Attesa per Pasqua l’offerta Sky-Telecom

La tanto chiacchierata offerta che dovrebbe portare i contenuti di Sky sulle infrastrutture di rete fissa di Telecom potrebbe debuttare dopo Pasqua. A confermare la data di aprile è stato Marco Patuano, l’amministratore delegato di Telecom Italia, intervistato su Repubblica da Giovanni Pons. Un decoder My Sky appositamente progettato renderà possibile anche per chi non dispone di un’antenna satellitare ma ha un’offerta in fibra di Telecom Italia l’accesso al catalogo di Sky.

Telecomando-Sky
Con aprile tutto il catalogo di Sky sarà disponibile allo stesso prezzo dell'offerta satellitare anche per chi possiede la fibra ottica

La fibra come il satellitare: la priorità sono i programmi

Secondo quando dichiarato da Patuano, «siamo trasportatori di contenuti di altri. In Italia non esiste la tv via cavo, dunque sarà la fibra a portarla nelle case della gente. È il cliente che guida la domanda, sarà lui a decidere se vorrà vedere Sky, Mediaset Premium o eventualmente Netflix o altri servizi che cercheremo di aggiungere al nostro bouquet».
Scopri Tuttofibra
Le parole dell’amministratore delegato di Telecom sono molto chiare: nessuna esclusiva, ma la disponibilità, da parte dell’operatore, di veicolare i contenuti dei vari fornitori. Concludendo, Patuano ha dichiarato che «il futuro di Telecom Italia non è comprare dei media: fa telefonia, fa Internet, non vogliamo comprare contenuti ma semmai distribuirli attraverso le nostre reti. Telecom ha bisogno di tutti, di Sky, di Mediaset, di Netflix, non ci sono accordi esclusivi né con Sky né con Mediaset. Ma dobbiamo dare a tutti gli italiani tutti i programmi attraverso Internet».

Come sarà l’offerta di Telecom

L’offerta di Sky attraverso la fibra ottica di Telecom sarà in tutto e per tutto uguale a quella satellitare. Il decoder My Sky HD, realizzato apposta per la tv via Internet, e la nuova piattaforma IP renderanno possibile accedere al catalogo direttamente con la propria offerta per Internet casalingo.

Secondo quanto dichiarato in fase di conclusione della partnership, l’accordo ha una durata di 5 anni e prevede la condivisione di tutta l’offerta Sky, compresi i servizi interattivi: via libera quindi anche a My Sky, SkyGo e Sky on Demand. Anche il pricing sarà equivalente all’offerta satellitare. Il tutto con il vantaggio di un solo operatore a cui fare riferimento per ogni problema o domanda.

Grazie all’accordo sono aumentati da qualche mese anche i contenuti visibili su TIMvision: grazie alle reti superveloci 3G e 4G dell’operatore mobile, è stato possibile offrire la visione di Sky TG24, le partite della Champions League 2014-15 e le partite di qualificazione a UEFA Euro 2016. Il tutto, per i clienti TIM con attiva un’offerta Internet, con il traffico per la visione dei contenuti in abbonamento incluso su rete mobile TIM 3G.

All’epoca Patuano aveva fatto notare come l’accordo con Sky si inserisse «nell’ambito della strategia di Telecom Italia che individua nell’offerta di contenuti premium un elemento di valorizzazione delle proprie infrastrutture di rete di nuova generazione. Siamo fortemente convinti, infatti, che uno dei principali driver del nostro business sia rappresentato dallo sviluppo dei servizi innovativi, in particolare nell’entertainment per il mercato consumer».

Commenti Facebook: