Bonus Gas: una soluzione agli aumenti in arrivo

Bonus Gas: questa è la prima soluzione per fronteggiare i rincari delle tariffe per molte famiglie in disagio economico, la seconda soluzione è passare dalla tariffa a maggior tutela a una di un fornitore sul libero mercato.

Il cambio tariffa del gas, nella maggior parte dei casi permette di risparmiare anche fino a 100€ all’anno sulla bolletta.

L’Autorità per l’Energia Elettrica ed il Gas ricorda che il Bonus Gas potrà essere richiesto entro il 30 aprile da tutte le famiglie a basso reddito, numerose ed avrà effetto retroattivo a tutto il 2009.

I rincari sulle bollette del gas sono in parte bilanciati dal continuo calo delle tariffe della luce. Da giovedì 1 aprile infatti si registrerà, a parità di consumi, una diminuzione del 3,2% pari a circa 13 Euro di risparmio, che andranno a sommarsi ai 10 Euro risparmiati mediamente nel primo trimestre 2010.

L’aumento delle tariffe del gas è pari al 3,6%, che corrisponde a un maggiore esborso di circa 34 Euro all’anno. Questo rialzo è dovuto, secondo l’AEEG, alla bassa concorrenza nel comparto.

L’Autorità per l’Energia Elettrica ed il Gas si è attivata a tutela dei consumatori e ha dichiarato di voler promuovere le tariffe del gas più convenienti per i clienti finali e ridurre così i disagi provocati da questi aumenti, specialmente nel Nord Italia.

us Gas: questa è la prima soluzione per fronteggiare i rincari delle tariffe per molte famiglie in disagio economico, la seconda soluzione è passare dalla tariffa a maggior tutela a una di un fornitore sul libero mercato.

Il cambio tariffa del gas, nella maggior parte dei casi permette di risparmiare anche fino a 100€ all’anno sulla bolletta.

L’Autorità per l’Energia Elettrica ed il Gas ricorda che il Bonus Gas potrà essere richiesto entro il 30 aprile da tutte le famiglie a basso reddito, numerose ed avrà effetto retroattivo a tutto il 2009.

I rincari sulle bollette del gas sono in parte bilanciati dal continuo calo delle tariffe della luce. Da giovedì 1 aprile infatti si registrerà, a parità di consumi, una diminuzione del 3,2% pari a circa 13 Euro di risparmio, che andranno a sommarsi ai 10 Euro risparmiati mediamente nel primo trimestre 2010.

L’aumento delle tariffe del gas è pari al 3,6%, che corrisponde a un maggiore esborso di circa 34 Euro all’anno. Questo rialzo è dovuto, secondo l’AEEG, alla bassa concorrenza nel comparto.

L’Autorità per l’Energia Elettrica ed il Gas si è attivata a tutela dei consumatori e ha dichiarato di voler promuovere le tariffe del gas più convenienti per i clienti finali e ridurre così i disagi provocati da questi aumenti, specialmente nel Nord Italia.

Commenti Facebook: