo sconto accreditato in bolletta. Una voce specifica segnalerà l’ammontare del bonus e del risparmio grazie al contributo statale.

Chi, invece, vuole ottenere le riduzioni da disagio fisico (utilizzo di apparecchiature elettromedicali salvavita) dovrà presentare apposita domanda ai Comuni o ai CAF abilitati. Servirà, tra l’altro, un certificato ASL che attesti:

  • la situazione di grave condizione di salute;
  • la necessità di utilizzare apparecchiature elettromedicali per supporto vitale;
  • il tipo di apparecchiatura utilizzata e le ore di utilizzo giornaliero;
  • l’indirizzo presso il quale l’apparecchiatura è installata.

Bonus luce e gas: ecco come si calcola lo sconto a Luglio 2022

TIPOLOGIA DI BONUS COME SI CALCOLA L’IMPORTO
Bonus Luce per disagio economico
  • numero di componenti del nucleo familiare ISEE
Bonus Gas per disagio economico
  • numero di componenti del nucleo familiare ISEE
  • tipo di utilizzo del gas
  • zona climatica della fornitura
Bonus elettricità per disagio fisico
  • apparecchiature elettromedicali salvavita da utilizzare e relativo extra consumo
  • potenza contrattuale

In attesa che ARERA renda noti gli importi di ciascuna delle tre tipologie di Bonus luce e gas relativi al terzo trimetre 2022 (1° luglio – 30 settembre), ecco come si calcola tale sconto in bolletta.

Il valore del bonus luce per disagio economico dipende dal numero di componenti del nucleo familiare ISEE, classificati in tre categorie:

  • 1-2 componenti;
  • 3-4 componenti;
  • oltre i 4 componenti. 

Il bonus gas per disagio economico è, invece, calcolato sulla base dei seguenti parametri:

  • il numero di componenti del nucleo familiare ISEE;
  • la categoria d’uso associata alla fornitura (solo uso acqua calda sanitaria e/o cottura cibi, solo uso riscaldamento, entrambi i tipi di utilizzo);
  • la zona climatica in cui è localizzata la fornitura.

Il bonus elettricità per disagio fisico, invece, tiene conto di:

  • apparecchiature elettromedicali salvavita utilizzate e relativo extra consumo
  • potenza contrattuale.

Le cifre elencate in tabella sono comprensive sia dell’importo del bonus ordinario, sia di quello straordinario varato dal governo con il decreto Bollette.

Risparmiare sulle bollette luce e gas con il Mercato libero

Non ci sono solo le agevolazioni statali a dare una boccata d’ossigeno agli italiani flagellati dal caro-bolletta. Chi è a caccia di una via d’uscita per abbattere le spese di energia elettrica e gas naturale, può sempre affidarsi alle offerte del MercatoLibero, che sono accomunate da un prezzo più basso delle materie prime energetiche rispetto a quello proposto dal regime di Maggior Tutela. Ridurre al minimo il costo unitario dell’energia e del gas è infatti l’unico modo (insieme alla riduzione dei consumi) per evitare le stangate in bolletta.

Un valido alleato nella scelta delle offerte per illuminare o riscaldare casa a prezzi competitivi è il comparatore di luce e gas di SOStariffe.it. Si tratta di uno strumento online, gratuito e imparziale, che consente ai titolari di utenze domestiche di mettere a confronto le promozioni disponibili sul mercato a partire da una stima reale dei propri consumi annui. Si può trovare questa informazione consultando la bolletta dell’attuale fornitore oppure calcolarlo tramite il tool del comparatore.

Clicca al link di seguito per accedere al comparatore di SOStariffe.it disponibile anche tramite l’App di SOStariffe.it per sistemi operativi Android e iOS.

SCOPRI LE MIGLIORI OFFERTE LUCE E GAS »