Bollette energia, rateizzazione dopo la scadenza e altre novità AEEGSI

Un recente comunicato stampa dell’Autorità per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico (AEEGSI) annuncia la nuova possibilità di rateizzazione delle bollette energia anche dopo la scadenza di pagamento. La delibera parla inoltre di un allungamento dei tempi a disposizione, e del rafforzamento delle garanzie per i clienti non regolari nei pagamenti in caso di morosità.

rateizzazione bollette luce e gas
Buone notizie in materia di morosità luce e gas: adesso si potranno rateizzare anche le bollette scadute

E’ stata approvata dall’AEEGSI la delibera 258/2015/R/com, che introduce delle novità in materia di morosità in bolletta. Nel dettaglio, si legge nel comunicato stampa, i clienti serviti in maggior tutela potranno richiedere di rateizzare le bollette anche entro i 10 giorni successivi alla scadenza della fattura, ovvero entro 30 giorni dalla sua emissione (finora erano 20 giorni).

In più, a tutela dei consumatori, la comunicazione di messa in mora sarà obbligatoria per tutte le bollette energia elettrica e gas per le quali non risultino i pagamenti, anche per quelle scadute nel periodo in cui è già in corso una precedente procedura di mora. In caso contrario, il venditore non potrà richiedere la sospensione della fornitura.

La rateizzazione, ricorda l’Autorità, “deve essere obbligatoriamente offerta al cliente ad esempio in alcuni casi di fatturazione a conguaglio o di addebito di consumi non registrati dal contatore per malfunzionamento non imputabile al cliente”.

Nei casi di clienti con morosità reiterata, qualora non si abbia diritto al bonus sociale energia, si potrà invece prevedere la possibilità di un aumento del deposito cauzionale, con un taglio dei tempi obbligatori per saldare le bollette dalla costituzione in mora (10 giorni circa rispetto ai 20 previsti per tutti).

La nuova delibera, disponibile sul sito dell’Autorità, si inquadra in un processo di modifiche del mercato dell’energia che prevede anche interventi per incentivare la fatturazione su consumi effettivi o autoletture e per la piena implementazione del Sistema Informativo Integrato (SII).

Nel 2015 è record di bollette non pagate

Buone notizie dunque per i clienti che fanno fatica a saldare i debiti, che ricordiamo non sono pochi. Secondo uno studio Unirec, il totale di bollette e rate non pagate nel 2014 ha raggiunto la cifra record di 56,2 miliardi, e la tendenza è quella di continuare a crescere. Negli ultimi sette anni questo valore è quadruplicato, aumentando del 16% rispetto al 2013, e si tratta per l’88% di morosità nelle famiglie.

Nel caso dell’energia, il tasso di morosità delle forniture domestiche di energia elettrica nel 2013 è stato pari a 0,79%, che significa un +12% rispetto al 2012. Negli altri usi a bassa tensione, la morosità raggiunge il 2,78% nel 2013, registrando un incremento del 40% rispetto al 2012 (quando era  dell’1,98 %).

In materia di gas naturale la morosità l’anno scorso ha riguardato il 2,13% delle utenze domestiche, contro il 2,09% nel 2012, mentre per altri usi è stata pari al 3,90 %.

L’Autorità ha rivisto, infine, le procedure di switching o cambio fornitore luce e/o gas, con l’accorciamento dei tempi per il gas a partire dal prossimo gennaio. Così, a partire dall’anno prossimo traslocare la propria fornitura -una procedura gratuita dove l’Autorità stessa garantisce la continuità del servizio – potrebbe effettuarsi in maniera più veloce.
Confronta Tariffe Gas

 

 

Commenti Facebook: