Bancoposta, tasso di interesse ridotto

Poste Italiane taglia il tasso di interesse attivo per i titolari dei conti BancoPosta alla luce dell’andamento dell’indice ISTAT, dell’andamento dei mercati finanziari e della progresiva riduzione dei tassi di interesse.

I conti BancoPosta quindi subiranno una modifica unilaterale del contratto dal 10 maggio 2010:

Il tasso creditore lordo scende da 0,25% a 0,15%, praticamente zero mentre il tasso debitore relativo allo scoperto di conto (Fido BancoPosta) diminuisce dal 9,25% al 9,15%.

Entro 60 giorni dalla ricezione della proposta è possibile recedere dal rapporto senza penali e spese di chiusura.

Nella comunicazione scritta ai correntisti BancoPosta è presente inoltre un’informazione pubblicitaria: “nel comunicarLe la nostra proposta di modifica unilaterale delle condizioni economiche del suo conto corrente BancoPosta, cogliamo l’occasione per informarla della nuova offerta BancoPosta più”, un conto corrente con “più servizi e meno spese”.

Giunge anche l’ufficializzazione da parte dell’amministratore delegato, Massimo Sarmi, della redditività a doppia cifra del Gruppo Poste Italiane affermando che a breve saranno introdotti i prodotti assicurativi “danni” gestiti direttamente senza intermediari.

ane taglia il tasso di interesse attivo per i titolari dei conti BancoPosta alla luce dell’andamento dell’indice ISTAT, dell’andamento dei mercati finanziari e della progresiva riduzione dei tassi di interesse.

I conti BancoPosta quindi subiranno una modifica unilaterale del contratto dal 10 maggio 2010:

Il tasso creditore lordo scende da 0,25% a 0,15%, praticamente zero mentre il tasso debitore relativo allo scoperto di conto (Fido BancoPosta) diminuisce dal 9,25% al 9,15%.

Entro 60 giorni dalla ricezione della proposta è possibile recedere dal rapporto senza penali e spese di chiusura.

Nella comunicazione scritta ai correntisti BancoPosta è presente inoltre un’informazione pubblicitaria: “nel comunicarLe la nostra proposta di modifica unilaterale delle condizioni economiche del suo conto corrente BancoPosta, cogliamo l’occasione per informarla della nuova offerta BancoPosta più”, un conto corrente con “più servizi e meno spese”.

Giunge anche l’ufficializzazione da parte dell’amministratore delegato, Massimo Sarmi, della redditività a doppia cifra del Gruppo Poste Italiane affermando che a breve saranno introdotti i prodotti assicurativi “danni” gestiti direttamente senza intermediari.

Commenti Facebook: