Bollette luce e gas: ecco tutte le novità in arrivo da Gennaio 2023

Nel corso dei prossimi giorni sono previste diverse novità per il settore delle bollette di luce e gas che, con l'inizio del mese di gennaio 2023, registrerà l'arrivo di nuovi prezzi per il servizio di Maggior Tutela oltre che degli adeguamenti di prezzo degli indici del mercato all'ingrosso (il PUN per la luce e il PSV per il gas) a cui si "agganciano" la maggior parte delle offerte del Mercato Libero. Ecco, quindi, cosa cambierà nel corso dei prossimi giorni.

In 30 secondi

Come cambieranno le bollette di luce e gas nel 2023?
  • Il 2023 inizierà con l'aggiornamento dei prezzi di luce e gas in Tutela
  • In arrivo c'è un taglio del costo dell'energia elettrica (-25%) e un incremento del costo del gas (+20%) secondo le prime stime
  • Nel Mercato Libero, per le tariffe indicizzate, i prezzi seguiranno l'andamento degli indici PUN e PSV
  • Da gennaio 2023 entrano in vigore i nuovi aiuti voluti dal Governo per contrastare l'emergenza
Bollette luce e gas: ecco tutte le novità in arrivo da Gennaio 2023

La fine di questa settimana e l’inizio della prossima segneranno l’arrivo di diverse novità per il mercato energetico e per le bollette di luce e gas. In calendario, infatti, ci sono diversi appuntamenti da tenere d’occhio e che andranno a condizionare il costo delle bollette nel corso dei prossimi mesi, sia per i clienti in Tutela che per chi è passato al Mercato Libero andando ad attivare una tariffa indicizzata ovvero legata all’andamento del mercato all’ingrosso.

Cosa cambia per le bollette di luce e gas in Tutela da Gennaio 2023

COME CAMBIERANNO I PREZZI DI LUCE E GAS NEL MERCATO TUTELATO 
Energia elettrica
  • Prezzo in calo (nell’ordine del 25%) rispetto alle quotazioni attuali molto elevate nel mercato tutelato
  • Il nuovo prezzo sarà valido per il primo trimestre del 2023
Gas
  • Prezzo in aumento (nell’ordine del +20%) rispetto al mese di novembre 2022
  • Il prezzo sarà valido per i consumi registrati a dicembre 2022

Partiamo dal servizio di Maggior Tutela. In questo caso, sul finire del mese di dicembre 2022, è previsto l’aggiornamento del prezzo dell’energia elettrica che sarà valido per il primo trimestre del 2023. ARERA dovrebbe comunicare le nuove condizioni di fornitura per i clienti in Tutela entro la fine di questa settimana. In arrivo c’è un significativo calo di prezzo. Attualmente, ricordiamo, il costo dell’energia elettrica in Tutela è ancora quello stabilito a settembre 2022 e legato ai prezzi da record sul mercato all’ingrosso registrati a fine estate.

Ad anticipare il calo dei prezzi, in queste ore, è stato Davide Tabarelli, presidente di Nomisma Energia, che ha evidenziato all’ANSA: “la variazione stimata in base ai prezzi all’ingrosso dell’elettricità, scesi sulla pressione di quelli del gas, è dell’ordine del 25%, circa 16 centesimi di euro in meno a kWh che dovrebbe portare di nuovo le tariffe verso i 50 centesimi a kWh“. Per valutare l’effettivo calo delle bollette sarà necessario attendere l’annuncio ufficiale di ARERA. È quasi certo, però, che il prezzo della luce per i clienti in Tutela sarà più basso nel primo trimestre del 2023 rispetto alle condizioni attuali.

Per quanto riguarda il gas naturale, invece, ad inizio gennaio 2023, ARERA comunicherà il prezzo valido per i consumi registrati a dicembre 2022 (il nuovo meccanismo, introdotto ad ottobre 2022, prevede che il prezzo sia fissato nel mese successivo e non in anticipo). Le stime fornite dal presidente di Nomisma Energia anticipano un aumento del +20% sul gas con un costo della materia prima che potrebbe aggirarsi intorno a 1,48 euro al metro cubo.

Appare evidente che il prezzo di luce e gas in Tutela continuerà ad essere elevato e superiore a quello delle migliori offerte del Mercato Libero. Per questo motivo, con l’obiettivo di tagliare il costo delle bollette, in questo momento, la scelta migliore è rappresentata dall’attivazione delle migliori tariffe luce e gas del Mercato Libero. Tali offerte possono essere individuate tramite il comparatore di SOStariffe.it, disponibile al link qui di sotto. È sufficiente indicare una stima del proprio consumo annuo (il dato è riportato nell’ultima bolletta ma può essere calcolato anche tramite il tool integrato nel comparatore) per accedere ad una panoramica completa delle tariffe.

Scopri qui le offerte luce e gas »

Cosa cambia per le bollette di luce e gas del Mercato Libero da Gennaio 2023

Ci sono novità in arrivo anche per chi è già passato al Mercato Libero. In particolare, le tariffe “indicizzate”, ovvero legate all’andamento del mercato all’ingrosso, si adatteranno all’andamento del PUN e del PSV, gli indici che regolano, rispettivamente, il mercato all’ingrosso dell’energia elettrica e del gas in Italia. In questo caso, dovrebbero esserci solo minimi incrementi del prezzo che potrebbero comunque essere attenuati dal calo netto del prezzo del gas all’ingrosso registrato nella seconda metà del mese di dicembre.

In ogni caso, per minimizzare l’importo delle bollette, ad oggi, la strada principale è rappresentata dall’attivazione delle migliori offerte luce e gas del Mercato Libero che prevedono proprio l’accesso al prezzo del PUN e del PSV per garantire il costo dell’energia più basso possibile agli utenti. In alternativa, è possibile valutare tariffe a prezzo bloccato che, pur presentando un costo unitario dell’energia leggermente più alto rispetto al PUN e al PSV, garantiscono una protezione di lunga durata contro i rincari del mercato all’ingrosso che potrebbero registrarsi nel corso del 2023.

Nuovi aiuti per ridurre le bollette di luce e gas da Gennaio 2023

GLI AIUTI CONTRO IL CARO BOLLETTE LUCE E GAS DEL 2023
1. Azzeramento oneri di sistema per luce e gas
2. Taglio al 5% dell’IVA per il gas
3. Potenziamento del Bonus Luce e Gas con nuovo bonus integrativo e incremento del tetto ISEE a 15 mila euro
4. Proroga fino al 30 giugno 2023 del blocco alle modifiche unilaterali dei contratti da parte dei fornitori

Con l’inizio del 2023, inoltre, entreranno in vigore anche le novità volute dal Governo per contrastare la crisi energetica. In particolare, è prevista una proroga degli aiuti in corso con la conferma dell’azzeramento degli oneri di sistema su luce e gas e del taglio al 5% dell’IVA sul gas. Questi interventi sono validi per tutto il primo trimestre del prossimo anno come previsto dalla Manovra finanziaria. C’è poi la questione dei Bonus Luce e Gas.

Anche per il primo trimestre del 2023, infatti, è previsto l’arrivo di un bonus integrativo che andrà ad incrementare l’importo effettivo del bonus. Da notare, inoltre, che nel 2023 si registrerà un aumento del tetto ISEE per l’accesso ai bonus che sarà portato da 12 mila euro a 15 mila. Segnaliamo, inoltre, che il Governo ha scelto di prorogare il blocco alle modifiche unilaterali dei contratti al prossimo 30 giugno 2023 come ulteriore misura per contrastare l’emergenza.