Bolletta gas troppo cara

Hai ricevuto una bolletta del gas troppo cara e vuoi evitare che la situazione si verifichi nuovamente? Grazie ad alcuni semplici accorgimenti nel tuo comportamento quotidiano le tue tasche potranno trarre giovamento, ma potrebbe essere utile anche prestare attenzione alle offerte che periodicamente vengono lanciate sul mercato dai vari operatori e capire quindi se c’è una tariffa gas adatta alle tue esigenze.

Rimediare a una bolletta del gas troppo cara è davvero possibile

Ricevere una bolletta del gas troppo cara è certamente una situazione piuttosto spiacevole, ma a cui è possibile rimediare ben sapendo che soprattutto in un periodo di crisi economica come quello attuale sprechi e comportamenti poco accorti non sono più consentiti. Alcuni accorgimenti potranno comunque essere utili anche quando le difficoltà attuali saranno solo un lontano ricordo proprio perché consumare in maniera eccessiva quando non è necessario è superfluo.

Consigli utili per risparmiare

Ogni utente che vuole diminuire la propria spesa per il gas deve innanzitutto tenere presenti le esigenze di famiglia e capire quale può essere la tariffa più adatta in base ai consumi abituali. La possibilità di scegliere l’operatore che si preferisce è utile in situazioni di questo tipo soprattutto perché molto spesso vengono lanciate promozioni interessanti dedicate ai nuovi clienti che consentono in maniera decisiva di tagliare le spese.

E’ utile quindi consultare la comparazione effettuata da SosTariffe.it: nell’arco di pochi minuti, infatti, accedendo al sito comparirà una panoramica d’insieme tra le tariffe gas proposte dalle varie compagnie. Questo permetterà di capire meglio le opportunità del mercato, sia libero che tutelato (nel quale i prezzi vengono decisi trimestralmente dall’AEEGSI, ovvero l’Autorità per l’Energia Elettrica, il Gas e il Sistema Idrico).

Confronta le tariffe Gas

Comportamenti utili da seguire

E’ opportuno inoltre che ognuno faccia un utilizzo equilibrato e razionalizzato di riscaldamenti e strumenti di ventilazione. Eventuali situazioni di abuso, che devono essere evitate al massimo, infatti, si possono poi ripercuotere in bolletta. Può essere consigliabile per questo ad esempio spegnere ciclicamente i dispositivi presenti in casa e aprire periodicamente le finestre per consentire un cambio dell’aria all’interno dell’abitazione.

E’ importante poi verificare che la temperatura all’interno dell’abitazione non superi i 18-19 gradi e fare in modo che gli strumenti che regolano il riscaldamento entrino in funzione, salvo necessità particolari, soprattutto nelle ore serali e in quelle mattutine. Un solo grado in più, infatti, può portare in media un aumento in fattura pari all’8%.

Un altro comportamento a cui spesso si dà poca importanza ma che finisce per essere tra i principali responsabili delle bollette del gas troppo elevate è l’eccessivo consumo di acqua: per questo è consigliabile evitare di utilizzare uno scaldabagno, mentre è preferibile sfruttare caldaie o impianti simili. Per questo tenere sotto controllo periodicamente la caldaia è importante non solo per i limiti imposti dalla legge, ma anche per verificare che non ci siano malfunzionamenti che possono causare consumo eccessivo.

Altri consigli utili

  • Le tariffe del mercato libero costano meno del servizio di maggior tutela: cambiare operatore e diventare clienti del mercato libero dell’energia fa risparmiare l’8%.
  • Attivare e gestire online la fornitura fa risparmiare tempo e denaro. In questo modo si evitano lunghe file per pagare i bollettini. Esistono inoltre offerte attivabili e gestibili solo online, che fanno risparmiare fino a 100 euro all’anno e prevedono il pagamento con RID bancario o con carta di credito (a volte anche tramite app).

Vai alle tariffe Gas con pagamento RID

  • E’ importante poi controllare se stiamo pagando i consumi reali o quelli stimati. E’ legittimo, infatti, che vengano addebitati i costi stimati se si è stipulato un contratto da poco, ma si deve sempre verificare che questo avvenga solo in un primo periodo. Se la bolletta sembra troppo salata, è utile contattate l’operatore e chiedere una verifica sulla lettura del contatore: potrebbe essere possibile riavere le somme versate per sbaglio e ricalibrare i consumi in modo veritiero.
  • La crisi continua a farsi sentire, ma se l’utente ne ha la possibilità, cambiare periodicamente gli elettrodomestici aiuta a diminuire i consumi. Se state anche ristrutturando casa, ricordatevi che cambiare frigo, lavatrice e altri elettrodomestici darà diritto anche alle detrazioni Irpef fino a 10 mila euro previste dall’ecobonus.

Ora quindi abbiamo capito meglio che è davvero possibile rimediare a una bolletta del gas troppo cara. Molto spesso, infatti, basta un po’ di attenzione in più per fare in modo che non siano le nostre tasche a piangere quando ormai è troppo tardi.

Commenti Facebook: