Aumentare Plafond carta di credito: le opzioni di fine agosto 2021

Le carte di credito sono degli strumenti di pagamento che prevedono diversi vantaggi, tra i quali la presenza di un plafond. Di cosa si tratta e come bisogna fare nel caso in cui si volesse aumentare il plafond? Ecco cosa sapere in merito e le migliori offerte disponibili ad agosto 2021. 

Aumentare Plafond carta di credito: le opzioni di fine agosto 2021

La carta di credito è uno strumento di pagamento connesso a un conto corrente bancario che si differenzia rispetto alle carte prepagate o alle carte di debito per la modalità con la quale viene scalato l’importo speso. 

La transazione non viene infatti addebitata subito e in modo automatico, ma slitta al mese successivo. Ciò permette di pagare anche per importi superiori rispetto a quelli che sono presenti in quel dato momento sul conto, posto che si dovrà rimborsare quanto anticipato dalla banca al momento opportuno. 

Ciò che rende diverse le carte di credito, oltre alla modalità con la quale avverrà il rimborso, è proprio la presenza del plafond: che cos’è e cosa bisogna fare nel caso in cui lo si volesse aumentare? Ecco le informazioni più utili in merito. 

Cos’è e come funziona il plafond

Il plafond è la somma massima che si potrà spendere con una carta di credito nel corso di ogni singolo mese. Nel momento in cui si richiede una carta di credito, il plafond viene sempre indicato nelle condizioni contrattuali. 

Una delle caratteristiche del plafond consiste nel fatto che si tratta di un importo fisso mensile e che, nel caso in cui in un determinato mese non lo si utilizzasse, questo non significa che l’importo avanzato nel mese precedente sarà aggiunto a quello del mese successivo. 

Detta con altre parole, i plafond delle carte di credito non sono cumulabili, tuttavia è possibile richiedere il loro aumento all’istituto che ha emesso la carta. Come? Vediamo di seguito come funziona la procedura.

Confronta le carte di credito»

Aumentare il plafond della carta di credito: cosa fare

Ci sono delle condizioni ben precise che devono essere rispettare nel momento in cui si richiede l’aumento del plafond di una carta di credito. Di cosa si tratta? E perché sono necessari?

In generale, si può partire dal presupposto che le carte di credito siano degli strumenti che non vengono concessi a tutti e con estrema facilità. Intanto, in molti casi sono riservate ai correntisti della banca che le emette. 

In secondo luogo, proprio in relazione alla presenza del plafond, le carte di credito necessitano di una certa garanzia da parte di chi le richiede, il quale dovrà dimostrare di essere in grado di restituire quanto viene anticipato dalla banca. 

Per questo motivo, affinché sia possibile l’aumento del plafond della carta di credito si dovranno avere degli introiti mensili superiori rispetto a quelli che si avevano in precedenza. La richiesta di aumento del plafond potrà essere fatta direttamente in banca, dove potrebbe anche essere necessario dover motivare il perché di tale incremento. 

Maggiore sarà il plafond che si vorrà ottenere, più difficile sarà ricevere un sì dalla banca: se si riesce a dare garanzia all’istituto di credito di poter recuperare la cifra del plafond, non ci dovrebbero comunque essere particolari inconveniente nell’accogliere la richiesta del cliente. La banca esaminerà nel dettaglio la situazione creditizia del richiedente e darà comunicazione sull’esito della procedura.

Nel caso in cui fossi ricerca di una carta di credito con un plafond elevato, ma canone ridotto, clicca sul link qui sotto. 

Scopri le carte di credito online»

Superamento plafond carta di credito: cosa comporta

Quali sono le conseguenze alle quali si potrà andare incontro nel caso in cui venisse superato il plafond della propria carta di credito? Sforare il plafond significa superare il limite che è previsto nel contratto che è stato sottoscritto. 

In questa ipotesi, non saranno applicate né sanzioni né interessi, ma non sarà più possibile effettuare pagamenti, e si dovrà dunque attendere il mese successivo per avere nuovamente accesso al massimale previsto ogni mese. 

Plafond è una parola francese che significa soffitto: ciò vuol dire che una volta raggiunto il tetto massimo associato alla propria carta di pagamento, non sarà più possibile andare oltre e ci si dovrà fermare. 

In alcuni casi, sarà anche possibile richiedere un aumento temporaneo del plafond, il quale potrà essere legato alla copertura di spese momentanee e straordinarie, le quali non erano state preventivate. 

Per conoscere le migliori opportunità di carte di credito online disponibili in questo momento e valutare i plafond di ogni singola carta, si consiglia di cliccare sul link presente qui in basso. 

Scopri le carte di credito online»

Il plafond si può ridurre?

Abbiamo detto che il titolare di una carta di credito avrà la possibilità, nel rispetto di determinate condizioni economiche, di richiedere l’aumento del plafond della propria carta di credito. 

Abbiamo anche visto che il plafond può azzerarsi nel momento in cui vengono effettuate delle spese di importo pari a quello che è il limite massimo stabilito dal contratto. L’importo viene ripristinato nel mese successivo nel caso delle carte di credito a saldo. 

Nell’ipotesi di carta di credito a rate, invece, sarà reintegrato rata per rata, assieme agli interessi previsti dal contratto sottoscritto. Per evitare di ritrovarsi in una situazione di questo tipo, si consiglia sempre di monitorare il saldo della propria carta di pagamento. 

Nel momento in cui la carta risulta in rosso, infatti, potrebbe anche accadere che la banca decida, per tutelarsi, di ridurre il plafond senza dare preavviso.  Tale clausola dovrà comunque essere indicata all’interno del contratto sottoscritto. 

Come trovare una carta di credito online

La comparazione online tra le offerte rappresenta oggi una delle migliori soluzione per individuare una carta di credito che possa adattarsi alle propria esigenze reddituali e di gestione. 

Permette, inoltre, di conoscere in anticipo il plafond di ogni strumento di pagamento in modo tale da poter fare le proprie valutazioni prima di scegliere una data carta. Come anticipato nelle righe precedenti, prima di richiedere una carta di credito, si dovrà essere prima titolari di un conto corrente. 

Analizzando le migliori offerte disponibili in questo momento, il conto corrente con il quale si potranno ottenere con una certa facilità delle carte di credito è quello proposto da Widiba. Vediamo di seguito quali sono le sue caratteristiche. 

Conto corrente e carte di credito Widiba

Widiba è una banca 100% digitale, la quale propone un conto corrente online a zero spese per i primi 12 mesi, che potrà essere aperto anche tramite SPID. 

Tra i vantaggi che lo contraddistinguono, troviamo:

  • i pagamenti tramite Google Pay;
  • la possibilità di fare trading online;
  • una carta prepagata che potrà essere richiesta al costo di 10 euro;
  • i bonifici online gratuiti. 

Attiva il conto Widiba»

I correntisti Widiba potranno richiedere l’emissione di due diverse tipologie di carta di credito, ovvero Widiba Carta Classic e Widiba Carta Gold. Per entrambe sono richiesti i seguenti requisiti reddituali:

  • avere un patrimonio complessivo di almeno 3.000 euro;
  • addebitare sul conto uno stipendio mensile di almeno 800 euro. 

Widiba Carta Classic ha un costo di 20 euro all’anno e un plafond da 1.500 euro al mese: clicca sul link per saperne di più. 

Scopri Widiba Carta Classic»

Widiba Carta Gold, invece, come si può ben intuire dallo stesso nome, rappresenta una carta di credito versione Premium, caratterizzata da:

  • un costo annuo di 50 euro;
  • un plafond da 3.000 euro al mese

Scopri Widiba Carta Gold»

Commenti Facebook: