Assicurazioni auto: i veicoli senza RCA sono in calo

Il fenomeno delle auto che circolano senza essere assicurate è fortunatamente in calo, anche se i numeri sono sempre elevati: 2,8 milioni di veicoli senza Rca obbligatoria nel 2017 (nel 2016 erano 2,9 milioni), pari al 6,3% dell’immatricolato. Oggi, nuovi sistemi di rilevazione (in particolare il sistema di controllo automatizzato “Mercurio”) sono all’opera per abbassare sempre di più il numero totale di auto non in regola.

Il sistema "Mercurio" ha portato a più di 2400 sequestri

Quante sono le auto circolanti senza Rca

Dal 2016 al 2017 sono calati i veicoli circolanti e privi di assicurazione auto: da 2,9 milioni a 2,8 milioni, con una concentrazione superiore al Sud, dove le polizze assicurative sono spesso molto più costose. Il record negativo è Napoli, dove un’auto su 6 è priva della Rca obbligatoria.

Il numero, come ha chiarito l’Ania, non tiene conto delle auto che sono senza assicurazione ma in regola, come quelle registrate ma lasciate nei box o al chiuso, le auto a km 0 dei concessionari o quelle in giacenza presso di depositi giudiziari, ma anche le moto che hanno una polizza assicurativa stagionale perché vengono utilizzate solo durante l’estate.

Come limitare il fenomeno

Si tratta di numeri comunque molto elevati, e per questo sono costantemente allo studio delle soluzioni per contrastarli: dall’anno scorso, in particolare, è operativo un sistema di controllo automatizzato delle targhe in circolazione grazie a un’analisi effettuata dalle telecamere montate su più di 200 veicoli della Polizia di Stato. Le immagini vengono confrontate in tempo reale, grazie alla Rete, con il database online delle coperture assicurative presso la Motorizzazione, e chi risulta non in regola viene immediatamente fermato.
Confronta assicurazioni auto »
L’operazione, “Mercurio insurance” (dal nome dei sistemi di controllo automatizzato, appunto “Mercurio”) ha visto la verifica di più di 400.000 mezzi, con 2419 casi di sequestro per mancata copertura assicurativa, 12 arresti e 45 denunce in stato di libertà. Da segnalare anche che il 40% di chi è stato multato aveva precedenti penali e che molto spesso la mancata assicurazione si abbina alla mancata revisione periodica.

Che cosa succede in caso di incidente

Ma se si è vittime di un’incidente con un’auto non assicurata, chi è che risarcisce? Il Fondo di garanzia per le vittime della strada, creato appositamente per questo scopo, ma che purtroppo non appare un organismo in perfetta salute, visto i conti in rosso da anni e le tantissime richieste di risarcimento che vengono inoltrate.

Il Fondo viene finanziato grazie a un’aliquota del 2,5% applicata ad ogni premio RC Auto, e i massimali al momento sono di 5 milioni di euro per danni a persona per sinistro e 1 milione di euro per danni a cose per sinistro.

Commenti Facebook: