Aumenti di luce e gas in arrivo a ottobre 2018: come risparmiare

L’autunno alle porte potrebbe comportare un notevole incremento dei prezzi di luce e gas. Per le famiglie italiane all’orizzonte potrebbe esserci un vero e proprio salasso con rincari di decine di Euro sui costi annuali delle bollette energetiche.  Ecco come risparmiare evitando gli aumenti in arrivo a partire da ottobre 2018. 

Ad ottobre potrebbe arrivare una vera e propria stangata per i consumatori

Nelle prossime settimane, l’ARERA comunicherà l’aggiornamento trimestrale dei prezzi di luce e gas che entreranno in vigore, per gli utenti del mercato tutelato, a partire dal prossimo mese di ottobre. In attesa delle informazioni ufficiali, ci sono buone possibilità che l’aggiornamento dei prezzi si traduca in una vera e propria stangata per le famiglie con un forte incremento dei costi dell’energia.

A comportare l’incremento dei costi saranno diversi fattori. In primo luogo, c’è da considerare il caldo record registrato in Europa per tutta l’estate che ha avuto e continuerà ad avere degli effetti importanti sul mercato all’ingrosso dell’energia in tutto il continente, comportando una crescita dei costi generali.

In secondo luogo, l’incremento dei costi dell’energia in arrivo ad ottobre sarà legato anche ad una scelta di ARERA relativa al precedente aggiornamento dei prezzi dell’energia comunicato a fine maggio. In quell’occasione, infatti, ARERA scelse di ridurre gli oneri di sistema per controbilanciare il considerevole incremento dei costi dell’energia elettrica registrato rispetto al trimestre precedente.
Scopri le offerte per risparmiare sull’energia elettrica

Le nuove tariffe che ARERA comunicherà a breve dovrebbero confermare le previsioni. Per i prossimi mesi, i costi dell’energia elettrica e del gas naturale dovrebbero essere sensibilmente maggiori rispetto ai mesi precedenti con un immediato aumento delle bollette.

Come difendersi dagli aumenti delle bollette dell’energia

Per contrastare gli aumenti in arrivo, molto probabilmente, ad ottobre la soluzione migliore è rappresentata dall’individuare le migliori soluzioni tariffarie per luce e gas disponibili sul mercato libero dell’energia. Gli incrementi che comunicherà ARERA riguarderanno principalmente le utenze ancora attive nel mercato di Maggior Tutela mentre scegliendo la tariffa giusta, in relazione alle proprie esigenze ed ai propri consumi, tra le tante opzioni presenti sul mercato libero dell’energia sarà possibile risparmiare.

Per individuare le migliori tariffe disponibili, ad oggi, sul mercato libero dell’energia è possibile visitare il comparatore di SosTariffe.it per offerte luce ed offerte gas da cui è anche possibile procedere all’attivazione online delle tariffe desiderate. Indicando i propri consumi annuali (calcolabili tramite un apposito modulo molto semplice ed intuitivo) si potranno individuare le migliori offerte da sottoscrivere per risparmiare.

Come si potrà notare dando un’occhiata al comparatore, un utente tipo può risparmiare in un anno quasi 250 Euro sulle bollette di luce e gas. Per utente tipo si intende potenza impegnata di 3 KW e un consumo annuo di 2900 kWh, uso Domestico, Residenti e distribuzione dei consumi per fasce pari al 40% in F1 e al 60% in F2/F3, per l’energia elettrica, e consumo annuo di 1410 m³, per il gas naturale.

Le offerte del mercato libero offrono una serie di vantaggi per gli utenti come la possibilità di poter contare su di un prezzo fisso, per uno o due anni, per l’energia elettrica ed il gas naturale in modo da evitare il rischio di futuri aumenti. Dopo il periodo di “prezzo bloccato” sarà possibile scegliere se continuare con il proprio fornitore, che informerà per tempo l’utente del nuovo prezzo dell’energia, o se cambiare fornitore attivando una nuova offerta del mercato libero. Il passaggio da una tariffa ad un’altra avviene gratuitamente e senza interruzione del servizio.

Commenti Facebook: