Bancomat, le commissioni si riducono

Arriva l’accordo di riduzione dei costi di commissione sottoscritto tra ABI, associazione delle banche italiane, e Consorzio Bancomat. Il via libera è stato formalizzato dall’Antitrust, che ha accertato correttezza dei parametri sottoscritti nell’accordo stesso.

Si riducono le commissioni interbancarie per Bancomat, Pagobancomat, domiciliazione bollette (Rid) e pagamenti con ricevuta bancaria. I tagli vanno dal 3 al 36%: un risparmio importante per i consumatori, che possono respirare dopo le conferme dei costi dei conti correnti tra i più cari d’Europa. Si può comunque pagare meno prelevando presso uno sportello della banca dove si ha aperto il conto corrente, che non comporta cosi.

bancomat-abi

In particolare, per quanto riguarda i servizi di incasso, le commissioni interbancarie diminuiscono rispettivamente del 36% per il Rid (da 0,25 a 0,16 euro), del 26% per il Rid veloce (da 0,35 a 0,26) e di circa il 20% per la RiBa (da 0,57 a 0,46).

L’Associazione ha inoltre rimodulato la metodologia che definisce la commissione interbancaria per il RID, con l’obiettivo di rendere ancora più trasparenti gli elementi specifici e a valore aggiunto del servizio nazionale rispetto al servizio di addebito diretto europeo SEPA Direct Debit.

Sui servizi di prelievo e pagamento con la carta Bancomat, invece, il Consorzio Bancomat si impegna a ridurre di oltre il 4% la commissione interbancaria per il servizio PagoBancomat (da 0,13 a 0,12 euro per operazione, a cui si aggiunge lo 0,1579 del valore della transazione) e di oltre il 3% l’attuale commissione interbancaria per il prelievo Bancomat (da 0,58 a 0,56 euro).

cordo di riduzione dei costi di commissione sottoscritto tra ABI, associazione delle banche italiane, e Consorzio Bancomat. Il via libera è stato formalizzato dall’Antitrust, che ha accertato correttezza dei parametri sottoscritti nell’accordo stesso.

Si riducono le commissioni interbancarie per Bancomat, Pagobancomat, domiciliazione bollette (Rid) e pagamenti con ricevuta bancaria. I tagli vanno dal 3 al 36%: un risparmio importante per i consumatori, che possono respirare dopo le conferme dei costi dei conti correnti tra i più cari d’Europa. Si può comunque pagare meno prelevando presso uno sportello della banca dove si ha aperto il conto corrente, che non comporta cosi.

bancomat-abi

In particolare, per quanto riguarda i servizi di incasso, le commissioni interbancarie diminuiscono rispettivamente del 36% per il Rid (da 0,25 a 0,16 euro), del 26% per il Rid veloce (da 0,35 a 0,26) e di circa il 20% per la RiBa (da 0,57 a 0,46).

L’Associazione ha inoltre rimodulato la metodologia che definisce la commissione interbancaria per il RID, con l’obiettivo di rendere ancora più trasparenti gli elementi specifici e a valore aggiunto del servizio nazionale rispetto al servizio di addebito diretto europeo SEPA Direct Debit.

Sui servizi di prelievo e pagamento con la carta Bancomat, invece, il Consorzio Bancomat si impegna a ridurre di oltre il 4% la commissione interbancaria per il servizio PagoBancomat (da 0,13 a 0,12 euro per operazione, a cui si aggiunge lo 0,1579 del valore della transazione) e di oltre il 3% l’attuale commissione interbancaria per il prelievo Bancomat (da 0,58 a 0,56 euro).

Commenti Facebook: