Basta ai “pirati delle bollette”, Enel prende provvedimenti

Contratti rubati o strappati, telefonate a sorpresa in orari improbabili, campanelli che suonano senza sosta: l’assalto da parte degli agenti esterni che operano per conto dei fornitori di gas ed energia sui clienti del mercato libero è molto spesso incessante, e causa numerosissimi disagi e altrettante denunce alle associazioni dei consumatori.

Enel copia
L'obiettivo è formare "in casa" 4mila agenti tutti targati Enel

Ora Enel Energia decide di cambiare registro, come riporta il Sole 24 Ore: tutta la rete di vendita verrà infatti ricostruita in casa, marcata e gestita direttamente dalla società con la rete “smart agent“. Basta, quindi, con l’affidamento a reti commerciali esterne.

I primi 500 agenti diretti sono stati formati, ne rimangono da sostituire ancora 2.500, con una transizione che verrà accelerata per essere completata entro due anni. Alla fine “smart agent” dovrebbe contare almeno 4mila agenti tutti targati Enel.
Scopri E-light
La formazione sarà quindi “in casa”, e i nuovi commerciali saranno perfettamente preparati – sia per i clienti domestici che per quelli business – su tutte le offerte e tariffe di Enel, riguardanti elettricità e gas e contratti dual, senza dimenticare i prodotti e i servizi per il risparmio energetico come le caldaie a condensazione o l’illuminazione a led.

Un’inversione di tendenza, insomma, rispetto al fenomeno dell’affidamento a società esterne dei rapporti con la clientela da parte dei grandi gruppi, come capita spesso anche per i call center.

Commenti Facebook: