Bollette luce e gas: il Governo studia un piano da 5 miliardi di euro contro i rincari futuri

La stangata annunciata da ARERA ad inizio ottobre potrebbe essere solo il primo passo di un'ulteriore serie di rincari per le bollette di luce e gas per le famiglie e le imprese italiane. Sul tema è già arrivato il primo intervento del Governo che a settembre ha realizzato il Decreto Energia per attenuare i rincari autunnali. Per evitare ulteriori stangate a partire da inizio 2022, però, il Governo Draghi realizzerà un nuovo intervento che dovrebbe prevedere uno stanziamento di circa 5 miliardi di euro. Ecco i primi dettagli:

Bollette luce e gas: il Governo studia un piano da 5 miliardi di euro contro i rincari futuri

Lo scorso settembre, il Governo Draghi, con il Decreto Energia, ha introdotto una serie di provvedimenti mirati ad attenuare il rincaro delle bollette di luce e gas. Tra le misure adottate troviamo il taglio dell’IVA al 5% per le bollette del gas, l’azzeramento degli oneri di sistema e il potenziamento dei Bonus sociali che, per le famiglie meno abbienti, garantiscono la possibilità di evitare gli aumenti. Tali misure, però, sono valide per il quarto trimestre del 2021 e, quindi, hanno un carattere fortemente transitorio.

A fine 2021 sarà necessario un ulteriore intervento per evitare una nuova stangata sulle bollette di luce e gas. Il Governo, come confermato dallo stesso Draghi nei giorni scorsi, è al lavoro sulla definizione del pacchetto di interventi da mettere in pratica anche in considerazione delle risorse disponibili. Gli aumenti, come sottolineato da ARERA nei giorni scorsi, potrebbero essere davvero significativi e c’è, quindi, bisogno di misure strutturali per attenuarli sul lungo periodo.

5 miliardi di euro per ridurre le bollette luce e gas

Secondo le prime indiscrezioni riportate da Il Messaggero in queste ore, il Governo Draghi valuta un intervento da 5 miliardi di euro per garantire alle famiglie ed alle imprese italiane la possibilità di evitare, almeno in parte, gli aumenti in arrivo sulle bollette di luce e gas. Le misure adottate dovrebbero avere un carattere strutturale e non transitorio. Si tratterà, quindi, di interventi mirati a garantire un taglio delle bollette nel lungo periodo e non solo per il primo trimestre del 2022.

Al momento, non è ancora chiaro quale sarà la natura dell’intervento. Resta sul tavolo, sicuramente, la questione degli oneri di sistema ed il modo in cui viene calcolata la bolletta che, in futuro, potrebbe essere legata maggiormente ai consumi effettivi, con meno costi fissi. Difficile, invece, un taglio dell’IVA nel lungo periodo (i costi sarebbero elevatissimi) mentre potrebbe essere reso strutturale il potenziamento dei Bonus sociali.

Per maggiori dettagli sarà necessario attendere i prossimi mesi. Gli interventi del Governo dovrebbero arrivare entro fine anno.

Come risparmiare subito sulle bollette di luce e gas

Per le famiglie italiane c’è un’unica strada, in questo momento, per risparmiare sulle bollette di luce e gas. Per ridurre al minimo l’impatto dei rincari che hanno colpito il mercato energetico all’ingrosso è, quindi, necessario passare al Mercato Libero e scegliere le migliori offerte del momento. Si tratta di una soluzione fondamentale per risparmiare. Con le migliori tariffe del Mercato Libero sarà possibile minimizzare il costo dell’energia e, quindi, evitare il rincaro che ha colpito in primis le forniture attive in regime di Maggior Tutela.

Per poter individuare le offerte migliori è possibile affidarsi al comparatore di SOStariffe.it per offerte luce e gas, disponibile qui di sotto oppure tramite l’App di SOStariffe.it per dispositivi mobili.

Scopri qui le migliori offerte luce e gas »

Collegandosi al comparatore sarà sufficiente inserire una stima del proprio consumo annuo (il dato è presente nell’ultima bolletta inviata dall’attuale fornitore ma può essere calcolato anche tramite il tool integrato nel comparatore oppure richiedendo il servizio gratuito Analisi della bolletta). Il sistema effettuerà i necessari calcoli ed in pochi secondi offrirà all’utente una panoramica completa su tutte le tariffe luce e gas più vantaggiose da attivare direttamente online.

Il risparmio, in questo modo, è alla portata di tutti ed in particolare di chi è in regime di Maggior Tutela. Una “famiglia tipo” (consumo annuo di 2700 kWh di energia elettrica, con potenza impegnata di 3 KW, e consumo annuo di 1400 Smc) che passa dal mercato tutelato al Mercato Libero può ottenere un notevole risparmio. Il passaggio, se effettuato ad ottobre 2021, può garantire un risparmio stimato di oltre 700 euro all’anno sulle bollette di luce e gas.

Commenti Facebook: