Bollette luce e gas: possibili aumenti fino al 27% da luglio, come difendersi

Mancano pochi giorni al prossimo 1° luglio ed al nuovo aggiornamento di ARERA che comunicherà le condizioni tariffarie delle bollette di luce e gas per i clienti del Mercato Tutelato. Gli ultimi sviluppi del settore energetico europeo anticipano un possibile forte rincaro dei prezzi dell'energia per i clienti finali nel corso del terzo trimestre del 2022. Ecco le stime di Nomisma Energia in merito a quanto potrebbe accadere in questi giorni.

Bollette luce e gas: possibili aumenti fino al 27% da luglio, come difendersi

Sono in arrivo nuovi aumenti per le bollette di luce e gas. La conferma arriva dagli analisti di Nomisma Energia. Secondo le prime stime, infatti, dal 1° luglio e per tutto il terzo trimestre dell’anno in corso ci saranno sostanziali rincari per le bollette energetiche delle famiglie. I fattori che intervengono su questa nuova evoluzione del mercato energetico sono diversi. Il taglio alle forniture dalla Russia, arrivato nelle scorse settimane, gioca, inevitabilmente, un ruolo di primo piano nell’evoluzione dei prezzi dell’energia.

Le stime di Nomisma Energia: aumentano le bollette di luce e gas a partire da luglio

NUOVI AUMENTI IN BOLLETTA DAL 1° LUGLIO LE STIME DI NOMISMA ENERGIA
Energia elettrica
  • +17% con prezzo dell’energia pari a 0,485 €/kWh
  • aumento di 194,4 euro per la “famiglia tipo” (consumo annuo di 2700 kWh)
Gas naturale
  • +27% con prezzo del gas pari a 1,57 €/kWh
  • aumento di 462 euro per la “famiglia tipo” (consumo annuo di 1.400 Smc)

Secondo quanto rivelato dall’analisi di Nomisma Energia, a partire dal 1° luglio si registrerà un rincaro del +17% per l’energia elettrica e del +27% per il gas naturale. Tali rincari saranno strettamente collegati al forte aumento del prezzo registrato dal mercato all’ingrosso dopo il taglio delle forniture di gas in arrivo dalla Russia che ha ridotto il quantitativo di gas per Italia e Germania. Il gas naturale, ricordiamo, è utilizzato per produrre energia elettrica (oltre che per alimentare la rete di distribuzione nazionale di gas).

L’aumento del prezzo all’ingrosso del gas, quindi, comporterà un aumento dei prezzi al dettaglio. Il Presidente di Nomisma Energia, Davide Tabarelli, ha dichiarato di attendersi un “forte rialzo sulle bollette, diversamente da quanto accaduto da aprile quando avevano segnato un -10%. Ora si torna sul trend di crescita“. Questi aumenti imbatteranno direttamente le forniture del Mercato Tutelato (per le quali i nuovi prezzi saranno comunicati da ARERA nel corso della settimana).

Successivamente, anche il Mercato Libero tenderà ad allinearsi al trend rialzista. I prezzi dovrebbero continuare ad attestarsi al di sotto di quanto stabilito per il Mercato Tutelato ma i costi da sostenere per i clienti finali potrebbero aumentare (in particolare i prezzi delle nuove offerte luce e gas potrebbero essere più alti). Secondo Tabarelli, le prime stime anticipano un aumento del 17% per il prezzo dell’energia elettrica che raggiungerà quota 48,5 centesimi al kWh.

Per una “famiglia tipo” con consumo annuo di 2700 kWh si registrerà una spesa maggiore di 194,4 euro. Come sottolineato in precedenza, il gas dovrebbe aumentare del +27% con un costo della materia prima che salire a 1,57 euro per metro cubo. Per la “famiglia tipo” con consumo di 1.400 Smc, quindi, è previsto un rincaro stimato su base annua di 462 euro. Il rincaro stimato su base annuale, considerando luce e gas per la “famiglia tipo”, potrebbe essere superiore ai 650 euro.

In ogni caso, evidenzia Tabarelli, in merito al prossimo aggiornamento: “La decisione finale spetta all’ARERA che certamente tenterà qualche intervento, con l’aiuto del governo, per limitare l’impatto della crisi sulla spesa dell’energia delle famiglie“. Sarà necessario attendere i prossimi giorni per scoprire l’effettiva entità degli aumenti in arrivo per le bollette di luce e gas.

Come difendersi dai nuovi aumenti per le bollette di luce e gas

COME EVITARE GLI AUMENTI LE SOLUZIONI DA METTERE IN PRATICA
Sfruttare le agevolazioni del Governo I bonus riconosciuti dal Governo ai clienti finali sono automatici e consentono di beneficiare dell’azzeramento degli oneri di sistema e del taglio dell’IVA al 5% (sul gas). Per chi rientra nei requisiti, inoltre, c’è il potenziamento dei Bonus Luce e Gas
Individuare le offerte più vantaggiose sul mercato  Grazie al comparatore di SOStariffe.it è possibile individuare facilmente le tariffe migliori
Scegliere tariffe a prezzo bloccato Questo tipo di offerte consente di evitare i rincari futuri andando a fissare il costo dell’energia per almeno 12 mesi
Ottenere assistenza qualificata nella scelta Il servizio di consulenza di SOStariffe.it, completamente gratuito e senza impegno, offre un valido supporto nella scelta della tariffa migliore. Per sfruttare il servizio basta chiamare allo 02 5005 111

Si avvicina, quindi, una nuova maxi stangata per le bollette di luce e gas. L’aumento dei prezzi per la “famiglia tipo” potrebbe essere di circa 650 euro su base annuale (con una media mensile superiore ai 50 euro). Tali aumenti seguiranno i forti rialzi dei mesi scorsi attenuati, solo in minima parte, dal calo del 10% registrato con l’aggiornamento del secondo trimestre del 2022 arrivato lo scorso 1° aprile. Il nuovo trend di crescita è, purtroppo, chiaro e probabilmente si tradurrà in nuovi aumenti per le spese.

Ricordiamo che il Governo ha già definito una proroga degli aiuti per le bollette di luce e gas delle famiglie. In particolare, per tutto il terzo trimestre del 2022 sono previste le seguenti agevolazioni:

  • azzeramento degli oneri di sistema su luce e gas
  • taglio al 5% dell’IVA per il gas
  • potenziamento con un bonus integrativo dei Bonus Luce e Gas per disagio economico e del Bonus Luce per disagio fisico
  • innalzamento del tetto ISEE a 12000 euro per l’accesso ai Bonus Luce e Gas per disagio fisico

Per difendersi dai nuovi aumenti in bolletta è necessario passare al Mercato Libero, assicurandosi di poter scegliere le tariffe luce e gas più vantaggiose del momento. La scelta può avvenire tramite il comparatore di SOStariffe.it per offerte luce e gas oppure tramite l’App di SOStariffe.it per dispositivi mobili. Per effettuare il confronto online è sufficiente inserire una stima del proprio consumo annuo (il dato è in bolletta ma può essere stimato tramite il comparatore).

Una volta individuata l’offerta giusta, infine, sarà possibile procedere con l’attivazione online della stessa, raggiungendo il sito del fornitore e seguendo una semplice procedura di sottoscrizione online. Basteranno, quindi, pochi minuti per assicurarsi condizioni tariffarie particolarmente agevoli e evitare il nuovo rincaro da oltre 50 euro al mese previsto per la famiglia tipo. Per scoprire le offerte più vantaggiose è possibile consultare il comparatore di SOStariffe.it qui di sotto:

Scopri qui le migliori offerte luce e gas »

In questo momento, le tariffe più convenienti sono quelle a prezzo bloccato. Scegliendo queste soluzioni, infatti, è possibile bloccare il costo dell’energia per 12, 24 o 36 mesi (in base alla tariffa scelta). Eventuali rincari futuri del mercato energetico saranno evitati grazie alla clausola contrattuale che blocca il costo dell’energia a condizioni tariffarie già prefissate. Scegliere oggi una tariffa di questo tipo può garantire un notevole risparmio, soprattutto rispetto alle quotazioni dell’energia dei prossimi mesi.

Ricordiamo, inoltre, che per ottenere assistenza nella scelta delle tariffe è possibile affidarsi al servizio di consulenza di SOStariffe.it chiamando al numero 02 5005 111. Tale servizio è completamente gratuito e senza alcun impegno per il cliente e può rappresentare un valido supporto nella scelta delle tariffe da attivare per massimizzare il risparmio nel corso dei prossimi mesi.