Bonus Luce e Gas: agevolazioni per le bollette potenziate con il Decreto Aiuti

Il nuovo Decreto Aiuti interviene anche sui Bonus Luce e Gas. Le agevolazioni che garantiscono uno sconto in bolletta alle famiglie meno abbienti diventano retroattive e potranno contare su di un'integrazione anche per il terzo trimestre del 2022. Ecco tutti i dettagli relativi alle novità per i Bonus Sociali previsti dal nuovo Decreto Aiuti:

Bonus Luce e Gas: agevolazioni per le bollette potenziate con il Decreto Aiuti

I Bonus Luce e Gas ricoprono un ruolo di primissimo piano nel contrasto alla crisi energetica che ha portato ad un rapido aumento dei prezzi di luce e gas nel corso degli ultimi mesi. Già dal quarto trimestre del 2021, per sostenere le famiglie meno abbienti, il Governo ha stanziato i fondi necessari per il potenziamento dei bonus con un contributo integrativo. Il mese scorso, inoltre, l’agevolazione è stata estesa alle famiglie con ISEE inferiore ai 12.000 euro (il limite precedente era 8.265 euro). Il Decreto Aiuti rendere ancora più completo il bonus, introducendo una serie di novità. Ecco i dettagli:

I Bonus Luce e Gas diventano retroattivi: le novità del Decreto Aiuti

COSA PREVEDE IL DECRETO AIUTI PER I BONUS SOCIALI I DETTAGLI DELLE NOVITA’ IN ARRIVO
Diventano retroattivi Le famiglie che non hanno presentato l’ISEE potranno ricevere i bonus per il primo trimestre del 2022 completando la pratica per l’ottenimento dell’ISEE. I Bonus saranno riconosciuti retroattivamente in bolletta
Potenziati con un bonus integrativo Anche per il terzo trimestre del 2022 è previsto un bonus integrativo che affianca i Bonus Luce e Gas per disagio economico

Stando a quanto riportato nel comunicato ufficiale del Consiglio dei Ministri relativo al nuovo Decreto Aiuti, le misure adottate nel secondo trimestre del 2022 saranno estese anche al terzo trimestre del 2022. In sostanza, il contributo integrativo per i Bonus Luce e Gas sarà disponibile anche per i mesi di luglio, agosto e settembre prossimi, confermando il potenziamento della misura riservata alle famiglie in difficoltà economica.

Da notare, inoltre, che i Bonus diventano retroattivi al primo trimestre del 2022. Le famiglie che non hanno fatto in tempo a presentare l’ISEE e che completato la pratica in queste settimane riceveranno, in modo retroattivo, il bonus anche per il primo trimestre. Ricordiamo che non è necessario presentare una domanda per ottenere i Bonus Luce e Gas per disagio economico.

Le due agevolazioni, infatti, vengono riconosciute in automatico a tutti gli aventi diritto che hanno richiesto l’ISEE. Basta, quindi, presentare la Dichiarazione Sostitutiva Unica – DSU (tramite il sito INPS o tramite un CAF) per poter ottenere l’ISEE, necessario per accedere a varie misure di sostegno. In questo modo, i Bonus Luce e Gas saranno riconosciuti in automatico. Chi presenterà la DSU in questo trimestre potrà contare, in modo retroattivo, sui bonus per il primo trimestre.

Sono confermati (fino a fine 2022) i limiti ISEE per l’accesso ai Bonus Luce e Gas. Le due agevolazioni, infatti, sono riservate alle famiglie con ISEE fino a 12 mila euro (invece di 8.265 euro) oppure fino a 20 mila euro in caso di famiglie numerose (con 4 figli a carico). Possono accedere all’agevolazione anche i precettori del Reddito o della Pensione di Cittadinanza.

La platea di beneficiari dei Bonus Sociali, per effetto dei nuovi limiti, sale a 5,2 milioni di italiani. Da notare, inoltre, che resta confermato (con tanto di bonus integrativo) il Bonus Luce per disagio fisico, riconosciuto alle famiglie che devono utilizzare un’apparecchiatura elettromedicale che comporta un consumo extra di energia elettrica. Questo bonus può essere richiesto presentando un’apposita domanda ed una certificazione ASL attestante la necessità di utilizzo dell’apparecchiatura. La domanda può essere presentata in un ufficio comunale oppure presso un CAF.

Come ridurre le bollette di luce e gas nei prossimi mesi

Per contrastare la crisi energetica, oltre alla possibilità di sfruttare i Bonus Luce e Gas (per le famiglie che rientrano nei requisiti previsti dalla normativa), è possibile ridurre al minimo l’importo delle bollette andando a ridurre il costo dell’energia. Si tratta di un obiettivo alla portata di tutti. Affidandosi alle migliori tariffe sul mercato è possibile ridurre il costo dell’energia e risparmiare.

Per un quadro completo sulle offerte è possibile consultare il comparatore di SOStariffe.it per offerte luce e gas disponibile al link qui di sotto oppure tramite l’App di SOStariffe.it per dispositivi Android ed iOS. La comparazione online consente di individuare facilmente le tariffe migliori. Basta indicare una stima del proprio consumo annuo (il dato è riportato in bolletta ma può essere calcolato anche tramite il tool del comparatore) per ottenere informazioni precise sulle offerte migliori da attivare.

Scopri qui le migliori offerte luce e gas » 

Per assistenza nella scelta è possibile, inoltre, affidarsi al servizio di consulenza di SOStariffe.it, completamente gratuito e senza alcun impegno. Basta chiamare al numero 02 5005 111 per poter parlare con un consulente qualificato che metterà a disposizione dell’utente tutte le informazioni utili per la scelta della tariffa più vantaggiosa del momento, in base al proprio consumo.