Bolletta 2.0, per l’Agcom l’Italia è in pole sulla tutela dei consumatori

Come riporta il Corriere delle Comunicazioni, il presidente dell’Agcom Angelo Marcello Cardani si è espresso nel corso di un convegno tenutosi a Napoli sulla tutela dei consumatori italiani, definendola tra le più avanzate in Europa in quanto il nostro Paese è tra i pochi che hanno recepito le norme comunitarie.

Agcom
Allo studio anche un regolamento per le informazioni da fornire agli utenti

Secondo il presidente dell’Agcom è, naturalmente, sempre possibile fare di meglio, in particolare per i temi di cui si è discusso al convegno napoletano, le nuove tecnologie e la telefonia.

Come ha dichiarato Cardano, «da un lato c’è un problema di rapidità nell’operatività dell’apparecchio  senza dover ricordare a memoria troppi codici, dall’altro c’è il fatto che attraverso i telefoni vengono venduti molti prodotti, utili o meno utili, che spesso finiscono per essere acquistati senza consapevolezza, proprio perché il metodo per dare il consenso è abbreviato».
Confronta le offerte telefonia mobile
Un problema che riguarda molti settori, come le offerte telefonia mobile e fissa. Ecco perché è partita la consultazione per la bolletta 2.0, in modo da operare su due fronti: aumentare la chiarezza nei documenti ma allo stesso tempo non frenare le iniziative commerciali degli operatori.

Oltre alla bolletta, l’Agcom sta approntando anche un un regolamento di tutela degli utenti nei confronti dei contratti con gli operatori; massima importanza sarà data alle informazioni da fornire ai potenziali clienti in fase precontrattuale e contrattuale.

Commenti Facebook: