Auto pirata: come ottenere il risarcimento assicurazione

Purtroppo quando un sinistro viene provocato da auto pirata sprovvista di Rca, è impossibile per le vittime ottenere il risarcimento assicurazione. Per questo nel 1969, è stato istituto in Italia  il Fondo di Garanzia per e Vittime della Strada. Si può fare richiesta di indennizzo al Fondo solo in alcuni casi, ed avendo cura, come stabilito dalla Corte di Cassazione di annotare (se le circostanze dell'incidente lo rendono possibile), almeno la targa del pirata.

Auto pirata: come ottenere il risarcimento assicurazione

In Italia i casi di incidente con auto pirata e di auto in circolazione senza Rca non accennano a diminuire, e non tutte le vittime dei sinistri, purtroppo, riescono ad ottenere il risarcimento assicurazione. Le compagnie di assicurazioni infatti, non erogano alcun indennizzo se la vettura colpevole dell’incidente non è assicurata: in questi casi interviene il Fondo per le Vittime della Strada.

Fondo per le Vittime della Strada: cos’è e come funziona

Il Fondo fu istituito nel 1969 con legge n. 990 del 1969 (abrogata con l’entrata in vigore del Codice delle Assicurazioni Private), è operativo dal 12 giugno 1971, ed è amministrato, sotto la vigilanza del Ministero dello Sviluppo Economico, dalla Consap con l’assistenza di un apposito Comitato, presieduto dal Presidente della Società, o in sua vece, dall’Amministratore Delegato, composto da rappresentanti del Ministero dello Sviluppo Economico, del Ministero dell’Economia e delle Finanze, di Consap, dell’Ivass, delle imprese di assicurazione e dei consumatori.

L’intervento del Fondo è limitato al massimale di legge vigente al momento del sinistro (dall’11 giugno 2012 € 5.000.000 per danni a persona per sinistro, € 1.000.000,00 per danni a cose per sinistro; precedentemente, a far data dall’11 dicembre 2009, € 2.500.000,00 per danni a persona per sinistro ed € 500.000,00 per danni a cose per sinistro) cfr. art. 128 del D.lgs. n. 209/2005 così come modificato dal D.lgs. n.128/2007.
Confronta assicurazioni moto »

In quali casi interviene il Fondo in vece del risarcimento assicurazione?

Il Fondo di Garanzia per le Vittime della Strada interviene in luogo del risarcimento assicurazione auto nei sinistri con veicoli o natanti non identificati, con veicoli e natanti non assicurati, con veicoli e natanti assicurati con imprese poste il liquidazione coatta amministrativa, con veicoli posti in circolazione contro la volontà del proprietario (come nei casi di furto). Il Fondo interviene inoltre nei casi di sinistri causati da veicoli spediti nel territorio della Repubblica Italiana da un altro Stato dello Spazio Economico Europeo e di sinistri causati da veicoli esteri con targa non corrispondente o non più corrispondente allo stesso veicolo.

Casi in cui il Fondo non interviene: mancata annotazione della targa

Come stabilito dalla sentenza della Corte di Cassazione n. 18308/2015, il Fondo non può intervenir quando, date le circostanze del sinistro, la vittima dell’incidente si trovava in condizioni di annotare quantomeno il numero di targa dell’auto pirata o del veicolo sprovvisto di assicurazioni. Si riporta di seguito la massima estratta dalla pronuncia:

“In tema di richiesta di risarcimento conseguente a un sinistro stradale, il presupposto indicato dall’ordinamento per l’intervento del fondo di garanzia per le vittime della strada è che il veicolo sia rimasto non identificato. Tale intervento, che non esige necessariamente la fuga del responsabile, non può essere però autorizzato nell’ipotesi in cui la mancata identificazione del veicolo sia ascrivibile alla violazione dell’ordinaria diligenza e prudenza della vittima nei comuni rapporti interprivati della vita di relazione. Una diversa interpretazione, infatti, con l’addossare alla comunità le conseguenze della condotta non diligente o imprudente del privato, si appaleserebbe invero eccentrica rispetto alle finalità della normativa e suscettibile di vulnerare il sistema, in quanto inidonea a evitare abusi e possibili frodi”.

Circolare assicurati è soprattutto un dovere sociale, perché il Fondo di Garanzia, a causa delle numerose frodi e della auto pirata in circolazione, non riesce a soddisfare tutte le richieste di risarcimento. Per confrontare ora le offerte Rc auto ed Rc moto utilizza il motore di ricerca gratuito di SosTariffe.it.
Confronta preventivi RC auto »