Auto ibride, modelli e prezzi

Il mercato delle auto elettriche e ibride è in continua crescita in tutti i mercati occidentali, che dimostrano una gran attenzione per la mobilità sostenibile, grazie anche ai prezzi sempre più accessibili dei veicoli e, fondamentalmente, come conseguenza del crescente prezzo dei carburanti. D’altronde, domani partono gli eco-incentivi auto: ecco i principali modelli e prezzi delle auto ibride in Italia.

auto ibride ed elettriche, quanto convengono? prezzi e caratteristiche
Auto ibride: convengono? Modelli, prezzi e incentivi per l'acquisto

Crescono anche in Italia le vendite delle “bimotore”, ovvero i veicoli ibridi, che oltrepassano la soglia dell’1% del mercato. Si tratta di oltre 15mila auto ibride circolando nel nostro Paese, che vanta già 30 modelli distribuiti.

La diffusione delle auto elettriche e ibride è in aumento davvero esponenziale, soprattutto considerando che soltanto 4 anni fa circolavano in tutto il pianeta solo 25.000 esemplari di auto ibride, mentre alla fine dell’anno scorso erano già diventate 405.000.

Le auto ibride sono diffusissime soprattutto negli Stati Uniti, Cina e Giappone. Ma anche in Europa il mercato cresce, con la Francia e i Paesi Bassi prime in classifica, seguite dalla Norvegia e la Germania.

Appare evidente quindi, perché le auto ibride più diffuse appartengano a case automobilistiche giapponesi e francesi: Toyota, Nissan, Honda e Peugeot, quest’ultima la prima europea per numero di veicoli a basso impatto ambientale prodotti e venduti. Propongono diversi modelli e tecnologie anche le case tedesche Mercedes, BMW, Audi e Volkswagen.

Anche in Italia l’interesse è crescente; in effetti, domani 6 maggio partono gli ecoincentivi auto, cioè lo stanziamento di una somma fino a 5.000 euro, per l’acquisto di nuove auto ibride.

Differenza tra auto ibride ed elettriche

C’è ancora confusione tra i termini auto elettriche, ibride, elettriche ad autonomia estesa. Di seguito vediamo quali sono le differenti tecnologie di trazione

  • Veicoli ibridi: si tratta di un’auto con due motori per la propulsione, uno elettrico e uno termico. Questa tecnologia consente di spostarsi in modalità elettrica finché non serve più potenza e quindi si passa a benzina. I due motori lavorano insieme per assicurare una spinta maggiore.
  • Veicoli elettrici: queste auto utilizzano invece una tecnologia di trazione che impiega solo energia elettrica, ovvero un sistema a propulsione alimentato da batterie ricaricabili.
  • Veicoli elettrici ad autonomia estesa: in questo caso il motore termico – a benzina – si utilizza soltanto per generare energia per quello elettrico; quest’ultimo è l’unico collegato alle ruote, e quindi è il responsabile del movimento dell’auto.
  • Veicoli micro hybrid: non è una tecnologia di propulsione, ma tutti i veicoli dotati di Start&Stop, un dispositivo che spegne il motore quando l’auto è ferma, anche per pochi minuti come al semaforo.
  • Veicoli plug–in: con questo nome si conoscono tutte le auto ibride ricaricabili direttamente da una presa di corrente.

Risparmio economico e vantaggio ambientale delle auto ibride

Le auto ibride hanno un minore impatto ambientale rispetto alle automobili tradizionali a benzina o diesel; emetteono le stesse sostanze inquinanti ma in quantità decisamente minore.

Dal punto di vista economico, il risparmio ottenibile dipende molto dalla percorrenza. Il ragionamento è simile all’acquisto di una macchina a metano: costano di più, e per ottenere un vantaggio occorre percorrere un numero non indifferente di km affinché inizi il risparmio una volta ammortizzata la spesa iniziale.

Attenzione però che questo ragionamento non vale per le auto ibride sportive e medio-grandi, per le quali il motore elettrico offre una maggiore potenza nella spinta data dalla presenza di più motori, e non consente alcun risparmio.

Un vantaggio molto interessante delle auto ibride per chi abita in città è la possibilità di circolare anche nei casi di blocco del traffico.

Modelli di auto ibride e prezzi

Probabilmente l’auto ibride più diffusa in Italia è la Toyota Yaris (dai 16.000 ai 18.000 euro), seguita dalla Honda Jazz che costa meno di 20.000 euro. Sono auto piccole e dai prezzi molto competitivi.

Tra i 25.000 e i 30.000 euro invece si trovano i modelli medi di auto ibride proposti dalla Peugeot e la Lexus, anche alcune monovolume.

Solo le case automobilistiche tedesche più prestigiose producono grandi auto ibride, quali Audi, Mercedes e BMW, per le quali si dovranno spendere almeno 50mila euro.

Infine, se si cerca di risparmiare anche sul fronte delle spese per la macchina, vi consigliamo di mettere a confronto le migliori proposte di assicurazione auto con l’aiuto del nostro comparatore gratuito ed indipendente.

Confronta Preventivi RC Auto

Commenti Facebook: