Bolletta del gas troppo alta?

Se la bolletta del gas è troppo alta, non è detto che ci si debba rassegnare a un vero esborso ogni volta che si mette mano al riscaldamento o si accendono i fornelli per cucinare. Risparmiare sul gas infatti non è difficile, basta scegliere con attenzione l’operatore per la propria fornitura e rispettare alcuni semplici accorgimenti che ci consentiranno di spendere anche parecchie centinaia di euro in meno.

Gas copia 3
Scegliere l'offerta giusta è fondamentale per risparmiare

Scegliere l’offerta più conveniente

Non tutte le tariffe del gas sono uguali. I fornitori infatti, con l’introduzione del mercato libero, mettono a disposizione dei clienti una lunga serie di promozioni e offerte rivolte a soddisfare specifiche esigenze, dall’assicurazione in casi di guasti e incidenti casalinghi al blocco per un certo numero di mesi del prezzo del gas.

Confrontare tra di loro le tariffe consente un risparmio notevole, in particolar modo se si opta per un’offerta dual fuel che, contestualmente alla fornitura del gas, attiva anche quella della luce. Con un solo operatore con cui interfacciarsi è più comodo gestire le bollette e quasi sempre ci sono ulteriori benefit economici. Cliccando sul pulsante qui sotto potrete vedere in un colpo solo tutte le offerte più convenienti che offre attualmente il mercato del gas.
Confronta offerte gas »

Come si forma il prezzo del gas

Per valutare l’offerta più conveniente è bene sapere come si forma il prezzo del gas, che sovente viene indicato “prezzo netto”. Il totale da pagare è composto dal totale dei servizi di vendita, dal totale dei servizi di rete dal totale delle imposte, che di solito vengono spiegate più approfonditamene nel secondo foglio della bolletta. Alla cifra viene inoltre aggiunta l’IVA per ottenere il totale da pagare.

In genere, il prezzo del gas – quello che in molte offerte viene, come si è detto, bloccato per un certo numero di mesi – incide per circa la metà della spesa annua complessiva; il resto va a copertura dei servizi di vendita e dei servizi di rete, in più ci sono imposte e tributi.

Abbassare la bolletta: come comportarsi in casa

Dopo aver scelto usando il nostro comparatore la migliore tariffa per il gas, è comunque sempre meglio tenere dei comportamenti anche in casa che aiutino a ridurre ulteriormente il costo della bolletta.

Per prima cosa c’è il riscaldamento, da sempre il primo responsabile di bollette troppo elevate. Prendete l’abitudine di non alzare mai la regolazione del termostato sopra i 18 °C e di spegnerlo durante la notte (oltretutto è anche meno dannoso per la salute).

Per raggiungere un perfetto isolamento termico si possono installare doppi vetri e pannelli di vario tipo – dal sughero al polistirolo – perché la temperatura esterna influenzi il meno possibile quella interna.

In cucina, ricordatevi di usare soltanto pentole e padelle sui fornelli delle giuste dimensioni, senza utilizzare quelli più grandi (e che consumano di più) se non è strettamente necessario. Imparate anche a sfruttare il calore residuo della piastra, che permane per qualche minuto anche dopo aver interrotto l’erogazione dell’energia. Ricordatevi anche che il coperchio su pentole e padelle velocizza la cottura e, quindi, diminuisce il consumo del gas.

Per quanto riguarda i termosifoni, installate valvole termostatiche per regolare la temperatura su ogni singolo radiatore, e non copriteli con tende o altre coperture d’arredo per evitare che funzionino male. Non dimenticate mai di effettuare la manutenzione sulla vostra caldaia, e nel caso fosse da cambiare puntate sui modelli ad alto rendimento (si calcola che una caldaia a condensazione possa ridurre la bolletta anche del 20%).

Scegliendo l’offerta migliore tra quelle in commercio relativamente alle nostre esigenze tra i vari operatori – eni, Enel, A2A Energia, Hera Comm, GDF SUEZ Energie, Illumia, Edison Energia, solo per citarne alcuni – e rispettando queste facili regole la bolletta del gas troppo alta rimarrà solo un ricordo.

Commenti Facebook: