Bollette e affitto pesano per il 61% del reddito

Secondo recenti dati Adoc, l’affitto e le bollette pesano per il 61,4% del reddito di un contribuente, ovvero il 7,6% in più rispetto alla media europea. Il problema, secondo l’associazione, è il basso reddito degli italiani, che si trova un 25% al di sotto della media europea. In effetti, gli affitti in Italia costano 100 euro al mese di meno rispetto la media europea, sebbene le bollette siano tra le più care del continente.

come risparmiare sulle spese domestiche
In Italia le bollette sono tra le più alte di Europa. Cambiando fornitore si può risparmiare

Affitto e bollette assorbono il 61,4% del reddito di un singolo contribuente in Italia, mentre nel resto dell’UE pesano per il 53,8%. La causa, spiega Adoc, è il basso reddito degli italiani, un 25% inferiore alla media europea.

Lamberto Santini, Presidente dell’Adoc, spiega che “La casa rappresenta una spesa enorme, quasi ingestibile per le famiglie italiane, a differenza di quanto accade nel resto d’Europa: in Italia si spendono al mese circa 100 euro in meno rispetto alla media europea, ovunque tranne che in Spagna i costi sono più alti. Ma la differenza è che ogni mese la rata d’affitto “sottrae” oltre la metà dello stipendio di un singolo lavoratore, mentre ad esempio in Germania l’impatto non supera il 38%”.

Gli affitti non sono alti, ma le bollette sì. Stando ai risultati dello studio Adoc, in Italia si spendono in media per energia elettrica, acqua, gas e rifiuti, quasi 160 euro al mese contro i 145 euro della media europea. Tra i Paesi europei con le bollette più basse si trovano la Germania, Spagna, Francia e Svezia. In quest’ultimo le bollette pesano per il 4% del reddito mensile, mentre in Italia per oltre il 10%.

Il vero problema è la bassa disponibilità reddituale: lo stipendio netto medio è inferiore di un quarto alla media europea, in Germania si guadagna il 36,4% in più, in Svezia oltre il 50% in più” spiega il Presidente, aggiungendo che “è evidente che questo si traduce in un impatto reddituale maggiore delle spese, comportando per molte famiglie l’impossibilità di avere una casa. Anche le spese per l’acquisto di una casa sono impegnative, il prezzo medio al mq di un appartamento in periferia è superiore dell’8% rispetto alla media europea, in Germania si spende il 44% in meno al metro quadro, in Olanda il 20% in meno”.

Risparmiare cambiando fornitore

Alla luce di questi calcoli, si rende necessario adottare tutte le misure possibili per tagliare le spese domestiche. Sul fronte del risparmio, SosTariffe.it ha indagato molto e pubblicato numerosi osservatori, grazie ai quali oggi possiamo affermare che cambiando fornitore Energia elettrica, Gas, telefono e ADSL è possibile risparmiare fino a 1.200 euro all’anno.

Lo dimostra uno degli ultimi osservatori del 2013 -“Cambiare gestore diventa ancora più conveniente“- nel quale si legge che nel 2013 è cresciuta la convenienza nel cambiare gestore, con un aumento dell’entità del risparmio in bolletta fino al 45,5% in più rispetto al 2012.

Così, è possibile oggi risparmiare oltre 200 euro con una nuova tariffa gas, più di 100 euro cambiando gestore luce e perfino 900 euro con alcune offerte ADSL + Telefono Fisso.

Nel caso dell’ADSL, conviene sicuramente approfittare delle prezzi promozionali che prevedono i fornitori, soprattutto per le tariffe ADSL + Telefono Fisso. Queste sono infatti le più convenienti, anche per coloro che non hanno interesse a fare chiamate telefoniche, perché includono nel prezzo il Canone Telecom (che invece va pagato in una bolletta a parte con le tariffe solo ADSL).

Per quanto riguarda le bollette della luce e il gas, per tagliarle conviene passare al mercato libero. In effetti, approfittando delle offerte dei fornitori, è possibile risparmiare oltre 205 euro all’anno sul gas, e altri 105 euro sulla luce, con un risparmio complessivo che supera i 300 euro annui.

In materia di gas, inoltre, questo risparmio è possibile in tutta Italia, a prescindere della Regione, come spiegato nel nostro articolo Il mercato libero del gas conviene in tutta Italia.

Per identificare facilmente quali sono le offerte energia elettrica, gas e ADSL che meglio si adattano alle proprie esigenze, consigliamo al lettore di utilizzare i nostri comparatori gratuiti ed indipendenti di tariffe.

Confronta Tariffe Luce

Commenti Facebook: