Bonus luce e gas a giugno 2022: requisiti e richiesta per avere lo sconto in bolletta

Ecco come fare per accedere alle agevolazioni che aiutano le famiglie a far fronte alle spese di luce e gas a Giugno 2022. Su SOStariffe.it tutte le indicazioni sui requisiti per beneficiare dello sconto e le modalità per ottenerlo.

Bonus luce e gas a giugno 2022: requisiti e richiesta per avere lo sconto in bolletta

I Bonus sociali Luce e Gas sono un salvagente per le famiglie italiane in difficoltà in questo periodo di emergenza energetica. Ecco perché gli esperti di SOStariffe.it hanno scattato una panoramica su queste agevolazioni,alla luce delle novità introdotte dal Governo nel suo pacchetto straordinario di interventi contro il caro-bolletta. Una mappa aggiornata a Giugno 2022 per aiutare i consumatori a capire quali siano i requisiti per accedere ai bonus e quali passi compiere per ottenerli.

Bonus Luce e Gas: come cambiano con le misure urgenti del Governo

BONUS LUCE E GAS: LE NOVITÀ BONUS LUCE E GAS: LE SCADENZE
È stato introdotto un Bonus “straordinario” che si affianca a quello “ordinario” di Luce e Gas In vigore fino al 30 settembre 2022
È stata allargata la platea dei beneficiari dei Bonus Luce e Gas, con un innalzamento del tetto ISEE da 8.265 euro a 12mila euro In vigore fino al 31 dicembre 2022

I bonus sociali sono agevolazioni previste già da tempo dalla normativa nazionale: essi si traducono in uno sconto in bolletta che è riservato alle famiglie in condizioni di disagio economico o fisico. L’obiettivo? Aiutare i nuclei familiari svantaggiati a sostenere le spese per la fornitura di energia elettrica, di gas naturale e di acqua.

Con le sue misure urgenti per contenere i costi dell’energia elettrica e del gas naturale, il Governo ha potenziato i bonus Luce e Gas affiancando al bonus “ordinario” già previsto dalla normativa (e il cui valore è aggiornato annualmente da ARERA) un bonus “integrativo” che resterà in vigore fino al 30 settembre 2022. E che è riconosciuto sulla base delle risorse aggiuntive stanziate dal Governo.

È stata anche allargata la platea dei beneficiari dei bonus, grazie a un innalzamento del tetto ISEE (da 8.265 euro a 12mila euro): tale misura, inclusa nel decreto Bollette, sarà applicata fino al 31 dicembre 2022. Resta, invece, confermato il limite ISEE previsto per le famiglie numerose e fissato a 20mila euro.

Inoltre, proprio alla luce dell’emergenza energetica che si è verificata a cavallo tra la fine del 2021 e l’inizio del 2022, ARERA ha deciso di rinviare l’adeguamento annuale del valore dei bonus sociali 2022 ai trimestri successivi. Questo significa che il valore del bonus “ordinario” valido a giugno 2022 è rimasto invariato rispetto a quello in vigore nel 2021.

Vediamo ora nel dettaglio chi sono i beneficiari del Bonus Luce e Gas a Giugno 2022.

Bonus sociali luce e gas: la platea dei beneficiari

BONUS LUCE E GAS: CHI PUÓ FARE DOMANDA A GIUGNO 2022
Nuclei familiari con ISEE non superiore a 12.000 euro
Famiglie numerose (4 figli a carico) con ISEE non superiore a 20.000 euro
Percettori di reddito o pensione di cittadinanza
Famiglie un cui componente soffre di patologie gravi e certificate e necessita di apparecchiature elettromedicali salvavita

A Giugno 2022 potranno fare richiesta dei bonus Luce e Gas le famiglie in condizione di disagio economico che rispettino i seguenti requisiti:

  • avere un indicatore ISEE non superiore a 12mila euro (prima del decreto Bollette il tetto massimo era pari a 8.265 euro);
  • avere almeno 4 figli a carico (famiglia numerosa) e indicatore ISEE non superiore a 20mila euro (nessuna variazione rispetto al passato);
  • fruire di un reddito di cittadinanza o pensione di cittadinanza;
  • avere nel nucleo familiare un componente in gravi condizioni di salute che utilizzi apparecchiature elettromedicali salvavita. (consumando molta energia elettrica, queste attrezzature comportano costi elevati in bolletta).

Secondo ARERA, l’Autorità Italiana del settore energetico, saranno più di 3 milioni le famiglie beneficiarie del bonus elettrico e 2 milioni del bonus gas.

Bonus sociali luce e gas: come ottenere lo sconto in bolletta

Il Bonus Luce e Gas 2022 non dovrà essere richiesto: basterà presentare la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) necessaria per l’ottenimento dell’ISEE. Tale dichiarazione può essere presentata tramite il sito dell’INPS, il proprio Comune oppure un CAF abilitato, così da certificare di essere in possesso dei requisiti fissati dalla legge per poter accedere al bonus.

Le famiglie che risulteranno in condizione di disagio economico troveranno, dunque, il bonus direttamente accreditato in bolletta. Un’apposita voce mostrerà a quanto ammonta il bonus e quanto si è riusciti a risparmiare grazie al contributo statale. Per i clientiindiretti” (come chi ha una fornitura di gas condominiale), invece, il bonus viene erogato tramite bonifico domiciliato e può essere ritirato in un Ufficio Postale.

Per il Bonus Luce per disagio fisico è necessario compilare una domanda. Per richiedere questo bonus, che può essere cumulato con il bonus per disagio economico, serve, tra l’altro, un certificato ASL che attesti:

  • la situazione di grave condizione di salute;
  • la necessità di utilizzare apparecchiature elettromedicali per supporto vitale;
  • il tipo di apparecchiatura utilizzata e le ore di utilizzo giornaliero;
  • l’indirizzo presso il quale l’apparecchiatura è installata.

Tra i documenti da presentare servono anche il documento di identità e il codice fiscale del richiedente e del malato se diverso dal richiedente, oltre al cosiddetto “Modulo B” per la richiesta del Bonus compilato in ogni sua parte (disponibile sul sito di ARERA). La richiesta dovrà essere presentata ai Comuni o ai CAF abilitati.

Bonus sociali luce e gas: a quanto ammonta lo sconto in bolletta

II TRIMESTRE 2022
(1° APRILE-30 GIUGNO)
DA COSA DIPENDE L’IMPORTO IMPORTO DEL BONUS
NEL TRIMESTRE
Bonus Luce per disagio economico
  • numero di componenti del nucleo familiare
  • da 141,05 euro a 199,29 euro
Bonus Gas per disagio economico
  • numero di componenti del nucleo familiare
  • tipo di uso del gas
  • zona climatica della fornitura
  • da 28,21 euro a 146,51 euro
Bonus elettrico per gravi condizioni di salute
  • extra consumo dovuto all’utilizzo dell’apparecchiatura elettromedicale
  • potenza impegnata
  • da 83,72 euro a 257,53 euro

Come comunicato da ARERA, il bonus elettrico per il secondo trimestre 2022 (1° aprile-30 giugno) si traduce in un risparmio in bolletta pari a:

  • 141,05 euro per famiglie in difficoltà economica con uno o due componenti al suo interno (il risparmio mensile è di 46,50 euro);
  • 170,17 euro per i nuclei familiari con 3-4 componenti (con 56,10 euro di risparmio mensile); 
  • 199,29 euro per le famiglie con più di quattro componenti (65,70 euro al mese di risparmio).

Queste cifre includono sia l’importo del bonus ordinario, sia quello straordinario (compensazione integrativa temporanea) varato dal Governo con il decreto Bollette.

Per quanto riguarda il Bonus Gas per disagio economico, invece, l’importo complessivo (ordinario + integrativo) è compreso tra i 28,21 euro e i 146,51 euro. In questo caso l’importo del bonus è calcolato sul numero di componenti del nucleo familiare, così come il tipo di utilizzo del gas (acqua calda e/o uso cottura oppure riscaldamento e acqua calda e/o uso cottura) e la zona climatica dove è ubicata la fornitura.

Ecco, invece, gli incrementi per coloro che hanno diritto al Bonus elettrico per disagio fisico. In questo caso, per la fascia fino a 600 kWh/anno di extra consumo rispetto a un utente tipo (2700/kWh/anno), il risparmio in bolletta nel trimestre aprile-giugno 2022 andrà dagli 83,72 euro (fino a 3 kW di potenza) ai 146,51 euro da 4,5 kW in su.

Nella fascia media (tra 600 e 1.200 kWh/anno di extra consumo), le famiglie otterranno un bonus che va da 140,14 euro (fino a 3 kW di potenza) a 202,02 euro (4,5 kW in su). Per la fascia massima (oltre 1.200 kWh/anno di extra consumo), gli importi saranno compresi tra i 202,02 euro (fino a 3 kW) e i 257,53 euro (da 4,5 kW in su).

L’importo del bonus sarà scontato direttamente in bolletta (non in un’unica soluzione, ma suddiviso nei 12 mesi successivi alla presentazione della domanda).

Risparmiare scegliendo il Mercato Libero

Al di là delle agevolazioni, il risparmio in bolletta può essere conquistato passando al Mercato Libero, le cui promozioni garantiscono l’accesso a un prezzo della materia prima di energia elettrica e gas naturale più basso rispetto ai contratti di Tutela. Individuare l’offerta cucita su misura per il proprio fabbisogno energetico è possibile grazie allo strumento di comparazione per luce e gas di SOStariffe.it (disponibile anche tramite l’App di SOStariffe.it per Android ed iOS).

Si tratta di un tool gratuito che permette di setacciare le tariffe attualmente disponibili sul mercato, confrontarle a partire dai propri dati reali di consumo, così da individuare in pochi click la promozione più vantaggiosa tra le tante opzioni disponibili sul mercato. Una volta scelta l’offerta che si sposa con le proprie abitudini di consumo, si potrà procedere con l’attivazione online, raggiungendo il sito del fornitore.

Per ottenere assistenza nella scelta, inoltre, è possibile contattare il servizio di consulenza di SOStariffe.it, gratuito e disponibile al numero 02 5005 111.

SCOPRI MIGLIORI OFFERTE LUCE E GAS »