di

Bolletta gas confronto

In un periodo di difficoltà economica come quello attuale che coinvolge molte famiglie italiane è indispensabile poter controllare le spese in tutti gli ambiti ed evitare sprechi inutili. Anche per quanto riguarda la bolletta del gas fare un confronto tra le proposte dei vari operatori è un'operazione fondamentale: serve quindi essere aggiornati sulle ultime offerte e conoscere le proprie abitudini per eliminare comportamenti che possono essere dannosi.

Bolletta gas confronto

Se sei stanco di ricevere una bolletta del gas troppo alta fare un confronto tra le proposte dei vari operatori è consigliabile per capire quale può essere la tariffa che si addice meglio alle tue abitudini. Cambiare gestore è un’operazione ormai semplice: non è necessario né sostituire il contatore né chiamare un tecnico. Non dovrai nemmeno sopportare disagi particolari, poiché non è prevista nessuna interruzione del servizio al momento del passaggio e non dovrai nemmeno fornire spiegazioni sulla decisione presa alla vecchia società di cui eri cliente.

E’ importante però precisare che non esiste un’offerta o un operatore migliore in assoluto, la scelta dovrà essere fatta basandosi soprattutto sui propri comportamenti e bisogni familiari.

In autunno risparmiare è importante

Ormai da qualche tempo le giornate si sono accorciate e sarà quindi maggiore il tempo che molti di noi trascorreremo in casa per ripararci dal freddo. I consumi del gas, quindi, con il passare dei mesi sono destinati a crescere, ma tenendo presente le proposte dei vari operatori sarà possibile evitare di trovarsi di fronte a conti troppo salati. Ricorrere al mercato libero del gas è la scelta più adatta per ridurre le spese anche del 15% e poter avvantaggiare anche chi solitamente ha consumi piuttosto bassi.

Essere costantemente informati sulle proposte dei vari operatori è un’operazione utile da effettuare: il comparatore realizzato da SosTariffe.it si rivela adatto perché consente di avere una panoramica sulle varie tariffe e di analizzare quale può essere la più adatta a soddisfare i propri bisogni familiari.

E’ consigliabile inoltre cambiare fornitore sin da subito, prima che arrivi l’inverno in cui i consumi per il gas saranno superiori, e usufruire di una tariffa a prezzo bloccato in modo tale da non avere a che fare con gli aumenti dei prezzi che si verificano come consuetudine con il cambio di stagione.

Confronta tariffe gas »

Consigli utili per diminuire i consumi

Evitare comportamenti che possono portare a sprechi è fondamentale. Proviamo quindi a dare alcune raccomandazioni che possono servire per non trovarsi di fronte a sorprese sgradite in bolletta:

  • prestare attenzione a usare fornelli di giuste dimensioni. Mai servirsi di griglie piccole quando si hanno pentole grandi perché si finirebbe con l’utilizzare più gas di quanto realmente è necessario, ma anche al contrario dato che fornelli troppo grandi per pentole piccole sprecano gas;
  • evitare di preriscaldare il forno in grande anticipo rispetto a quando lo si deve realmente utilizzare. Non aprire troppo spesso lo sportello durante la cottura, un’azione inutile che porta a una fuoriuscita di calore eccessiva e quindi a dover utilizzare l’elettrodomestico per più tempo rispetto a quanto necessario;
  • in bagno è bene impostare il termostato su due temperature, 60 gradi d’inverno e 40 d’estate. Se si possiede un apparecchio nuovo o se si ha intenzione di cambiarlo si deve osservare se ha l’opzione “istantaneo”, utile a scaldare solo l’acqua che stai per usare.

Attenzione alla stangata d’autunno

Storicamente i prezzi delle tariffe salgono in questo periodo, com’è successo ad ottobre 2014, quando è stato deciso un aumento del 5,4% sul gas e dell’1,7% sull’energia elettrica. Proprio in questi giorni è arrivata la conferma che l’ennesimo incremento arriverà anche in questo 2015 che volge al termine: la bolletta del gas registrerà un aumento del 2,4%, mentre il costo dell’energia salirà del 3,4%.

Per quanto riguarda invece le spese medie nell’anno in corso, il gas costerà alle famiglie 1.123 euro. Una cifra certamente non da poco, ma comunque inferiore rispetto a quanto accaduto dodici mesi fa: il risparmio, infatti, è del -4,2% (circa 50 euro) per il gas e del 2,2 per l’energia elettrica (circa 11 euro).

L’aumento in una prima fase interesserà solo i clienti in maggior tutela e quelli del mercato libero che hanno scelto di attivare una tariffa indicizzata AEEGSI. Chi invece ha deciso di optare per una tariffa a prezzo fisso e si trova ancora nel periodo promozionale in cui i costi sono bloccati (solitamente la durata è di 1-2 anni), non osserverà modifiche nelle bollette che verranno inviate in autunno.

I clienti che invece hanno sottoscritto un’offerta a prezzo bloccato più di uno o due anni fa potrebbero riscontrare qualche modifica nei prezzi. In questo caso è consigliabile osservare il proprio contratto per conoscere meglio le normative ed eventuali clausole a cui si è aderito.

Attualmente i prezzi di riferimento sono al minimo dell’anno e per questo diventa più conveniente per chi è insoddisfatto cambiare ora fornitore per la luce e il gas in modo tale da poter approfittare di tariffe dal prezzo ridotto per risparmiare. Tutti otterranno un beneficio economico cambiando fornitore sin da ora. Innanzitutto, i clienti in maggior tutela e quelli con tariffe indicizzate AEEGSI, che saranno i primi a vedersi aumentare le bollette il mese prossimo. Ma anche chi è sul mercato libero da oltre due anni, perché qualunque offerta abbia sottoscritto sarà sicuramente più costosa rispetto alle proposte attuali, che hanno beneficiato dei successivi tagli dell’Autorità.

Se vuoi davvero risparmiare non basta scegliere gestore e offerta ritenute più adatte alle proprie esigenze: per la telefonia mobile, ad esempio, infatti, tendiamo a cambiare tariffa quando troviamo qualcosa di più conveniente e lo stesso si può fare per le altre bollette. Da qualche tempo è possibile optare per lo stesso gestore per gas e luce, una scelta che permette di avere a che fare con un unico interlocutore in caso di problemi o dubbi sulla propria situazione, ma anche di poter usufruire di un’ulteriore riduzione dei costi per la possibilità di ricevere un unico bollettino postale o se viene data una sola domiciliazione bancaria.

E’ possibile risparmiare fino a 400 euro l’anno attivando le offerte del mercato libero di luce e gas, ma è importante valutare anche quale può essere la tariffa più adatta in base alle proprie abitudini. Per poterlo fare e individuare il risparmio maggiore con il proprio profilo di consumo è utile consultare il pulsante verde qui sotto:

Vai alle tariffe gas »

Ora sai quindi quanto è fondamentale consultare costantemente la propria bolletta del gas per fare un confronto tra i vari operatori presenti sul mercato e poter iniziare a risparmiare il prima possibile.