Aumenti luce e gas in vigore da oggi: cosa cambia e come risparmiare

Nei giorni scorsi, ARERA ha ufficializzato gli aumenti sulle bollette di luce e gas. I rincari, legati principalmente ad un incremento delle quotazioni all'ingrosso delle materie prime energetiche, sono in vigore da oggi 1° ottobre. Ecco cosa cambiare per le famiglie italiane e quali sono le opportunità di risparmio da sfruttare in questo momento per poter evitare di pagare di più per le forniture energetiche.

Aumenti luce e gas in vigore da oggi: cosa cambia e come risparmiare

Scattano da oggi, 1° ottobre 2021, i preannunciati aumenti sulle bollette di luce e gas. Nei giorni scorsi, tali aumenti sono stati ufficializzati da ARERA che ha confermato il rincaro per le forniture energetiche per il quarto trimestre del 2021. Tale rincaro, ricordiamo, è stato fortemente attenuato dall’intervento del Governo che ha stanziato i fondi necessari per ridurre l’impatto degli aumenti sulle famiglie, arrivando ad azzerarlo per le famiglie in difficoltà economica.

Ecco i dettagli:

Cosa cambia per le bollette di luce e gas dal 1° ottobre 2021?

Gli aumenti sulle bollette di luce e gas sono ufficiali da oggi, 1° ottobre 2021. Le nuove condizioni delle forniture resteranno attive per tutto il quarto trimestre del 2021. Per i clienti del mercato tutelato sarà necessario attendere il primo trimestre del 2022 per registrare il nuovo aggiornamento che andrà ad influenzare anche il prezzo dell’energia oltre ai vari oneri inclusi in bolletta. Per chi è nel Mercato Libero, invece, l’aggiornamento in vigore da oggi interviene sugli oneri in bolletta. Il prezzo dell’energia (per chi ha attivato un’offerta a prezzo bloccato) non sarà influenzato dai rincari.

L’aggiornamento tariffario annunciato da ARERA conferma i seguenti aumenti (i dati si riferiscono alla “famiglia tipo” con consumo annuo di 2700 kWh di energia elettrica e 1400 Smc di gas naturale nel mercato tutelato):

  • +29,8% per la bolletta per l’elettricità; la spesa complessiva per il 2021 sarà di 631 euro con un rincaro del +30% rispetto a quanto speso nel corso del 2020 (+130 euro) e del +13% rispetto al 2019
  • +14,4% per la bolletta del gas; la spesa complessiva per il 2021 sarà di 1130 euro con un rincaro del +15% rispetto al 2020 (+155 euro); rispetto alla spesa del 2019, invece, non si registrano aumenti

Gli aumenti sono stati attenuati dai seguenti interventi resi possibili grazie al recente decreto del Governo:

  • annullamento degli oneri generali di sistema in bolletta
  • potenziamento dei bonus luce e gas per le famiglie in difficoltà economica (da quest’anno accreditato in automatico in bolletta)
  • riduzione al 5% dell’IVA per le bollette del gas

I provvedimenti del Governo sono transitori e mirano ad evitare la stangata per il quarto trimestre del 2021. Per il futuro, come confermato da esponenti del Governo nei giorni scorsi, si sta lavorando ad un intervento strutturale sulle bollette di luce e gas che andrà a rimodulare il modo in cui vengono calcolate le fatture, dando maggior peso ai consumi effettivi.

Gli aumenti colpiscono maggiormente i clienti del servizio di Maggior Tutela che registrano un rincaro netto anche per via aumento del prezzo della materia prima e non solo dei vari oneri aggiuntivi presenti in bolletta. Anche per i clienti del Mercato Libero ci sono costi aggiuntivi da affrontare ma per chi ha attivato un’offerta a prezzo bloccato ci sarà un rincaro inferiore in quanto il prezzo dell’energia non aumenterà.

Come tagliare le bollette di luce e gas

Per i clienti del servizio di Maggior Tutela, ancora valido fino alla fine del 2022, l’unico modo per evitare la stangata e tagliare le bollette di luce e gas è rappresentato dal passaggio al Mercato Libero. Anche per chi è già passato al Mercato Libero, in questo momento è opportuno verificare la possibilità di attivare nuove offerte più vantaggiose in grado di garantire un risparmio extra.

Sia per chi è nel mercato tutelato che per chi è già passato al Mercato Libero c’è a possibilità di individuare le migliori offerte del momento grazie al confronto online. Confrontando le offerte tramite il comparatore di SOStariffe.it per offerte luce e gas, disponibile al link qui di sotto o tramite l’App di SOStariffe.it, sarà possibile individuare facilmente le tariffe più vantaggiose. Per sfruttare il comparatore basta inserire una stima del proprio consumo annuo (il dato è riportato nelle bollette precedenti oppure può essere calcolato con il tool integrato nel comparatore).

Scopri qui le migliori offerte luce e gas »

Consultando i dati del comparatore è possibile evidenziare come una “famiglia tipo” (consumo annuo di 2700 kWh di energia elettrica e 1400 Smc di gas naturale) può ridurre la spesa per le bollette, attivando le migliori offerte del momento, fino a 441 euro per l’energia elettrica e 1050 euro per il gas naturale. Il risparmio ottenibile rispetto al mercato tutelato è, quindi, pari a 180 euro per l’energia elettrica e 120 euro per il gas naturale.

Complessivamente, quindi, sfruttando le offerte del Mercato Libero è possibile risparmiare fino a 300 euro all’anno (rispetto alla Maggior Tutela). Nonostante gli aumenti, quindi, è il momento giusto per passare alle migliori tariffe del Mercato Libero e risparmiare.

Commenti Facebook: