Bonus elettrico automatico con la Social Card

Il Bonus elettrico sarà automatico per i titolari della Carta Acquisti (o Social Card). L’Autorità per l’energia e il gas (AEEG) ha deciso che la riduzione sulla spesa della bolletta della luce sarà accreditata direttamente per tutte le famiglie disagiate o numerose.

Tutti i titolari della Social Card si vedranno accreditato il bonus senza fare più la richiesta presso il comune di residenza: l’agevolazione, istituita dall’Autorità nel 2008, permette alle famiglie che hanno un contratto di energia e si trovano in condizione di disagio economico o gravi condizioni di salute con apparecchiature elettromedicali di ricevere un aiuto che varia da 80 a 360 euro annui.

Nel 2009 oltre 1 milione e 600 mila famiglie hanno usufruito dei bonus: sono stati erogati 1.400.000 bonus elettrici e 200.000 bonus gas.

bonus elettrico

Per chi vuole richiederlo, il bonus elettrico è ottenibile da una famiglia in disagio economico (con un ISEE non superiore a 7.500 euro e potenza impegnata non superiore a 3KW), oppure con 4 o più figli a carico (ISEE non superiore a 20.000 euro e potenza fino a 4,5KW) o da ammalati che utilizzano apparecchiature elettromedicali a domicilio.

Per chi non sa che cos’è la social card ricordiamo che è una agevolazione istituita dallo Stato per le persone più povere, le quali hanno diritto ad una Carta Acquisti (che funziona allo stesso modo di una carta di credito e le spese vengono quindi addebitate allo Stato) che include un credito prepagato di 40 euro al mese (ricaricato bimestralmente con 80 euro).

Per richiedere la social card deve essere in possesso di almeno uno dei seguenti requisiti: persone con più di 70 anni e reddito inferiore a 8 mila euro/anno o famiglie con figli sotto ai 3 anni e reddito non superiore a 6 mila euro.

La social card può essere utilizzata in qualsiasi esercizio commerciale che accetta carta di credito e può portare a benefici ulteriori per i negozi convenzionati che applicano sconti ulteriori per le famiglie in grave situazione economica.

Il bonus elettrico (che permette un risparmio sulla spesa per l’energia elettrica) può essere cumulabile sia al bonus gas (che offre una riduzione sulla bolletta del gas) sia alla social card (che offre sconti su qualsiasi tipo di acquisto). I bonus vengono erogati ogni anno ed è necessario rinnovare le richieste (e presentare i documenti annessi): il bonus sociale sulla fornitura di energia elettrica per l’anno 2010 deve essere presentato entro 30 giorni dalla scadenza del bonus elettrico dell’anno 2009.Le famiglie già beneficiarie del Bonus sociale per il disagio fisico avranno il rinnovo automatico del Bonus elettrico (non è quindi necessario che ne facciano richiesta).

Per le nuove domande del Bonus Sociale non ci sono limiti di tempo per presentare la richiesta e essere consegnate in qualsiasi momento dell’anno. Per coloro che non hanno la Social Card è necessario recarsi presso il Comune di residenza e consegnare: ISEE aggiornato e in corso di validità, certificato attestante l’agevolazione in vigore (Mod. 02/a1 che rilascia SGAte, o lettera inviata da Poste Italiane, o ricevuta del CAF), modulo disagio economico (A/bis), documento di identità, modulo E (per le famiglie numerose con 4 figli a carico).

Per sapere di più si può chiamare il numero verde gratuito 800 166 654 dell’Autorità per l’energia elettrica ed il gas e chiarire tutti i dubbi sul bonus elettrico.

ettrico sarà automatico per i titolari della Carta Acquisti (o Social Card). L’Autorità per l’energia e il gas (AEEG) ha deciso che la riduzione sulla spesa della bolletta della luce sarà accreditata direttamente per tutte le famiglie disagiate o numerose.

Tutti i titolari della Social Card si vedranno accreditato il bonus senza fare più la richiesta presso il comune di residenza: l’agevolazione, istituita dall’Autorità nel 2008, permette alle famiglie che hanno un contratto di energia e si trovano in condizione di disagio economico o gravi condizioni di salute con apparecchiature elettromedicali di ricevere un aiuto che varia da 80 a 360 euro annui.

Nel 2009 oltre 1 milione e 600 mila famiglie hanno usufruito dei bonus: sono stati erogati 1.400.000 bonus elettrici e 200.000 bonus gas.

bonus elettrico

Per chi vuole richiederlo, il bonus elettrico è ottenibile da una famiglia in disagio economico (con un ISEE non superiore a 7.500 euro e potenza impegnata non superiore a 3KW), oppure con 4 o più figli a carico (ISEE non superiore a 20.000 euro e potenza fino a 4,5KW) o da ammalati che utilizzano apparecchiature elettromedicali a domicilio.

Per chi non sa che cos’è la social card ricordiamo che è una agevolazione istituita dallo Stato per le persone più povere, le quali hanno diritto ad una Carta Acquisti (che funziona allo stesso modo di una carta di credito e le spese vengono quindi addebitate allo Stato) che include un credito prepagato di 40 euro al mese (ricaricato bimestralmente con 80 euro).

Per richiedere la social card deve essere in possesso di almeno uno dei seguenti requisiti: persone con più di 70 anni e reddito inferiore a 8 mila euro/anno o famiglie con figli sotto ai 3 anni e reddito non superiore a 6 mila euro.

La social card può essere utilizzata in qualsiasi esercizio commerciale che accetta carta di credito e può portare a benefici ulteriori per i negozi convenzionati che applicano sconti ulteriori per le famiglie in grave situazione economica.

Il bonus elettrico (che permette un risparmio sulla spesa per l’energia elettrica) può essere cumulabile sia al bonus gas (che offre una riduzione sulla bolletta del gas) sia alla social card (che offre sconti su qualsiasi tipo di acquisto). I bonus vengono erogati ogni anno ed è necessario rinnovare le richieste (e presentare i documenti annessi): il bonus sociale sulla fornitura di energia elettrica per l’anno 2010 deve essere presentato entro 30 giorni dalla scadenza del bonus elettrico dell’anno 2009.Le famiglie già beneficiarie del Bonus sociale per il disagio fisico avranno il rinnovo automatico del Bonus elettrico (non è quindi necessario che ne facciano richiesta).

Per le nuove domande del Bonus Sociale non ci sono limiti di tempo per presentare la richiesta e essere consegnate in qualsiasi momento dell’anno. Per coloro che non hanno la Social Card è necessario recarsi presso il Comune di residenza e consegnare: ISEE aggiornato e in corso di validità, certificato attestante l’agevolazione in vigore (Mod. 02/a1 che rilascia SGAte, o lettera inviata da Poste Italiane, o ricevuta del CAF), modulo disagio economico (A/bis), documento di identità, modulo E (per le famiglie numerose con 4 figli a carico).

Per sapere di più si può chiamare il numero verde gratuito 800 166 654 dell’Autorità per l’energia elettrica ed il gas e chiarire tutti i dubbi sul bonus elettrico.

Commenti Facebook: