Bollette luce e gas: il Governo conferma un nuovo intervento per fermare gli aumenti

Gli aumenti su luce e gas non sono finiti. A partire dall'inizio del prossimo trimestre (gennaio 2022) è previsto un nuovo rincaro dei prezzi dell'energia che colpirà, in particolare, i clienti in regime di Maggior Tutela andando ad influenzare anche le bollette dei clienti del Mercato Libero. Per le famiglie e le imprese sono in arrivo nuovi rincari che potrebbero tradursi in una vera e propria stangata, aumentando notevolmente le spese nel lungo periodo. In queste ore, il Presidente del Consiglio, Mario Draghi, ha anticipato l'imminente intervento del Governo per tenere sotto controllo i prezzi delle bollette di luce e gas.

Bollette luce e gas: il Governo conferma un nuovo intervento per fermare gli aumenti

L’obiettivo del Governo è limitare i rincari in arrivo sulle bollette di luce e gas. La conferma è arrivata direttamente da Mario Draghi che, dopo alcune settimane di silenzio sul tema, è tornato a parlare della questione energetica nel corso della presentazione del Manifesto su Lavoro ed Energia, promosso dai sindacati e da Confindustria. Durante l’evento, Draghi ha tenuto un lungo discorso sul settore energetico e sulla transizione ecologica, anticipando l’intervento del Governo sulla questione bollette.

Draghi ha sottolineato: “per limitare i rincari nel breve periodo e aiutare in particolare le famiglie più povere, abbiamo stanziato 1,2 miliardi di euro a giugno e oltre 3 miliardi a settembre. Interveniamo in legge di bilancio e siamo pronti a continuare a farlo, con particolare attenzione per le fasce più deboli”. Le parole di Draghi, quindi, anticipano la natura dell’intervento del Governo con cui si proverà ad arginare l’aumento dei prezzi.

Il Governo dovrebbe effettuare nuovi stanziamenti per ridurre l’impatto dei costi sempre più elevati dell’energia sui consumatori. Una delle ipotesi più probabili, in questo momento, è quella di un nuovo potenziamento dei Bonus Luce e Gas dopo quanto già registrato nel corso del quarto trimestre del 2021. Sarà necessario verificare se il potenziamento dei bonus sociali porterà solo ad un aumento dell’importo dell’agevolazione (per ridurre gli effetti dei rincari) o anche ad un aumento della platea di beneficiari (per estendere il supporto ad un numero maggiore di famiglie).

Tra gli interventi del Governo potrebbe esserci anche un nuovo stanziamento per minimizzare l’aumento dei “costi fissi” delle bollette, ovvero la parte non direttamente collegata al consumo. Ricordiamo che per il quarto trimestre dell’anno in corso il Governo ha azzerato gli oneri di sistema e tagliato l’IVA del gas al 5%. Per ora, questi provvedimenti non sono stati confermati per il primo trimestre del 2022. Maggiori dettagli arriveranno con la versione definitiva della Legge di Bilancio.

Come tagliare subito le bollette di luce e gas

Ridurre l’importo delle bollette luce e gas è diventato prioritario. Con il costo dell’energia in costante crescita, infatti, le bollette sono decisamente più elevate rispetto allo scorso anno, a parità di consumi. Per dare un taglio al costo dell’energia è necessario passare subito alle migliori offerte del Mercato Libero, assicurandosi la possibilità di sfruttare un prezzo contenuto dell’energia. Da notare che le offerte del Mercato Libero includono anche la possibilità di optare per tariffe a prezzo bloccato in modo da evitare i futuri aumenti del mercato energetico.

Per individuare le offerte migliori è possibile affidarsi al comparatore di SOStariffe.it, disponibile cliccando sul link qui di sotto oppure scaricando l’App di SOStariffe.it per Android ed iOS. Con la comparazione online delle offerte sarà facile individuare le migliori tariffe del momento:

Scopri qui le migliori offerte luce e gas »

Per utilizzare il comparatore di offerte è sufficiente inserire una stima del proprio consumo annuo di luce e gas. Tale dato può essere ricavato direttamente dalla bolletta inviata dal proprio fornitore oppure può essere ricavato utilizzando il tool di calcolo integrato nel comparatore stesso. In alternativa, è possibile richiedere il servizio Analisi della bolletta che prevede l’invio di una bolletta al team di SOStariffe.it che si occuperà di individuare l’offerta più vantaggiosa per l’utente.

Una “famiglia tipo” (consumo annuo di 2700 kWh di energia elettrica, con potenza impegnata di 3 Kw, e di 1400 Smc di gas naturale con una fornitura attiva a Milano) può risparmiare oltre 600 euro all’anno passando al Mercato Libero dal servizio di Maggior Tutela in questo momento. Tale risparmio, inoltre, potrebbe essere maggiore se, come probabile, a gennaio arriveranno ulteriori rincari tariffari per il servizio tutelato.

In particolare, attivando la miglior offerta luce del momento è possibile ridurre la spesa fino a 500 euro all’anno per l’energia elettrica. Per quanto riguarda il gas è, invece, possibile ridurre la spesa fino a 1510 euro all’anno. Il risparmio stimato nel passaggio al Mercato Libero è di 300 euro per l’energia elettrica e 320 euro per il gas naturale in un anno (nell’ipotesi di prezzi costanti per il mercato tutelato; un ulteriore rincaro potrebbe rendere ancora più vantaggiose queste offerte).