AT&T vuole la fine della PSTN

Stefano ha appena segnalato che AT&T ha chiesto alla FCC di poter sospendere la linea tradizionale PSTN per passare al puro broadband. Questo decreta la fine della linea voce tradizionale e il passaggio completo al digitale anche per quanto riguarda la prima forma comunicazione dell’era moderna.

Google Voice è stato il primo segno inequivocabile che la rete fisica era destinata a morire. Le numerose dispute tra AT&T e il colosso di Mountain View facevano emergere gli evidenti squilibri legislativi tra la telefonia tradizionale e quella virtuale.

Ricordiamo che il contenzioso è nato dal fatto che Google blocca determinate chiamate e numerazioni geografiche (ciò è dichiarato negli obiettivi del call blocking). AT&T aveva sporto una denuncia contro la possibilità di bloccare le comunicazioni verso determinate aree che porta un vantaggio rispetto ai normali carrier ai quali è vietato dall’FCC ma Google Voice è una web application e non è quindi soggetto all’obbligo regolamentare dei carrier telefonici tradizionali.

Un cambiamento cosi radicale in Italia forse avverrà tra 10 anni. Forse. Ma al momento è inutile pensarci, non esiste neanche un’infrastruttura adeguata per poter lontanamente sognare di abolire la pstn.

appena segnalato che AT&T ha chiesto alla FCC di poter sospendere la linea tradizionale PSTN per passare al puro broadband. Questo decreta la fine della linea voce tradizionale e il passaggio completo al digitale anche per quanto riguarda la prima forma comunicazione dell’era moderna.

Google Voice è stato il primo segno inequivocabile che la rete fisica era destinata a morire. Le numerose dispute tra AT&T e il colosso di Mountain View facevano emergere gli evidenti squilibri legislativi tra la telefonia tradizionale e quella virtuale.

Ricordiamo che il contenzioso è nato dal fatto che Google blocca determinate chiamate e numerazioni geografiche (ciò è dichiarato negli obiettivi del call blocking). AT&T aveva sporto una denuncia contro la possibilità di bloccare le comunicazioni verso determinate aree che porta un vantaggio rispetto ai normali carrier ai quali è vietato dall’FCC ma Google Voice è una web application e non è quindi soggetto all’obbligo regolamentare dei carrier telefonici tradizionali.

Un cambiamento cosi radicale in Italia forse avverrà tra 10 anni. Forse. Ma al momento è inutile pensarci, non esiste neanche un’infrastruttura adeguata per poter lontanamente sognare di abolire la pstn.

Commenti Facebook: