Bonus centri estivi 2021: che cosa è e come richiederlo

C'è tempo fino al prossimo 30 giugno 2021 per poter fare richiesta per l'erogazione del Bonus centri estivi 2021. L'agevolazione garantisce un sostegno per le famiglie con a carico minori fino a 14 anni. Ecco come funziona il nuovo Bonus centri estivi 2021 e come richiederlo prima che si esauriscano i termini previsti per l'accettazione delle domande dagli aventi diritto.

Bonus centri estivi 2021: che cosa è e come richiederlo

Il nuovo Bonus centri estivi 2021, il cui nome completo è “Bonus baby-sitting e centri estivi (emergenza COVID-19)” è una nuova agevolazione che punta ad offrire un sostegno alle famiglie a seguito della comprovata iscrizione ai centri estivi ed ai servizi integrativi per l’infanzia per il periodo di chiusura dei servizi educativi scolastici fino al 31 agosto 2021. Tale bonus può, quindi, essere utilizzato per la copertura totale o parziale delle spese sostenute per l’iscrizione e la frequenza di un centro estivo diurno per i mesi estivi.

Le domande per il bonus sono state aperte lo scorso mese di aprile. Ora, con la fine della scuola oramai imminente, molte famiglie si ritrovano a dover pianificare le prossime settimane con la possibilità di affidarsi a servizi di baby-sitting, centri estivi ed altre attività integrative. Vediamo, quindi, tutto quello che c’è da sapere sul Bonus centri estivi 2021 e su come fare per richiedere l’agevolazione, quali sono i requisiti e l’importo erogabile previsto dal bonus.

A chi è rivolto il Bonus centri estivi 2021 e quali sono i requisiti

La nuova agevolazione si rivolge alle famiglie con a carico minori fino a 14 anni oppure figli disabili senza limiti di età. Tale bonus fornisce un sostegno per coprire i costi di iscrizione e frequenza ai centri estivi ed ai servizi integrativi per l’infanzia. Tale bonus è disponibile per le seguenti categorie di lavoratori:

  • dipendenti del settore privato
  • iscritti in via esclusiva alla Gestione Separata (di cui all’articolo 2, comma 26, della legge 8 agosto 1995, n. 335)
  • autonomi iscritti all’INPS
  • autonomi iscritti alle casse professionali (previa la comunicazione da parte delle rispettive casse previdenziali del numero dei beneficiari)
  • lavoratori dipendenti del settore sanitario pubblico e privato accreditato appartenenti alle seguenti categorie: medici, infermieri, tecnici di laboratorio biomedico, tecnici di radiologia medica, operatori socio sanitari
  • personale del comparto sicurezza, difesa e soccorso pubblico impiegato per le esigenze connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19

Da notare che il bonus non può essere richiesto se l’altro genitore può contare su altre forme di tutela come la cassa integrazione o indennità o fruisce del congedo straordinario COVID. Il  bonus, inoltre, è incompatibile con il bonus asilo nido e non sarà possibile ottenerlo nei casi in cui già si usufruisce di tale agevolazione.

Importo e modalità di erogazione del bonus

L’agevolazione si configura come una misura di sostegno integrativa, pensata per coprire le spese sostenute dalla famiglia in modo completo o parziale, a seconda dei casi. L’importo del Bonus centri estivi 2021 è pari ad un massimo complessivo di 100 euro settimanali. 

Il Bonus centri estivi 2021 viene erogato mediante il libretto famiglia Inps. In alternativa, il bonus può essere erogato direttamente al richiedente, tramite bonifico sul conto corrente indicato dal soggetto che presenta richiesta. L’erogazione tramite libretto famiglia Inps è legata alla richiesta di servizi di baby-sitting. In questo caso, anche il baby sitter dovrà registrare al sito Inps per ottenere gli importi previsti.

Per quanto riguarda l’iscrizione ai centri estivi e ai servizi integrativi per l’infanzia o ancora per servizi socio-educativi territoriali, l’iscrizione ai centri con funzione educativa e ricreativa per disabili e i servizi per la prima infanzia è possibile fare riferimento alla modalità di erogazione con accredito tramite conto corrente.

Come richiedere il Bonus centri estivi 2021

Tutti gli aventi diritto hanno la possibilità di fare richiesta del Bonus centri estivi 2021 entro il prossimo 30 giugno 2021. L’agevolazione può essere richiesta dai soggetti che rientrano nei requisiti previsti dalla normativa in tre modi. La prima opzione prevede la possibilità di richiedere online il Bonus centri estivi 2021.

Per completare la richiesta per il bonus in questo modo è sufficiente accedere al sito Inps utilizzando le proprie credenziali d’accesso. Per autenticarsi è possibile utilizzare lo SPID oppure la carta di identità elettronica CIE o la carta nazionale dei servizi CNS. Completata l’autenticazione, sarà necessario accedere alla sezione Servizi Online del sito e procedere con la richiesta per l’erogazione del Bonus centri estivi 2021.

Per gli aventi diritto, c’è la possibilità di presentare richiesta per l’erogazione del bonus anche tramite il Contact center integrato messo a disposizione da Inps. In questo caso, è possibile fare riferimento al numero verde 803 164 (gratuito per chiamate da rete fissa) o al numero 06 164 164 (disponibile da rete mobile a pagamento, in base alla tariffa applicata dal proprio gestore).

In alternativa, è possibile richiedere l’agevolazione tramite un Patronato, utilizzando i servizi che vengono messi a disposizione dei cittadini in modo gratuito. In questo caso, potrebbe essere necessaria una documentazione aggiuntiva. I cittadini che preferiranno quest’opzione per richiedere il bonus  potranno ottenere tutte le informazioni recandosi presso il Patronato scelto per completare la richiesta.

Commenti Facebook: