Bankitalia, quanto costa un conto corrente?

Stando ad una recente indagine della Banca d’Italia, i cui risultati sono stati pubblicati sul Corriere della Sera, un conto corrente costa in media 103 euro all’anno. Negli ultimi due anni, gli italiani hanno risparmiato tra i 5 e i 7 euro annui, grazie alla riduzione delle spese fisse. E’ possibile risparmiare molto di più attivando un conto online: con questi conti correnti non ci sono spese fisse e, se gestiti esclusivamente online, praticamente nemmeno spese variabili.

conto corrente conveniente
Conto corrente senza bollo a zero spese

Nel 2012 i correntisti italiani hanno speso 103,8 euro in media, contro i 107,9 euro pagati nel 2011 e i 110,5 del 2010. I “risparmi”, secondo Bankitalia, derivano soprattutto dalla riduzione delle spese fisse (3,1 euro in meno, ovvero -4,9%). Le spese fisse riguardano i canoni annuali, così come quelli richiesti per l’apertura del conto e per il rinnovo di bancomat e carte di credito.

Per quanto riguarda le spese variabili, l’analisi della Banda d’Italia rivela che è in lieve calo il numero delle operazioni eseguite, ma il loro costo unitario è aumentato. Nel frattempo, sono meno le spese per gli sforamenti e il «rosso» dei conti correnti.

In cifre, lo studio rivela che il numero medio di operazioni è passato da 132,7 a 132,4 unità, in tanto che il costo medio unitario è aumentato del 20%, passando da 1,5 a 1,8 euro.

Conti correnti scelti male pagano di più

L’indagine di Bankitalia dimostra inoltre che un terzo dei conti correnti è più caro della media ma perché non è adeguato al profilo del titolare. In questa maniera, la Banca consiglia di cambiare i conti correnti scelti male per pagare di meno, attivandone uno più adatto alle proprie esigenze.

In effetti, i conti correnti più salati sono anche quelli più vecchi, magari aperti da oltre 10 anni e mai cambiati per approfittare delle offerte commerciali più convenienti.

In particolare, la spesa cresce con l’aumentare dell’anzianità del conto corrente, fino a raggiungere i 101,9 euro—13 in più della media —per i conti con almeno 10 anni di anzianità.

Risparmia cambiando conto corrente

Da quest’indagine della Banca d’Italia si rivela evidente la necessità di cambiare conto corrente per risparmiare.

In particolare, attivando un conto corrente online, o meglio ancora, un conto corrente presso una Banca Online, la spesa annua si riduce e addirittura si azzera (per maggiori informazioni, leggete il nostro articolo Conti correnti online: si risparmiano oltre 130 euro l’anno).

Sul nostro portale è possibile mettere a confronto i migliori conti correnti per trovare quello più adatto alle proprie esigenze.

Confronto Conti Correnti

Commenti Facebook: