Banda Larga come diritto fondamentale

La banda larga come diritto fondamentale, è questa la proposta fatta dall’Associazione Anti Digital Divide, seguendo gli esempi di paesi come Finlandia e Spagna.

La proposta è l’introduzione di questo diritto nel Servizio Universale, cioè permettendo a tutti gli utenti di essere in grado di navigare ad una velocità minima garantita e ad un prezzo ragionevole.

Ulteriore richiesta da parte dell’Associazione è che il Servizio Universale non sia aperto esclusivamente a Telecom Italia ma anche a tutti gli altri operatori.

La proposta, inoltre, tiene conto anche delle necessità degli operatori poichè propone la fornitura di banda larga solo se in una certa zona vi siano utenti potenziali sufficienti a coprire i costi.

banda larga come diritto fondamentale, è questa la proposta fatta dall’Associazione Anti Digital Divide, seguendo gli esempi di paesi come Finlandia e Spagna.

La proposta è l’introduzione di questo diritto nel Servizio Universale, cioè permettendo a tutti gli utenti di essere in grado di navigare ad una velocità minima garantita e ad un prezzo ragionevole.

Ulteriore richiesta da parte dell’Associazione è che il Servizio Universale non sia aperto esclusivamente a Telecom Italia ma anche a tutti gli altri operatori.

La proposta, inoltre, tiene conto anche delle necessità degli operatori poichè propone la fornitura di banda larga solo se in una certa zona vi siano utenti potenziali sufficienti a coprire i costi.

Commenti Facebook: