Bolletta gas seconda casa, come risparmiare

A differenza della fornitura di energia elettrica, quella del gas non varia in base alla propria residenza, e quindi non c’è distinzione tariffaria (fatta eccezione a quelle legate alla distribuzione del gas su base geografica) tra prima e seconda casa. Non per questo non è possibile spendere i meno in bolletta nella propria villetta al mare o chalet di montagna: ecco alcuni consigli, relativamente alla bolletta gas seconda casa, su come risparmiare.

Gas-seconda-casa
Ecco come risparmiare con la casa al mare o in montagna

Come agire sulla seconda casa per risparmiare sul gas

Se la seconda casa deve essere ancora acquistata oppure se è in fase di costruzione, ci sono delle particolarità da tenere a mente per non subire poi dei veri e propri salassi a causa della bolletta del gas troppo alta. Ci sono contesti, poi – ad esempio le case in montagna, che rimangono fredde per molti mesi all’anno e poi devono essere copiosamente riscaldate – dove una certa attenzione a questi fattori è davvero indispensabile. Sapere, con la bolletta gas seconda casa, come risparmiare significa anche approfondire queste problematiche.

Importantissimo è, per cominciare, l’isolamento termico, per evitare dispersioni. Prima si interviene meglio è, per evitare in futuro costosi lavori con risultati spesso non paragonabili. La coibentazione, inoltre, non soltanto permette una riduzione dei consumi, ma anche vantaggi ulteriori come l’isolamento acustico e la diminuzione dell’umidità, con conseguenti benefici per la nostra salute.

Per raggiungere un buon isolamento termico è necessario prima di tutto isolare il tetto (a seconda che il sottotetto sia praticabile o utilizzabile come deposito o meno, si può coibentare o intervenire direttamente sul solaio, isolando a terra) e i muri (aggiungendo lo strato isolante con il classico “cappotto” oppure in intercapedine). Si possono usare pannelli isolanti in vari materiali come sughero, polistirolo, argilla espansa o cartongesso, a seconda della situazione e dell’investimento desiderato. Molto importanti anche i doppi vetri per ridurre quasi del tutto la dispersione di calore.

Attenzione perché l’isolamento termico non serve soltanto per migliorare i consumi nelle case di montagna che attraversano inverni molto freddi: d’estate, infatti, senza un adeguato isolamento una casa al mare o in campagna può diventare davvero calda, e l’installazione di climatizzatori  per rimediare all’afa può far lievitare, e non poco, la bolletta elettrica.

Le abitudini da prendere

Anche quando si è nella propria seconda casa è bene seguire alcune abitudini “virtuose” che minimizzano i consumi di gas, sia relativi al riscaldamento che alla cottura dei cibi. Prima di tutto bisogna evitare di tenere la temperatura interna, se si dispone di riscaldamento autonomi, superiore ai 18-19 °C: molto meglio mettersi un maglione in più o aggiungere una coperta durante la notte che tenere il termostato a 22 o 23 gradi, anche per quanto riguarda la salute.

Le valvole termostatiche sui termosifoni permettono di regolare ciascun radiatore indipendentemente dagli altri, in modo da aumentare o diminuire la temperatura solo nelle stanze dove è davvero importante. Anche in cucina si può risparmiare gas, usando solo i fornelli adatti alle padelle o alle pentole e non quelli più grossi e mantenendo il coperchio per velocizzare la cottura. Ricordate inoltre che la pasta può terminare la cottura anche con il gas spento.

Cambiare operatore, la scelta per risparmiare di più

Non commettete l’errore di pensare che il gas abbia lo stesso prezzo dappertutto: se infatti non c’è distinzione tra una fornitura di gas per prima o seconda casa, è altrettanto vero, come si accennava prima, che a seconda della regione i prezzi per la distribuzione cambiano. Per fare un esempio, questi sono i prezzi con Semplice Gas di Enel Energia fino al 23 luglio:

  • 0,73 €/Smc per Liguria, Piemonte e Val d’Aosta;
  • 0,69 €/Smc per Lombardia, Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia, Veneto;
  • 0,72 €/Smc per Toscana, Umbria e Marche;
  • 0,74 €/Smc per Lazio e Campania;
  • 0,69 €/Smc per Abruzzi, Molise, Puglia e Basilicata;
  • 0,76 €/Smc per Calabria e Sicilia.

A tutto questo vanno aggiunte le diverse condizioni praticate dagli operatori e che consentono di risparmiare anche parecchie centinaia di euro, come i bonus riconosciuti in bolletta, le assicurazioni contro i guasti di casa e così via. Il modo migliore per trovare l’offerta giusta è consultare il nostro comparatore, cliccando sul pulsante qui sotto.
Confronta le offerte gas

Cosa cambia con l’energia elettrica

Diverso il discorso tra prima casa e seconda casa per quanto riguarda l’energia elettrica. La residenza, infatti, cambia non poco le tariffe che vengono applicate.

La tariffa D2 è rivolta soltanto al cliente residente con potenza contrattuale inferiore o uguale a 3 kW, con sei scaglioni di di consumo; la D3, invece, si applica sia ai clienti residenti con potenza contrattuale superiore a 3 kW sia ai clienti non residenti (le seconde case) a prescindere dalla potenza installata. Ecco che quindi l’esborso in bolletta può essere superiore, motivo per cui anche per quanto riguarda l’energia elettrica è bene premunirsi e trovare l’operatore migliore della zona di riferimento.

Allo stesso modo della bolletta gas seconda casa, come risparmiare con l’energia elettrica è questione anche dei vari bonus e benefit previsti dalle diverse aziende, dai kWh in omaggio per i clienti più fedeli fino al blocco del prezzo della Componente Energia per un certo numero di mesi. Inoltre per la seconda casa è cruciale scegliere bene tra un’offerta multioraria o monoraria: in genere è conveniente la seconda, visto che non si lavora e si è quindi in casa tutto il giorno, ma se la seconda casa è abitata soltanto durante i weekend e i giorni festivi allora anche un’offerta multioraria può risultare conveniente.

Cliccando sul pulsante qui sotto si potrà trovare senza difficoltà l’offerta per l’energia elettrica più conveniente per le nostre tasche.
Confronta le offerte energia elettrica

Commenti Facebook: