Bonus luce e gas 2016, c’è tempo fino al 29/2 per presentare domanda

Quali agevolazioni statali sono previste per nuclei famigliari che versano in condizioni di difficoltà economica? Uno degli aiuti consiste in uno sconto per risparmiare sulle bollette: si tratta del Bonus luce e gas 2016. C’è tempo fino al 29/2 per presentare domanda. Ecco quali sono i requisiti per accedervi e quali documenti presentare.

Come richiedere lo sconto in bolletta per tutto l'anno

Si chiama Bonus luce e gas 2016 lo sconto statale che permette di risparmiare sulle tariffe energia elettrica. Il Governo in questo modo viene incontro alla famiglie in difficoltà, tagliando alcune delle spese che gravano di più sul bilancio famigliare. Per accedervi è necessario il possesso di alcuni requisiti e c’è tempo fino al 29/2 per presentare domanda. In questo articolo troverete la guida alla richiesta, ma, prima di inviarla, ricordiamo che:

Per risparmiare davvero sulle bollette luce e gas lo strumento più utile è la comparazione online delle tariffe praticate dai fornitori. L’ultimo Osservatorio di SosTariffe.it ha dimostrato come gli italiani nel 2015 hanno risparmiato 8, 5 milioni di Euro grazie al confronto prezzi online. Il cambio di operatore è gratuito e non comporta modifiche agli impianti.
Confronta offerte energia

Bonus luce e gas 2016: come presentare la domanda

Non tutte le famiglie sanno di poter tagliare i costi dell’energia elettrica e del gas. Un indagine dell’AEEGSI svela che negli ultimi 5 anni solo una famiglia su tre ha fatto domanda per ottenere le agevolazioni statali. C’è tempo fino al 29/2 per presentare domanda di accesso alle agevolazioni Bonus luce e gas 2016, che consistono in uno sconto applicato direttamente all’importo della bolletta, spalmato in tre rate annuali costanti. I due benefici (luce o gas) possono essere richiesti separatamente o congiuntamente e sono cumulabili con le agevolazioni previste se, all’interno della famiglia, c’è un soggetto affetto da gravi problemi di salute.

Possono fare domanda le famiglie in possesso di Isee inferiore o fino al 7.500 Euro, oppure le famiglie con più di tre figli a carico con reddito non superiore a 20.000 Euro. L’importo dello sconto, come accennato, viene  spalmato sulle bollette e di anno in anno l’Autorità stabilisce il taglio applicabile.

bonus luce e gas 2016

Sconto bonus energia e gas: gli importi 2016

Lo sconto energia applicabile dipende dal numero di componenti della famiglia. Nel caso di nuclei fino a 2 persone ammonta ad 80 Euro, che diventano 93 Euro per i nuclei fino a 4 persone e 153 per le famiglie con più di 4 componenti. L’agevolazione è cumulabile con la tariffa più bassa disponibile per le offerte energia elettrica.

Per il gas lo sconto tiene conto anche della tipologia di utilizzo e della zona climatica di residenza. Il nostro Paese è suddiviso in diverse zone, da A a F, dove F rappresenta la zona climatica più fredda. Anche per il gas è preferibile confrontare i fornitori e cambiare operatore per risparmiare.
Confronta tariffe gas
I nuclei fino a 4 persone possono ottenere sconti per acqua calda/e o cottura in tutte le zone climatiche fino a 31 Euro e per acqua calda/ riscaldamento fino ai seguenti importi:

  • zone A/B 74 Euro;
  • zona C 91 Euro;
  • zona D 120 Euro;
  • zona E 150 Euro;
  • zona F 189 Euro.

Se la famiglia supera i 4 componenti il primo sconto bolletta ammonta a 49 Euro per tutte e zone climatiche, i secondi invece per i seguenti importi:

  • zona A/B 103 Euro;
  • zona C 133 Euro;
  • zona D 175 Euro;
  • zona E 213 Euro;
  • zona F 274 Euro

Domanda e termine per la richiesta

Ribadiamo che c’è tempo fino al 29/2 per presentare domanda d’accesso agli sconti Bonus luce e gas 2016. La stessa deve essere inviata con raccomandata a/r o consegnata a mani presso i propri Uffici comunali o presso altro ente designato (tutte le info  e i moduli da scaricare si trovano sul sito dell’AEEGSI, Autorità per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico).

Commenti Facebook: