Auto e consumi: le ibride li ottimizzano in base al percorso

Con le vetture del futuro, specialmente ibride, il risparmio sul percorso è assicurato. In quanto ad auto e consumi non hanno rivali: il sistema gestionale di energia mista (non il binary mode control) permetterà di tagliare gli sprechi anche fino al 12% in pochi chilometri. Emissioni e spese di alimentazione al minimo: ecco le novità degli studi più recenti.

Sistema gestionale di energia misto. Su 30 km risparmi il 12 per cento

Da qualche tempo (complice la crisi economica?) gli italiani guardano con favore alle auto ibride ed elettriche, che vengono considerate gli acquisti giusti per ridurre spese auto e consumi. Le prime in particolare, stante lo studio dell’Università di Riverside in California, possono diventare ancor più efficienti e convenienti passando dal binary mode control ad un sistema gestionale di energia misto: ci spieghiamo meglio.

Vero è che le “green cars” fanno risparmiare su assicurazioni e bollo (confronta i preventivi Rc auto per normali vetture con il comparatore di SosTariffe.it), com’è vero però, che il sistema attuale di alimentazione utilizzato per le ibride, non rispecchia le prestazioni che queste auto potrebbero fornire con l’adozione di tecnologie più avanzate.
Confronta preventivi RC auto

Auto e consumi: lo studio di Riverside sulle ibride

A breve, se gli studi della facoltà di Ingegneria dell’Università della California Riverside non mentono, le auto ibride potrebbero diventare la vera soluzione per ridurre i costi auto e consumi. Oggi queste vetture hanno un sistema di alimentazione di tipo binario (binary mode control), che combina motori a gas o Diesel a batterie ricaricabili. Il focus è puntato proprio su questo sistema di gestione dell’energia (EMS),  che attivando il passaggio dalla modalità elettrica ad ibrida quando si esaurisce la batteria, è ritenuto poco efficiente.

E’ con l’utilizzo di un sistema misto che, secondo lo studio, si possono sfruttare tutti i vantaggi delle ibride. Adottando l’alimentazione mista infatti, l’energia della batteria viene sfruttata per tutto il percorso, riduce le emissioni e taglia i costi auto consumi fino al 12% in soli 30 chilometri.

Reinforcement Learning: l’auto intelligente

Solo se le ibride “conoscono” in anticipo il percorso e le condizioni del traffico il risparmio è garantito. Così l’Università di Riverside, ha elaborato un sistema di gestione energia capace di raccogliere i dati in tempo reale grazie a dispositivi satellitari installati sul veicolo: in questo modo l’auto “impara” ciò che serve per ottimizzare i consumi. Non a questi livelli, ma le auto smart sono una realtà anche in Italia.

Sulle normali vetture oggi si risparmia sulle assicurazioni con la comparazione e con l’acquisto di polizze satellitari con scatola nera: alcune nascono già con tecnologie installate dalla casa di produzione, come sensori e altri Gps tools, ma la vera convenienza, soprattutto in tema di auto e consumi, si ottiene scaricando apposite APP per smartphone che informano sul percorso alternativo per evitare il traffico, e consigliano stili di guida “green” per tagliare le spese di emissioni e carburante.

N.B.: SosTariffe.it è un portale di comparazione preventivi per normali auto e moto, eletto nel 2015 come miglior sito per il confronto prezzi.
Confronta assicurazioni auto

Commenti Facebook: