Bollette luce e gas giugno 2021: come ridurle in 5 mosse

Risparmiare sulle bollette di luce e gas non è così complicato: basta mettere a frutto alcune informazioni relative alle offerte luce e gas per riuscire a ottimizzare i consumi e ridurre così il costo delle fatture. Di seguito saranno dunque presentate 5 mosse che permetteranno di abbassare notevolmente le spese relative alle proprie forniture domestiche. 

Bollette luce e gas giugno 2021: come ridurle in 5 mosse

Le bollette della luce e del gas sono una spesa che tutte le famiglie devono sostenere su base mensile o bimensile e che, se non controllata, rischia di rappresentare un vero e proprio salasso, soprattutto in determinati periodi dell’anno. 

Per questo motivo, SOStariffe.it ha elaborato una lista di punti da prendere in considerazione per ridurre i consumi di luce e gas, riuscendo in questo modo ad abbassare i costi delle bollette relative alle utenze domestiche. 

Di seguito saranno presentate, nel dettaglio, 5 mosse per riuscire a pagare di meno sulle bollette di luce e gas. In particolare, si dovrà prestare una certa attenzione a:

  • l’esistenza dei bonus sociali;
  • il passaggio al mercato libero;
  • la presenza delle fasce di prezzo F1, F2 e F3;
  • la presenza delle offerte a prezzo fisso;
  • gli sconti speciali che si possono ottenere in presenza di determinate condizioni, prima fra tutte l’attivazione online. 

Per avere fin da subito un’idea delle offerte del mercato libero dell’energia e del gas naturale, clicca sul link che trovi qui sotto. 

Confronta le migliori offerte del mercato libero »

1. Cosa sono i bonus sociali sulle utenze di luce e gas

La prima mossa per risparmiare sulle bollette di luce e gas consiste nel verificare se si rientra nei cosiddetti bonus sociali, attraverso i quali si riceverà uno sconto diretto sulle forniture di luce, gas e acqua

A questo proposito, è bene ricordare quali siano i requisiti previsti per poter ricevere tali bonus, che dal 1° gennaio 2021 saranno erogati in modo automatico a chi ne aveva già usufruito lo scorso anno. 

Si tratta di:

  • non superare l’indicatore ISEE di 8.265 euro;
  • nel caso di un nucleo familiare con almeno 4 figli a carico, l’ISEE da non superare è pari a 20.000 euro;
  • essere intestatari di una fornitura attiva di luce, gas o acqua per usi domestici, oppure usufruire di una fornitura di tipo condominiale. 

Potranno richiedere il bonus luce e gas anche i titolati del reddito o della pensione di cittadinanza, il cui ISEE non superi gli 8.265 euro. Questi ultimi potranno accedere anche a uno sconto sulla bolletta dell’acqua sempre nel rispetto delle stesse condizioni economiche, ovvero con un ISEE inferiore a 8.265 euro. 

2. Le offerte del mercato libero dell’energia e del gas naturale

Il passaggio al mercato libero dell’energia e del gas naturale, che sarà obbligatorio per tutti dal 1° gennaio 2023, rappresenta un’altra mossa vincente per riuscire ad abbassare il costo delle bollette di luce e gas

Per trovare le promozioni che si adattano meglio alle proprie esigenze di consumo, si suggerisce di utilizzare il comparatore di tariffe luce e gas di SOStariffe.it, sul quale sarà possibile effettuare delle simulazioni. 

Confronta le migliori offerte gas disponibili online »

In particolare, sarà possibile inserire elementi quali:

  • il numero di componenti del proprio nucleo familiare;
  • la grandezza della propria abitazione;
  • quali sono i principali elettrodomestici che si utilizzano in casa e quali sono i principali usi del gas, come per esempio il riscaldamento, l’acqua calda o semplicemente il cucinare. 

Confronta le migliori offerte luce del mercato libero »

3. Come cambia il prezzo dell’energia in base a ora e giorno

Un altro elemento che fa la differenza nei consumi e che può essere fondamentale per riuscire a pagare di meno deriva dal fatto che l’energia ha un prezzo diverso a seconda dell’ora e del giorno di utilizzo

Questa regola è valida nel caso delle offerte di tipo biorario o triorario, mentre quando si parla di tariffa monoraria significa che il prezzo dell’energia si manterrà costante. Quali sono le fasce nelle quali viene suddivisa la giornata e nelle quali il costo dell’energia cambia?

La fascia F1 rappresenta l’orario di punta, ovvero quello nel quale si verifica il consumo più elevato di energia elettrica, motivo dal quale deriva il prezzo più elevato. La F1 è la fascia compresa tra le 8:00 e le 19:00, dal lunedì al venerdì. 

La fascia F2 comprende i momenti compresi tra le 7:00 e le 8:00 e tra le 19:00 e le 23:00, dal lunedì al venerdì. La fascia F3, che è quella più economica fra tutte, è quella relativa ai giorni dal lunedì al sabato, dalle 23:00 alle 7:00, più la domenica e i giorni festivi, a qualsiasi ora. 

Conoscere queste informazioni è davvero molto importante perché a seconda di quelle che sono le proprie abitudini e il proprio stile di vita una tariffa monoraria potrebbe risultare più vantaggiosa di una bioraria, o viceversa. 

Dai un’occhiata alle differenti tipologie di tariffe disponibili nel mercato libero dell’energia e del gas naturale »

4. Cosa sono le offerte a prezzo bloccato e i vantaggi che ne derivano

Sono tante le società che operano nel mercato libero dell’energia e del gas naturale, che propongono delle promozioni a prezzo bloccato (o indicizzato) della componente energia, la quale, com’è noto, costituisce soltanto una delle voci di costo presenti in bolletta.

Quest’ultima pesa per un buon 50% sul totale da pagare: il fatto che abbia un prezzo fisso significa poter fare delle stime su quelli che saranno i costi effettivi che si spenderanno nel corso dell’anno. 

Tale prezzo fa riferimento al prezzo di vendita della materia prima all’ingrosso, caratterizzato da una volatilità molto elevata. Il fatto di proporre un’offerta a costo fisso per un dato periodo di tempo, che potrà essere di 12, 24 o 36 mesi, rappresenta, dunque, una forma di tutela per il consumatore

Al contrario, un prezzo che segue gli andamenti del mercato potrebbe tramutarsi in un rischio troppo elevato, soprattutto per le famiglie che non vivono nell’agiatezza, e rappresentare un ostacolo alla pianificazione familiare

Per conoscere alcune delle migliori offerte a prezzo fisso che si possono attivare oggi online, si consiglia di cliccare sul link in basso. 

Confronta le migliori offerte del mercato libero »

5. Gli sconti derivanti dalle sottoscrizioni online

Oltre a quanto detto finora, esiste un’altra mossa che potrà essere messa in pratica per risparmiare sulle bollette della luce e del gas. Di cosa si tratta? Nella pratica, ci sono diversi vantaggi che derivano dall’attivazione online di una tariffa luce e gas

In alcuni casi, per esempio, si tratta di veri e propri sconti che si ottengono soltanto con il canale online o se si sceglie di sottoscrivere una data promozione per mezzo del comparatore di SOStariffe.it.

In altri casi, la convenienza è rappresentata da elementi quali:

  • l’utilizzo dell’area personale online, dalla quale potrebbe derivare degli sconti;
  • ulteriori sconti in bolletta dei quali si potrà disporre soltanto attivando la bolletta elettronica e la domiciliazione delle utenze domestiche direttamente sul proprio conto corrente. 

Si potranno ottenere degli sconti esclusivi anche nel caso di sottoscrizione di una tariffa di tipo Dual Fuel, ovvero che prevede l’attivazione simultanea di una fornitura di luce e di una di gas con lo stesso operatore. 

Per conoscere le migliori possibilità per risparmiare in modo semplice e immediato attivando una tariffa luce e gas del mercato libero, clicca sul link che trovi qui sotto. 

Verifica le proposte dei diversi operatori del mercato libero per scoprire quanto convengono »

Commenti Facebook: