Banda larga, le compagnie telefoniche al lavoro sulla tecnologia Vdsl2

Telecom Italia, Vodafone e Fastweb sono al lavoro per poter proporre un’offerta commerciale basata sulla tecnologia Vdsl2 entro la fine dell’anno: una tecnologia che integra la fibra ottica alle tradizionali linee basate sul doppino in rame, che potrebbe accelerare la copertura parziale del digital divide che affligge cittadini e aziende tricolori.

Entro l'anno disponibili almeno tre offerte sulla Vdsl2
Entro l'anno disponibili almeno tre offerte sulla Vdsl2

Sulla base di quanto sta emergendo nel corso di queste settimane, i tre operatori sopra citati dovrebbero poter proporre un’offerta commerciale basata sulla Vdsl2, che promette una velocità di trasmissione fino a 250 Mbit/s nominali su una linea “mista” tra fibra ottica (fino all’armadio stradale) e doppino telefonico in rame (dall’armadio stradale all’abitazione).

Confronta le offerte internet»

Per poter godere della velocità di punta di cui sopra è tuttavia fondamentale essere prossimi allo stesso armadio posto a bordo strada. La tecnologia Vdsl2 ha come caratteristica essenziale il fatto che la velocità di connessione a internet si deteriora gradualmente man mano che ci si allontana dalla fonte più veloce (cioè da quella servita in fibra ottica), rallentando via via che ci si distanzia dall’armadio stesso.

A titolo di esempio, dai 250 Mbit/s dell’origine, la velocità scende rapidamente a 100 Mbit/s a distanza di 500 metri e a 50 Mbit/s a un chilometro. Più lontano di un chilometro e mezzo la Vdsl2 è pressochè inutile, considerato che la sua velocità diviene paragonabile a una comune linea ADSL a 20 Mbit/s.

Commenti Facebook: