Bolletta dell’acqua: come risparmiare? In bagno

L’acqua potabile è un bene fondamentale per la vita ma scarseggia; perciò la bolletta dell’acqua è sempre più costosa. Imparare a risparmiare l’acqua, riducendo gli sprechi nei comportamenti quotidiani, non solo è un gesto di civiltà e solidarietà nel confronto dei territori in cui l’acqua è completamente assente, ma anche di convenienza economica.

A continuazione vediamo la nostra raccolta dei migliori consigli per risparmiare sulla bolletta dell’acqua. Oggi vediamo da vicino alcuni consigli su come utilizzare meglio l’acqua in bagno. 

Risparmiare acqua nel bagno

Ogni volta che si getta lo sciacquone del water si perdono circa 10 litri d’acqua; ma non sempre è necessario utilizzarne questa gran quantità.

Per ridurla, basta introdurre nella cassetta una bottiglia di plastica da un litro e mezzo o due litri piena di sabbia o d’acqua, assicurandosi che sia ermeticamente chiusa con il tappo; oppure, si può far installare un sistema con doppio pulsante di scarico. In questo modo, il galleggiante dello sciacquone viene regolato ad una capacità minore d’acqua, riducendo fino al 25% del getto.

Preferite sempre la doccia al bagno in vasca. Per riempire una vasca occorrono100 litri d’acqua mentre che per farsi una doccia il consumo d’acqua è di circa la metà.

Un gesto quotidiano e frequente come lavarsi i denti può comportare grandi sprechi d’acqua a causa della brutta e inutile abitudine di lasciare il getto dell’acqua aperto. Ogni volta che ci laviamo i denti, il rubinetto resto aperto durante almeno 2 minuti in maniera assolutamente inutile.

Invece, il getto d’acqua è utile soltanto due volte: inizialmente per bagnare lo spazzolino e alla fine per lavarlo. Per risciacquare la bocca è meglio utilizzare un bicchiere; in ogni caso molti specialisti affermano che per un’ottima pulizia, è consigliato risciacquare la bocca impiegando lo stesso spazzolino bagnato, dato che consente una migliore rimozione del dentifricio.

Stessa cosa accade all’ora della rasatura: il rubinetto deve essere chiuso mentre ci si rade. Per pulire il rasoio durante la rasatura, è meglio riempire un bicchiere grande oppure lo stesso lavabo sino alla metà. Il tempo utilizzato per radersi è identico, ma lo spreco d’acqua si riduce in maniera considerevole.

Infine, tenere sempre aperto il getto d’acqua mentre ci si lavano le mani è anche inutile. Una buona pulizia consiste in bagnarsi un po’ le mani prima di insaponarle; subito dopo chiudete il rubinetto e durante almeno un minuto strofinatele bene. Il getto d’acqua va poi riaperto solo per risciacquarle.

Dato che si tratta di operazioni che si ripetono molte volte nell’arco di una giornata, il risparmio d’acqua che si ottiene modificando queste piccole abitudini è notevole.

Quando si è sotto la doccia è lo stesso: mentre ci si insapona, lasciare il rubinetto aperto è del tutto inutile. È molto conveniente chiuderlo mentre ci si massaggia la cute durante lo shampoo e durante i minuti che servono per il balsamo. Se considerate la pressione della doccia, sono parecchi litri d’acqua che si sprecano ogni volta che la lasciamo aperta inutilmente.

Se vuoi altri consigli su come risparmiare energia continua a seguire i consigli di SosTariffe. Inviaci commenti o altre possibili soluzioni su come risparmiare sulla bolletta dell’acqua.

E’ possibile, inoltre, risparmiare sulla bolletta il comparatore dedicato all’energia elettrica di SosTariffe.

Commenti Facebook: