Aumenti 2013, prevista stangata di quasi 1.500 euro a famiglia

Secondo Federconsumatori, la stangata di prezzi e tariffe prevista per il 2013 supera i 1.400 euro a famiglia. Aumenti sulla bolletta del gas, imposta di bollo sui conti correnti e conti deposito, aumento del canone Rai, nuove tasse, rincari sulle tariffe postali e quelle aeroportuali e l’aumento dell’Iva previsto per luglio colpiranno ancora di più le tasche degli italiani. Come smarcarsi dagli aumenti? Ecco alcuni consigli di SosTariffe.it per risparmiare sulle bollette.

Confronta Tariffe TV

Già negli ultimi giorni del 2012 Federconsumatori annunciava un’ennesima stangata di prezzi e tariffe nel 2013, che andrebbe a colpire le tasche delle famiglie italiane per circa 1.490 euro annui.

In particolare, l’associazione dei consumatori menzionava nel suo comunicato stampa i rincari che di seguito elenchiamo:

  • Aumento del canone Rai,+1,5 euro portando a 113,50 euro l’anno;
  • Aumento delle tariffe aeroportuali +8,5 euro a biglietto;
  • Aumenti delle tariffe postali, tra il 15%  e il 40% in più per la posta prioritaria;
  • Aumento sul canone annuo del conto corrente BancoPosta del 58,3%;
  • Tares, la nuova tassa per i rifiuti appena introdotta che aumenterà dal 1 aprile del 25%;
  • Tassi dei mutui, che in Italia costano 72 euro al mese in più rispetto la media europea;
  • La Rc Auto obbligatoria che rappresenta il 5% del reddito totale di 30.000 euro.

L’Osservatorio Nazionale Federconsumatori ha poi calcolato le previsioni di aumento di tariffe nel 2013, passando dai carburanti, alle bollette di energia elettrica e gas, ed infine all’ulteriore incremento dell’IVA previsto per luglio.

Il risultato previsto è di ben 1.490 Euro in più a famiglia su base annua.

Al riguardo, i presidenti di Adusbef e Federconsumatori Elio Lannutti e Rosario Trefiletti hanno dichiarato che “Le parole d’ordine per risollevare le sorti delle famiglie e dell’intera economia sono: ripresa della domanda di mercato, liberalizzazioni, nonché investimenti per l’innovazione e lo sviluppo tecnologico per il lavoro che rimane il problema fondamentale del Paese. In assenza di un serio progetto che vada in questa direzione, la fuoriuscita dalla crisi si farà sempre più lontana ed improbabile.”

Consigli per risparmiare sulle bollette

Per aiutarvi a risparmiare sulle bollette, SosTariffe.it vi propone una serie di  comparatori che consentono di trovare la tariffa luce, gas, ADSL, telefonia mobile, o conti correnti che meglio si adattano alle vostre tasche.

Nel settore dell’energia elettrica, attivando una tariffa del Mercato Libero si può risparmiare fino al 10% della spesa annua.

In più, se il vostro ritmo di vita ve lo consente, si può attivare una tariffa bioraria, spostando i consumi verso le ore agevolate e risparmiando fino a 40 euro all’anno.

Confronta Tariffe Luce

Stesso discorso per la bolletta del gas: passando al Mercato Libero si può approfittare delle offerte degli operatori e risparmiare un ulteriore 10% all’anno.

Confronta Tariffe Gas

Nell’ambito della telefonia mobile, dove SosTariffe.it ha dimostrato che la portabilità del numero ad altro operatore consente di approfittare delle offerte riservate ai nuovi clienti, con un risparmio che può oltrepassare il 30% mensile.

Confronta Tariffe Cellulari

Per quanto riguarda l’ADSL, lo scorso settembre SosTariffe.it ha pubblicato un osservatorio nel quale è stato dimostrato che si possono risparmiare fino a 435 euro all’anno cambiando operatore ADSL e approfittando le offerte per i nuovi clienti.

In effetti, gli eventuali costi di disdetta per cambiare operatore e rappresentano, nella maggior parte dei casi, solo il 10% di quanto si risparmia il primo anno con il nuovo provider. Leggi tutto l’osservatorio per saperne di più.

Confronta Tariffe ADSL

Se avete un conto deposito, avrete già letto sulll’ultimo aumento dell’imposta di bollo sui conti deposito. SosTariffe.it ha individuato le banche che si fanno carico del pagamento dell’imposta. Leggete il nostro articolo sulle banche con cui non si paga l’imposta di bollo.

Confronta Conti Deposito

Anche in materia di conti correnti ci sono stati rincari, sempre tramite l’aumento dell’imposta di bollo. Sul nostro portale potete individuare molto facilmente i conti correnti senza spese e senza bollo, utilizzando i filtri disponibili a sinistra nella pagina del comparatore.

Confronta Conti Correnti

Commenti Facebook: