Auto connesse al CES di Las Vegas: tutte le novità

Il CES 2016 (la fiera dell’elettronica di consumo più importante del globo) aprirà i battenti il 6 gennaio a Las Vegas, e presenterà al pubblico novità strabilianti in tema di auto connesse. Fra tv “smart”, sistemi Adas per l’assistenza alla guida e tecnologie salva-pedoni, le vetture del futuro riscuotono già un successo enorme, e il valore di mercato globale delle connected cars è stimato per 4o miliardi di Euro nel 2018.

Tecnologia indossabile, sistemi Adas e connected cars con touch screen. Tutto sulla fiera dell'elettronica

Il Consumer Electronic Show da quest’anno diventa “CES”, mantenendo solo l’acronimo e invariata la location, (ovvero Las Vegas) ma senza null’altro togliere alla fiera dell’elettronica più famosa del mondo. Proprio qui, il 6 gennaio prossimo, saranno presentate tutte le novità su auto connesse, tecnologie applicate al settore automotive e progetti di startup: eccole di seguito nel dettaglio.

Il “Creative Lab” di Samsung

La nota azienda sud-coreana si è concentrata sulla tecnologia “indossabile”, producendo cinture con funzione fitness (si chiamano Welt e contano distanze percorse e calorie consumate) e tv senza cornice, trasparenti,  in grado di controllare tutti i dispositivi connessi, dal termostato agli altri elettronici casalinghi. Fra le novità più attese provenienti dal “Creative Lab” di Samsung c’è il Tip Talk, un cinturino abbinato ad uno smartwatch che consente di ascoltare chiamate e file audio avvicinando un dito all’orecchio (niente più cuffie e auricolari), ma anche Rink, due bracciali da inserire tra le dita che rilevano i movimenti per giocare a mani libere come con la Wii. Non da meno, Samsung darà una piccola anticipazione dello smartphone Galaxy S7, che dovrebbe essere lanciato sul mercato al Mobile World Congress di Barcellona.

Auto connesse: lo sposalizio Google-Ford

Ecco qualche anticipazione sull’Internet of Things applicato al settore motori. La collaborazione fra il colosso Google e la famosa casa automobilistica, finalizzato alla creazione di auto connesse senza conducente dovrebbe essere ufficializzata proprio al CES di Las Vegas. Ben presto dunque, il passaggio dai prototipi sperimentali delle Google car alle vere e proprie connected cars sarà realtà. Anche Volkswagen presenterà il suo modello di connected car (il Microbus). Fra i progetti delle startup invece, i riflettori sono puntati sulla californiana Faraday Futures, un marchio che si propone di ridefinire il concetto di mobilità. BMW invece, punta sull’entertainment di bordo, trasformando la vettura in un enorme touch screen (la nuova interfaccia dovrebbe essere presentata al CES sulla i8 Spyder).

auto connesse

Il produttore di hardware Nvidia presenterà infine il pilota automatico Drive PX e il cruscotto digitale Drive CX.

Nonostante il timore delle trasformazioni che l’ingresso nel mercato delle auto connesse comporterà, si stima che nel 2018 il loro valore di mercato ammonterà a ben 40 miliardi di Euro, con un aumento del 66,7% rispetto al valore di 24 miliardi stimato nel 2015. Lo stesso vale per il mercato dei sistemi Adas (Advanced Driver Assistance System) per l’assistenza alla guida sulle auto, che crescerà negli anni venturi passando da circa 4 miliardi di euro nel 2015 a 7 miliardi di euro stimati nel 2018, con un aumento del 75% (fonte studio di AlixPartners).
Confronta assicurazioni auto

Secondo i dati riportati nell’indagine di AlixPartners, resa nota dall’Osservatorio Autopromotec, nei prossimi anni il numero di auto connesse sul mercato mondiale crescerà a dismisura, e il successo dipenderà dal modo in cui le soluzioni di connettività mobile saranno in grado di assistere con efficienza il conducente. Le funzioni essenziali in dotazione delle vetture del futuro sono considerate le seguenti: ricezione in tempo reale di informazioni sul traffico, scambio dati con le infrastrutture stradali, dialogo con smartphone e tablet e presenza di sistemi di infotainment centralizzati (navigazione, chiamate, musica, etc…).

Assistenza alla guida: i sistemi Adas

Il sistemi Adas di assistenza alla guida (Advanced Driver Assistance System) sono già disponibili in gran numero sul mercato. Si tratta di tecnologie ideate per integrare varie funzioni, dai sensori di parcheggio automatico a quelli di spostamento controllato. Fra i sistemi Adas rientra anche la guida autonoma, i sensori di rilevamento ostacoli e pedoni etc.

L’ultima novità in tema di tecnologia auto (che tocca da vicino anche il settore assicurazioni) è l’assicurazione satellitare. Questo tipo di Rca prevede l’installazione a bordo della vettura di una scatola nera, in grado di registrate e ricostruire le dinamiche di un sinistro, stabilirne le responsabilità, e di localizzare l’auto in caso di furto. Diversi dispositivi, oltre a queste funzioni, integrano quelle di chiamata soccorso d’emergenza e assistenza stradale.

Secondo quando stabilito dalla riforma delle assicurazioni, le compagnie dovranno offrire uno sconto sull’Rc auto a qui conducenti che, non avendo denunciato sinistri negli ultimi 5 anni, si saranno dotati di assicurazione satellitare.

Per comparare i preventivi assicurazioni e scovare la tariffa più economica utilizza il motore di ricerca offerto da SosTariffe.it.
Confronta preventivi RC auto

Commenti Facebook: