Bolletta del gas, possibile taglio ad aprile

Secondo le associazioni consumatori, è giunta l’ora di richiedere un taglio nelle bollette del gas. Sopratutto perché sin da giugno 2012 è in vigore il nuovo mercato di bilanciamento del gas, sul quale si dovrebbe basare l’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas per determinare il prezzo di riferimento del gas. In questa maniera, la tariffa a Maggior Tutela potrebbe essere più bassa, dato che è possibile adesso acquistare il gas a prezzi di mercato più convenienti.

Confronta Tariffe Gas

Secondo quanto sostengono Lega Consumatori, Unione Nazionale Consumatori, Assoconsum, Federconsumatori, Adusbef, Movimento Consumatori, Adiconsum e Cittadinanzattiva, è ora di tagliare la bolletta del gas.

Visto il nuovo mercato di bilanciamento del gas, in vigore già da giungo 2012, che registra prezzi notevolmente minori a quelli praticati dai contratti “Take or Pay”, sui quali attualmente si basa l’Autorità per stabilire ogni tre mesi il prezzo di riferimento del gas per la tariffa a Maggior Tutela.

In questa maniera, con questo nuovo mercato del gas, si può acquistare al prezzo di mercato più conveniente.

A dicembre 2012 si è conclusa la consultazione pubblica a cura dell’AEEG che aveva come obiettivo trasferire ai consumatori  i benefici di un nuovo prezzo del gas, che deriva da importanti modifiche nel settore, come la riduzione della domanda e la maggiore concorrenza nei mercati all’ingrosso.

Secondo l’Autorità, l’attuale metodo di aggiornamento del prezzo del gas è diventato obsoleto e non più conveniente, dato che non permette di trasferire ai consumatori i benefici di prezzi più bassi all’ingrosso.

Possibile taglio del gas ad Aprile

Le associazioni dei consumatori affermano che i benefici in bolletta sarebbero notevoli: in effetti, se il nuovo metodo di aggiornamento del prezzo del gas si introducesse ad aprile, il taglio potrebbe comprendere tra il 6 % e il 7% della spesa totale per il gas, sempre che tutte le altre voci in bolletta (tasse, servizi di rete e oneri generali) rimangano identiche.

Per questo motivo le associazioni chiedono che entrino in vigore i nuovi prezzi del gas il prossimo 1° Aprile, e confermano il loro sostegno all’AEGG per l’azione svolta a tutela dei consumatori.

Infine, le associazioni dei consumatori sollecitano il rinvio della misura che prevede l’introduzione di una polizza assicurativa a garanzia della stabilità del prezzo del gas, visto che attualmente non sembra necessaria e significherebbe un ulteriore aumento nelle bollette del gas.

Utilizza il nostro comparatore gratuito per mettere a confronto tutte le tariffe gas nel tuo comune di residenza e trovare quella più conveniente per te.

Confronta Tariffe Gas

Commenti Facebook: