Bonus energia, novità per i clienti malati gravi

L’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas ha annunciato di recente alcune novità sul bonus elettrico che riguarda i malati grave. In particolare, l’AEEG ha approvato una nuova delibera che presenta modifiche alla compensazione della spesa per la fornitura di energia elettrica (il famoso bonus energia) per i clienti che si trovano in gravi condizioni di salute, e che hanno bisogno di apparecchiature medico-terapeutiche alimentate a elettricità per il mantenimento in vita.

Confronta Tariffe Energia Elettrica

A partire dal prossimo gennaio, l’importo del bonus elettrico per disagio fisico sarà stabilito in funzione al livello dei consumi e alla quantità di apparecchiature necessarie per il supporto vitale, tenendo conto così degli specifici bisogni ed esigenze dei clienti malati gravi. Tra le novità vi è inoltre la possibilità di ottenere il riconoscimento retroattivo del nuovo bonus energia.

In applicazione del decreto del Ministero della Salute 13 gennaio 2011 che individua le apparecchiature medico – terapeutiche, alimentate ad energia elettrica e necessarie per l’esistenza in vita di persone in gravi condizioni di salute, è stata annunciata una nuova delibera dell’AEEG, che entrerà in vigore dal 1 gennaio 2013.

Inoltre, ai clienti finali che sono già beneficiari di un bonus elettrico per disagio fisico al 31 dicembre 2012 e che presenteranno una nuova istanza a partire dal 1 gennaio 2013 ed entro il 30 aprile 2013, sarà riconosciuta, qualora dovuta, una quota retroattiva.

In questa maniera, l’Autorità ha deciso di aggiornare il bonus per disagio fisico legato al consumo di energia elettrica da parte di apparecchiature elettromedicali salvavita utilizzate molte volte durante tutta la giornata, da parte di malati cronici e disabili.

La nuova delibera prevede tre fasce di intensità dei consumi – fino a 8 ore al giorno, da 8 a 16 ore al giorno e oltre 16 ore al giorno – e tre fasce di extra-consumo rispetto a un consumatore tipo (pari a 2700/kW/anno): la minima che va fino a 500 kWh/anno, la media è compresa tra 500 e 1200 kWh/anno e la fascia massima supera i 1200 kWh/anno.

I valori provvisori calcolati con le tariffe energia elettrica riferite al secondo trimestre 2012, che saranno aggiornate appena entrerà in vigore il provvedimento, prevedono un bonus che va dai 158 a 261 a 379 euro annui a seconda della fascia di consumo, e sempre che la potenza impegnata sia fino a 3 kW residente.

L’ammontare del bonus oltre i 4,5 kW è stimato rispettivamente in 373 euro, 472 euro e 571 euro. Per tutto quest’anno, il totale del bonus elettrico per disagio fisico è di circa 155 euro.

In più, la nuova delibera prevede che il Sistema di Gestione delle Agevolazioni sulle Tariffe Energetiche consenta in ogni caso l’accesso al bonus minimo sempre che ci sia una certificazione della ASL attestante la gravità delle condizioni di salute dell’utente e l’impiego di almeno una apparecchiatura salvavita.

Per maggior informazione sulle modifiche del bonus energia, consultate il sito dell’AEEG.

Cerchi la tariffa luce più conveniente per te? Utilizza il nostro portale per mettere a confronto gratuitamente tutte le offerte energia dei fornitori più importanti dell’Italia.

Vai a Offerte Energia Elettrica

Commenti Facebook: