Banda larga: velocità europea inferiore a quella promessa

Banda larga questa sconosciuta? Secondo quanto rivela un recentissimo studio condotto in ambito continentale da parte della Commissione UE, la maggior parte dei consumatori europei non riceverebbe la velocità di connessione definita in sede contrattuale.

banda larga

Lo studio ha in particolar modo monitorato l’effettiva velocità di connessione durante le ore di punta, ovvero nella fascia oraria che è compresa tra le 19 e le 23, e nei giorni infrasettimanale. Ebbene, dai risultati rilevati è emerso che i servizi via cavo hanno un’affidabilità più elevata, con una velocità di trasmissione pari al 91,4 per cento di quella stimata, mentre le linee xDSL garantiscono solamente il 63,3 per cento della velocità internet promessa.

Inoltre, il report ha stimato che la velocità media di trasmissione dati nei Paesi UE è pari a 19,47 Mbps nelle ore di punta, con variabilità dovuta alla tecnologia che viene utilizzata per i collegamenti internet.

Stando a quanto affermato da Neelie Kroes, vicepresidente della Commissione Europea – si tratterebbe del primo caso in cui la differenza tra la velocità pubblicizzata e quella relae della banda larga, viene confermata mediante dati affidabili e comparabili, derivanti da tutti gli Stati membri dell’Unione.

Vi terremo aggiornati sull’evoluzione dei dati continentali anche nei prossimi mesi, nell’auspicio che il gap negativo possa ridursi.

Confronta tutte le offerte banda larga

Commenti Facebook: