Bollette gas non pagate: cosa succede?

Non è raro in Italia ritrovarsi con bollette gas non pagate, arrivate in ritardo e di importo esorbitante: cosa succede in questi casi? Come si comportano i fornitori? Una delle possibili conseguenze è la sospensione della fornitura (c.d. distacco per morosità), che comunque, grazie all’intervento dell’Autorità è assoggettato a particolari termini e condizioni: ecco quali sono.

Sospensione della fornitura verso clienti morosi. Ecco perché e quando accade

Almeno ogni due mesi gli italiani vengono sommersi da una valanga di fatture relative al pagamento dei servizi gas, energia, ADSL e altri. Spesso però, per colpa del fornitore stesso o del servizio postale, le bollette arrivano con gravi ritardi e ciò comporta cambiamenti inerenti il contratto sottoscritto e i termini di pagamento. Nei casi dei bollette gas non pagate, l’operatore può anche arrivare alla sospensione della fornitura, nota come distacco per morosità.

L’interruzione del servizio comunque, grazie ad alcuni interventi dell’Autorità per l’Energia ed il Gas, è sottoposta a regole precise e non può essere applicata in modo incondizionato. Ecco cosa succede e come comportarsi.
Confronta forniture gas

Bollette gas non pagate e sospensione fornitura

Pochi anni fa il fenomeno della morosità dei clienti forniture gas ed energia ha raggiunto livelli molto alti (è il report pubblicato nel 2015 dall’Autorità) e, conseguentemente, le richieste di sospensione dei servizi hanno raggiunto gli 1,76 milioni.

Quando il fornitore si accorge di bollette gas insolute però, non può procedere direttamente al distacco, ma deve preventivamente inviare una lettera di costituzione in mora via raccomandata a/r al proprio cliente, indicando le fatture da pagare e il termine concesso. Nella missiva dovrà anche essere indicata la data in cui potrà essere richiesta la sospensione fornitura, che non può essere inferiore a 3 giorni lavorativi calcolati dalla scadenza del pagamento.

Se la fattura arriva in ritardo

L’Autorità, dopo la bufera ricaduta su Poste Italiane, è intervenuta in modo efficacie anche sul fronte ritardi: cosa succede in questi casi? Si è stabilito che la messa in mora inviata con raccomandata è obbligatoria per tutte le bollette insolute, comprese quelle scadute nel periodo in cui è già in corso una prima procedura di messa in mora. Questo secondo diktat è risolutivo dei casi di distacco per fatture arrivate in ritardo (i mancati pagamenti la cui colpa, in sostanza, non può essere addebitata al cliente).

bollette gas reclamo

Rimanendo in tema, l’invio della raccomandata di preavviso non esonera il fornitore dall’obbligo di rispondere ai reclami inviati dai clienti, relativi al mancato recapito o alla mancata emissione della bolletta.

I problemi relativi alla bollette gas non pagate per ritardo, sono stati risolti in modo compiuto grazie alla novità bolletta web. I sottoscrittori di forniture online che offrono il servizio potranno ricevere un sms di avviso e, contestualmente, un e-mail contenente la comunicazione di emissione fattura. Gli stessi potranno collegarsi alla propria area privata web e pagare le pendenze in un click, con addebito su conto corrente.

Per trovare le forniture più economiche con bolletta web utilizza il nostro comparatore.
Scopri bolletta web

Rateizzazione dopo la scadenza

Non tutti sanno che la sospensione fornitura può essere evitata chiedendo la rateizzazione dopo la scadenza, specie nei casi in cui l’importo della fattura è molto elevato. Poco tempo fa l’Autorità ha ampliato i termini a disposizione dei clienti e introdotto nuove garanzie oltre ai preavvisi cui è tenuto in fornitore.

La richiesta di pagamento a rate può avvenire entro i 10 giorni seguenti alla scadenza della bolletta ovvero entro 30 giorni dalla sua emissione (non più 20 dunque). Questo termine viene concesso anche nei casi di fatturazione a conguaglio o di addebito di consumi non registrati dal contatore per malfunzionamento.

Reclami e nuove sanzioni

Cosa succede se l’operatore non rispetta le regole introdotte dall’Autorità sulle bollette gas non pagate? Dovrà restituire al cliente 30 Euro se il servizio viene sospeso senza l’invio della raccomandata a/r di preavviso e di costituzione in mora, oppure 20 Euro quando, nonostante la missiva, non abbia rispettato le tempistiche.

Commenti Facebook: