Bonus idrico, in arrivo nuove agevolazioni per utenti disagiati

Così come esistono il bonus energia elettrica e il bonus sociale gas, gli utenti disagiati potrebbero avere a disposizione una nuova agevolazione, in questo caso, riguardante il servizio idrico. Si tratterebbe del bonus idrico, i cui documenti sono stati posti in consultazione in questi giorni dall‘Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas (AEEG). I cittadini, inoltre, possono dare il proprio parere attraverso un’associazione dei consumatori. Scopri di più sul bonus idrico

nuovo bonus sociale acquaL’AEEG continua a rivoluzionare il servizio idrico integrato italiano, dopo che l’Autorità ha acquisito i poteri di regolazione e controllo del settore.

Così, recentemente sono stati posti in consultazione due documenti, seguendo una prassi obbligatoria che precede l’emanazione delle delibere di regolazione. Questi documenti sono finalizzati a regolare un nuovo bonus idrico.

Il bonus sociale acqua si tratta di un’agevolazione per i consumatori più svantaggiati, che andrebbe a aggiungersi ai già disponibili bonus per l’energia elettrica e il gas naturale.

Sono due i documenti inviati a consultazione; il primo è inerente alle “compensazioni della spesa sostenuta per la fornitura del servizio idrico dai clienti domestici economicamente disagiati (Bonus sociale idrico – 85/2013/R/idr)”.

Detto in un’altra maniera, parla dei presupposti dell’intervento e le modalità applicative dell’agevolazione per la fornitura del servizio idrico sostenuta dagli utenti domestici più svantaggiati.

Il secondo documento di consultazione, ovvero il 82/2013/R/com, riguarda i “primi orientamenti in materia di obblighi di separazione contabile per gli esercenti i servizi idrici e in materia di revisione e semplificazione delle disposizioni di separazione contabile di cui alla deliberazione 18 gennaio 2007, n. 11/07″.

Brevemente, il testo illustra gli orientamenti dell’AEEG per quel che riguarda gli obblighi di separazione contabile per gli esercenti i servizi idrici e di revisione e semplificazione delle disposizioni di separazione contabile per il settore dell’energia e il gas naturale.

E’ importante sottolineare che, attraverso le diverse associazione dei consumatori, i cittadini possono informarsi al riguardo e, fondamentalmente, dare il proprio parere per rispondere ai quesiti proposti nei documenti.

Commenti Facebook: