BCE: taglio ai tassi di interesse al minimo storico

Nella riunione odierna il Consiglio direttivo della BCE ha deciso un taglio ai tassi di interessi. In particolare, il tasso sui depositi diventa negativo, per la prima volta nella storia della Banca centrale europea. Il tasso di interesse sulle operazioni di rifinanziamento principali scende allo 0,15% mentre quello marginale è ridotto allo 0,40%.

taglio tassi di interesse BCE
E' arrivata la manovra anticrisi di Mario Draghi: taglio ai tassi di interesse a livelli storici
Richiedi un preventivo per il tuo prestito

Secondo quanto si legge in un recente comunicato stampa della Banca Centrale Europea, queste sono le decisioni di politica monetaria decise dal Consiglio Direttivo BCE:

  • Il tasso di interesse sulle operazioni di rifinanziamento principali dell’Eurosistema è ridotto di 10 punti base, allo 0,15%, a decorrere dall’operazione con regolamento l’11 giugno 2014.
  • Il tasso di interesse sulle operazioni di rifinanziamento marginale è ridotto di 35 punti base, allo 0,40%, con effetto dall’11 giugno 2014.
  • Il tasso di interesse sui depositi presso la banca centrale è ridotto di 10 punti base, al -0,10%, con effetto dall’11 giugno 2014.

Si tratta della tanto attesa manovra anticrisi di Mario Draghi.

Innanzitutto, la BCE ha deciso di diminuire il costo del denaro al minimo storico dello 0,15% dal precedente 0,25%.

In più, per la prima volta nella storia della BCE, i tassi sui depositi presso lo stesso istituto centrale diventano negativi a -0,10%, spingendo così le banche a utilizzare la liquidità invece di tenerla ferma a Francoforte.

I prestiti alle imprese e il sostegno alla crescita delleconomia reale dovrebbe essere garantito, secondo la BCE, da due nuovi programmi di rifinanziamento a lungo termine degli istituti di credito (Ltro) e dall’eventuale acquisto di Abs, le cartolarizzazioni dei crediti difficili.

Subito dopo l’annuncio di oggi, lo spread Btp Bund è calato a 155 punti, con il rendimento del titolo decennale al 3%. L’euro è sceso ai minimi dell’ultimo quadrimestre vedendo quota 1,3540 sul dollaro. Intanto la Bank of England non ha toccato i tassi di interesse, che rimangono allo 0,5% e mantiene senza modifiche il programma di acquisto dei Titoli del debito pubblico a 375 miliardi di sterline.

«Tassi così bassi non possono essere una soluzione per il lungo periodo» ha dichiarato il ministro delle Finanze tedesco, Wolfgang Schaeuble, durante una conferenza stampa nella capitale tedesca insieme all’omologo nostrano Pier Carlo Padoan. Ma «crescita e occupazioni sono obiettivi prioritari» ha affermato Padoan.

Confronta Prestiti »

Commenti Facebook: