Bolletta gas alta d’estate, come mai?

In estate i consumi di gas naturale dovrebbero scendere, e di conseguenze le bollette. Tuttavia, alcuni errori possono condurre a una bolletta gas alta d’estate, come mai? Sprecare acqua calda e non fare attenzione ai consumi di gas in cucina possono far lievitare le bollette; tuttavia, la principale responsabile di una bolletta salata è la tariffa gas sbagliata. Con il mercato libero però si possono risparmiare anche 180 euro all’anno sul gas.

Bolletta gas alta d’estate, come mai?
E' possibile tagliare la bolleta del gas anche d'estate: ecco come fare

Bolletta gas alta d’estate, come mai? Sebbene nella bella stagione i consumi di gas dovrebbero scendere, alcuni utenti si ritrovano con bollette da pagare troppo salate. Vediamo cosa si può fare.

La principale spesa per il gas durante l’inverno è, ovviamente, il riscaldamento. Tuttavia, anche la produzione di acqua calda e l’uso del gas in cucina influiscono sulle bollette.

Tagliare la bolletta del gas: consigli in cucina

Una parte del consumo di gas riguarda la cucina: piccoli accorgimenti possono aiutare a ridurlo e, complessivamente, l’effetto può essere notevole.

Ad esempio, può tagliare il consumo di gas naturale il fatto collocare le padelle e le pentole sulle piastre di dimensioni proporzionate al diametro, coprirle con il coperchio durante la cottura o spegnere la piastra prima della fine cottura, per sfruttare il calore residuo.

E’ importante anche come cuciniamo: la cottura al vapore a castello consente la preparazione contemporanea di più pietanze utilizzando un unico fornello, ed è ancora più parsimoniosa – in termini di consumi – la pentola a pressione. Se si cucinano legumi, poi, si può prolungare il loro ammollo dalle classiche 8 ore anche fino a 24 ore, riducendo i successivi tempi di cottura.

Per alcune ricette si può preferire la cottura a freddo, mentre la pasta si può aggiungere alla pentola anche prima che l’acqua abbia iniziato a bollire.

L’estate, infine, è la stagione ideale per lasciare spenti i fornelli e approfittare per mangiare piatti freddi, insalate, verdure crude e frutta. Una cucina fresca con i fornelli e il forno spento, d’altronde, collabora a ridurre il consumo di energia elettrica facendo “lavorare meno” il condizionatore.
Risparmia anche sull’energia elettrica

Acqua calda e sprechi: come evitarli

Una caldaia poco efficiente per produrre acqua calda può essere la colpevole di un consumo sproporzionato di gas. Sostituendo il vecchio impianto per una caldaia a condensazione o, meglio ancora, per una pompa di calore, si possono ridurre le spese in maniera significativa.

In effetti, l’utilizzo di una caldaia a condensazione consente di tagliare i consumi di gas fino al 35% rispetto ad una caldaia tradizionale. Se si desidera sostituire invece lo scaldabagno elettrico, installando uno scaldacqua a pompa di calore, è possibile risparmiare addirittura il 75% dei consumi.

Conservando lo scaldabagno elettrico, si può ancora ottimizzare il suo funzionamento regolandone il termostato a 40°C d’estate (massimo) e a 60°C d’inverno, collocando inoltre un timer che sia in grado di fissare l’orario di accensione.

Alcuni consigli che possono sembrare banali, quali evitare le docce calde troppo lunghe o non aprire i rubinetti dell’acqua calda quando non è necessario, possono complessivamente collaborare a ridurre i consumi.

Sono anche interessanti i riduttori di flusso installati nella doccia e sui rubinetti, che consentono di diminuire fino al 50% dell’acqua erogata. Allo stesso modo, un regolatore di scarico nel WC, consente di regolare l’uscita d’acqua a seconda delle necessità.

Infine, eseguire modifiche e ristrutturazione sull’abitazione che riguardino l’efficienza energetica, come l’installazione di doppi vetri o polistirolo alle pareti per migliorare l’isolamento termico approfittando delle detrazioni fiscali del 55%, valide fino al 31 dicembre 2015.

Bollette gas salate: la colpa è della tariffa

Se ritenete che a casa vostra i consumi non sono esagerati, ma la bolletta del gas è troppo alta d’estate, probabilmente state pagando una tariffa gas sconveniente.

In effetti, pur se l’Autorità per l’energia ha tagliato il prezzo di riferimento per la materia prima del gas durante gli ultimi anni, tanto una offerta del mercato libero attivata qualche anno fa come l’attuale tariffa a maggior tutela sono in sovrapprezzo rispetto alcune delle migliori offerte gas del mercato libero.

Ad esempio, una famiglia numerosa (almeno 5 persone, consumi annui 2.100 m3 di gas) può risparmiare ben 180 euro all’anno attivando l’offerta web E-Light Gas di Enel Energia.
Scopri E-Light Gas

Ma la proposta di Enel non è l’unica vantaggiosa: se vi state ancora chiedendo sulla bolletta gas alta d’estate, come mai? allora vi consigliamo di utilizzare il comparatore di SosTariffe.it che vi dimostrerà quanto siano convenienti alcune delle attuali tariffe del mercato libero.

Confronta Tariffe Gas »

Commenti Facebook: