Bollette luce più care del 10% dal 2009. Risparmia passando al mercato libero

Le materie prime costano di meno, lo spread con le altre borse elettriche in Europa è sceso in modo notevole, i consumi elettrici sono calati, ma le bollette dell’energia elettrica sono cresciute del 10% dal 2009 ad oggi. Ad appesantirle ci sono oneri, tasse, incentivi e sussidi spesso sconosciuti. L’unico modo per risparmiare subito è passare al mercato libero: con le offerte luce dei fornitori si possono risparmiare fino a 160 euro all’anno. Scopri come risparmiare sulla bolletta della luce.

Confronta Tariffe Energia Elettrica

confronto tariffe energia elettrica

Il presidente dell’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas, Guido Bortoni, nella Relazione annuale dell’AEEG lancia un allarme sui costi energetici che colpiscono le tasche di famiglie e aziende in Italia.

La domanda di energia elettrica è tornata ai livelli del 1998, con una flessione del 3,5% per il gas e del 2,8% per l’elettricità, e i prezzi all’ingrosso sono calati; ciononostante Bortoni parla di una “preoccupante tendenza al rialzo“, e che “i clienti domestici pagano oggi il kWh circa il 10% in più rispetto al 2009 per effetto dell’incremento fiscale e parafiscale“, che incide per un terzo delle bollette.

Sull’aumento nelle bollette della luce, come è noto, pesano le rinnovabili, ma ci sono anche altre voci che appesantiscono la spesa. Ad esempio, certe ‘esenzioni’ riservate ad alcune grandi imprese con reti elettriche private (quali la Fiat, l’Eni, la ThyssenKrupp), agli autoproduttori e ai sistemi efficienti di utenza (anche rinnovabili). Questi sussidi costano ben 1,2 miliardi al resto delle famiglie e imprese.

L’AEEG ha richiesto maggiore trasparenza al riguardo, dato che queste “agevolazioni implicite rischiano di sfuggire al controllo“, così come un “contemperamento alla luce degli obiettivi di efficienza allocativa e di sostenibilità ambientale“.

Per risparmiare sulle bollette, comunque, secondo Bortoni lo “strumento principe” è il mercato libero, dato che ognuno può scegliere la propria fornitura. Per questo l’obiettivo di identificare “una traiettoria temporale per il superamento dei regimi di tutela di prezzo, potenziando al contempo i meccanismi di agevolazione sociale“.

Risparmia subito sulle bollette con le tariffe del mercato libero

Approfittando delle offerte dei venditori, è possibile risparmiare subito sulle bollette. In effetti, con le tariffe energia elettrica del mercato libero è possibile risparmiare fino a 160 euro all’anno, a seconda dei propri consumi ed abitudini.

Ad esempio, una famiglia di 5 persone con alti consumi di energia elettrica, puoi cambiare fornitore e risparmiare circa 100 euro all’anno con Amica Web Flat Monoraria di Illumia.

Scopri Amica Web Flat di Illumia

Oppure, la stessa famiglia numerosa con consumi di gas di circa 2.100 m3/anno, può risparmiare altri 169 euro attivando E-Light Gas di Enel Energia.

Vai a E-Light Gas di Enel Energia

In questa maniera, questa famiglia pagherà quasi 270 euro in meno all’anno, grazie alle tariffe del mercato libero.

Utilizzano il nostro comparatore gratuito ed indipendente è possibile identificare la tariffa luce o gas che meglio si adatta alle proprie esigenze.

Confronta Tariffe Gas

Commenti Facebook: