Bollette luce e gas: arriva il decreto per limitare gli aumenti di ottobre

Nella serata del 23 settembre è arrivato il decreto del Governo con un pacchetto di misure pensate per limitare, il più possibile, il preannunciato incremento delle bollette di luce e gas. Dal prossimo mese di ottobre, infatti, il prezzo dell'energia e le altre voci della bolletta aumenteranno per effetto di vari fattori che stanno influenzando le quotazioni all'ingrosso. Il Governo ha preparato una serie di misure che andranno a limitare (ma probabilmente non ad azzerare) gli aumenti previsti per le bollette d luce e gas nel corso del quarto trimestre del 2021. Ecco tutti i dettagli.

Bollette luce e gas: arriva il decreto per limitare gli aumenti di ottobre

Il Consiglio dei Ministri ha approvato un decreto-legge mirato ad introdurre una serie di misure per il taglio delle bollette di luce e gas. Il provvedimento punta a contrastare gli aumenti previsti dal mese di ottobre per effetto del forte incremento delle quotazioni dell’energia all’ingrosso a cui si sommano altri fattori come il costo delle emissioni di CO2. Il pacchetto di misure varato dal Governo si articola in diversi interventi pensati per garantire un risparmio agli utenti.

Ecco quali sono le contromisure previste dal Governo contro gli aumenti delle bollette di luce e gas in arrivo dal mese di ottobre:

Bollette luce e gas: eliminazione oneri di sistema, taglio dell’IVA e potenziamento dei Bonus Luce e Gas

Il nuovo decreto-legge conferma lo stanziamento di 2,5 miliardi di euro per dare un taglio ai costi fissi delle bollette e contrastare gli aumenti preannunciati per il mese di ottobre. In particolare, vengono stanziati 2 miliardi di euro per l’eliminazione degli oneri di sistema per le bollette della luce e 480 milioni di euro per la riduzione degli oneri generali delle bollette del gas. L’intervento sugli oneri di sistema viene ottenuto sfruttando le risorse (circa 700 milioni di euro) ricavate dalle aste di CO2 a cui si sommano 1,3 miliardi di euro dalla Cassa per i servizi energetici e ambientali.

Da segnalare anche un altro importante intervento mirato ad alleggerire le bollette. Per ultimo trimestre del 2021 è previsto un taglio dell’IVA per le bollette del gas. Per gli ultimi tre mesi dell’anno in corso, l’imposta verrà porta al 5% per tutte le forniture per usi civili e industriali. Di norma, l’IVA applicata alle bollette del gas è del 10% o del 22% a seconda della tipologia d’uso. In questo modo, verrà ridotto notevolmente l’impatto dei rincari per le famiglie.

Da segnalare anche un nuovo intervento sui Bonus Luce e Gas. Le agevolazioni previste per le famiglie meno abbienti sono state rifinanziate con un nuovo stanziamento di 450 milioni di euro. Sarà compito di ARERA determinare le modalità di utilizzo dei fondi per minimizzare gli aumenti in arrivo. Secondo quanto riferisce il Governo, il potenziamento dei Bonus Luce e Gas andrà ad “azzerare gli effetti” del futuro incremento delle bollette per il prossimo trimestre, garantendo così un importante risparmio per tutti gli aventi diritto.

Restano confermati i requisiti per l’accesso ai Bonus Luce e Gas. Per poter accedere all’agevolazione (riconosciuta in automatico, basta presentare la Dichiarazione Sostitutiva Unica per l’ISEE) è necessario avere un ISEE fino a 8.265 euro (20.000 euro con più di 3 figli a carico) oppure essere titolari di reddito o pensione di cittadinanza. I nuovi fondi serviranno anche per potenziare il Bonus Luce per disagio fisico riconosciuto per le famiglie costrette ad utilizzare apparecchiature elettromedicali (in questo caso, è necessario presentare una domanda con certificazione dell’ASL allegata; non sono previsti limiti di reddito).

Ulteriori dettagli sull’applicazione delle nuove misure previste arriveranno nel corso dei prossimi giorni. Di certo, l’intervento del Governo (sugli oneri presenti in bolletta, sull’IVA delle bollette gas e sui bonus sociali) dovrebbe attenuare i rincari previsti nel corso del quarto trimestre del 2021. Ricordiamo, inoltre, che la prossima settimana ARERA comunicherà l’entità degli incrementi previsti dal 1° ottobre, sia per i clienti in tutela che per i clienti del Mercato Libero.

Come risparmiare subito sulle bollette di luce e gas

In attesa dell’intervento del Governo, è necessario agire subito per ridurre al minimo gli aumenti previsti su luce e gas. Per i consumatori c’è un’importante risorsa da sfruttare. Attivare oggi le migliori offerte del Mercato Libero, puntando su tariffe a prezzo bloccato, permetterà di annullare gli aumenti sui costi dell’energia elettrica e del gas in arrivo da ottobre (attenzione però, gli aumenti sulle altre voci della bolletta non potranno essere evitati). Scegliendo offerte vantaggiose sarà possibile ridurre al minimo le bollette andando ad attenuare i rincari in attesa che le misure del Governo.

Per individuare le offerte più vantaggiose è possibile affidarsi al comparatore di SOStariffe.it per offerte luce e gas, disponibile al link qui di sotto o tramite l’App di SOStariffe.it.

Scopri qui le migliori offerte luce e gas »

Utilizzare la comparazione per scegliere le offerte migliori (per le proprie esigenze) è semplice. Basta indicare una stima del proprio consumo annuo. Tale dato è riportato nelle ultime bollette e può essere stimato anche grazie al tool integrato nel comparatore.

Commenti Facebook: